Pakistan, la telemedicina aiuta i pazienti e le donne-medico

Grazie al web ora assistenza sanitaria anche nelle zone rurali

19.03.2018 - 20:00

0

Bhosa Mansehra, Pakistan (askanews) - Il bimbo di Mohammed ha due anni e sta male; il papà lo porta nella clinica del suo villaggio, in un remoto angolo del Pakistan. Qui il piccolo viene visitato - in videoconferenza - da una dottoressa che materialmente si trova a centinaia di Km di distanza.

In queste sperdute aree rurali del Pakistan, lo sviluppo di internet e delle moderne tecnologie di comunicazione hanno dato un importante impulso alle cure sanitarie a distanza, rivoluzionando anche la carriera delle donne medico che ora, grazie alla rete, possono superare le diffidenze culturali e le difficoltà causate dalle distanze e dalla geografia delle regioni che rende difficoltoso recarsi da un posto all'altro.

"Avevo già portato qui mio figlio perché continuava a vomitare - spiega il giovane papà - grazie a Dio ora sta molto meglio dopo aver preso le sue medicine. Oggi sono tornato per un ulteriore controllo ma la sua salute va meglio in seguito alla cura che gli ha prescritto la dottoressa".

Prima, per essere visitati, bisognava affrontare veri e propri viaggi di centinaia di Km, molto costosi e a volte addirittura a piedi. Nei laboratori di telemedicina, oggi, invece, un'infermiera fa un primo esame dei pazienti, poi si collega con una dottoressa in videoconferenza per una diagnosi più accurata. Questo aiuta i pazienti ma, al tempo stesso, dà alle dottoresse una nuova possibilità di carriera.

"Una cosa molto importante nel nostro Paese è che molte donne medico spesso lasciano il lavoro dopo il matrimonio o dopo aver avuto dei figli - spiega la dottoressa Nadia Rasheed - a volte non possono lavorare perché non hanno il permesso dei loro mariti, di conseguenza sono costrette a lasciare".

È proprio la telemedicina, dunque, che sta risollevando le sorti dell'assistenza sanitaria in Pakistan portando importanti cambiamenti nella vita delle comunità rurali che, grazie al web, non sono più abbandonante al loro destino.

Il servizio è nato grazie a una startup di Karachi che ha implementato l'app "Skype" per ottenere il duplice risultato: salvaguardare e valorizzare il lavoro delle donne medico e offrire un'assistenza sanitaria diffusa ed economicamente sostenibile in tutto il Paese.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Economia

Borsa: Milano chiude in rialzo, Francoforte unica in rosso

Le principali borse europee chiudono la giornata di contrattazioni in rialzo con l’unica eccezione di Francoforte che cede lo 0,22%. La migliore è Parigi che porta a casa un +0,21%, seguita da Londra con un +0,18% e Milano, che archivia gli scambi con un progresso dello 0,14%. Sul listino di casa nostra svetta in positivo Leonardo con un +1,78%, seguito da Telecom che guadagna l’1,53%. Tra i ...

 
Governo, Di Maio: nulla è perduto ma mai tavolo a quattro

Governo, Di Maio: nulla è perduto ma mai tavolo a quattro

Roma (askanews) - "Nulla per me è perduto, nulla si chiude ma non possiamo andare oltre determinati limiti già tracciati perchè siamo il M5s e sono sicuro che per la tenuta di una forza politica come questa, nella nostra storia negare determinate questioni significa essere ipocriti o tradire il mandato elettorale". Lo ha detto Luigi Di Maio, capo politico del M5S, al termine delle consultazioni ...

 
Manutencoop: tre pilastri per la sostenibilità

Manutencoop: tre pilastri per la sostenibilità

Bologna (askanews) - Istruzione di qualità, città sostenibili, energia pulita e accessibile: Manutencoop - il principale operatore italiano attivo nell'Integrated Facility Management - ha scelto di indirizzare le proprie azioni di CSR su questi tre specifici obiettivi tra quelli indicati dall'Agenda 2030 dell'ONU. Nel corso dell'Incontro a Bologna, de "le Rotte della sostenibilità", l'operatore ...

 
Austria, pediatra Asperger "collaborò attivamente" con i nazisti

Austria, pediatra Asperger "collaborò attivamente" con i nazisti

Vienna (askanews) - Nelle stanze di qusto spazio, lo Spiegelgrund di Vienna, che oggi è un museo e un memoriale, vennero consumati crimini atroci. Ai quali come oggi si è scoperto, collaborò anche il pediatra austriaco Hans Asperger. Come rivela uno studioso di medicina dell'Università di Vienna, Herwig Czech, lo scienziato che ha prestato il nome alla omonima sindrome, avrebbe infatti ...

 
Successo del concerto di primavera del Musì Trio al teatro di Sant'Agostino

ANTRODOCO

Successo del concerto di primavera del Musì Trio al teatro di Sant'Agostino

Ha preso il via la rassegna musicale Primavera in Musica 2018 con il concerto del Musi’ trio di Maria Rosaria De Rossi (Soprano), Sandro Sacco (Flauto traverso) e Paolo ...

09.04.2018

Al Flavio Vespasiano concerto dei musicisti del conservatorio di Santa Cecilia

RIETI

Al Flavio Vespasiano concerto dei musicisti del conservatorio di Santa Cecilia

Gli artisti della sede delocalizzata di Rieti del Conservatorio di Musica di Santa Cecilia di Roma saranno i protagonisti dell’appuntamento in programma domenica 8 aprile ...

06.04.2018

Al Flavio in scena il Laboratorio teatrale del liceo classico “Varrone”

RIETI

Al Flavio in scena il Laboratorio teatrale del liceo classico “Varrone”

Dopo il successo dello scorso anno, torna in scena il Laboratorio Teatrale del Liceo classico “Varrone”, con lo spettacolo “Δεινός (il mistero dell’essere umano) - ...

06.04.2018