Usa, raffica di polemiche per le dichiarazioni razziste di Trump

Indignata l'Unione Africana: parole dolorose e inquietanti

13.01.2018 - 12:30

0

Washington (askanews) - "Se queste dichiarazioni scioccanti e vergognose del presidente degli Stati Uniti sono confermate, mi scuso ma non ho altre parole per definirle se non 'razziste'".

La dichiarazione di Rupert Colville, portavoce dell'Ufficio dei Diritti umani alle Nazioni unite, si allinea alla raffica di polemiche scatenatasi in tutto il mondo dopo l'ultima gaffe del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump per le sue esternazioni su alcuni luoghi di provenienza dei migranti diretti negli Stati Uniti, in particolare Haiti, El Salvador e diversi Paesi africani, definiti "Paesi latrina" durante una riunione con alcuni legislatori alla Casa Bianca. Gli ambasciatori dei Paesi africani alle Nazioni Unite hanno duramente condannato le parole di Trump chiedendo al presidente americano di ritrattare "scusarsi formalmente per le sue dichiarazioni "razziste e xenofobe".

Dal canto suo il presidente Trump ha dapprima smentito su twitter di aver usato le parole riportate dalla stampa e poi, festeggiando alla Casa bianca il Martin Luther King day è corso in qualche modo ai ripari con una dichiarazione sugli uomini "tutti uguali".

"Oggi festeggiamo Martin Luther King - ha detto - che si è battuto per l'ovvia verità, tanto cara al cuore degli americani, che a prescindere dal colore della nostra pelle o del nostro luogo di nascita, siamo stati creati da Dio tutti uguali".

Chi era con lui nello Studio ovale come il senatore democratico Dick Durbin, però non solo ha ribadito che Trump ha usato proprio il temine "shithole" riportato dai media ma ha anche aggiunto "ho detto solo quello che pensano tutti".

"Ha detto esattamente queste cose - ha spiegato Durbin - e lo ha fatto ripetutamente".

Indignati i rappresentanti dell'Unione africana (Ua) che hanno bollato come "dolorose e inquietanti" le parole di Trump. Il portavoce, Ebba Kalondo, ha detto che le dichiarazioni di Trump "contrastano completamente con il comportamento e la pratica comune".

D'altro canto, è tutto il popolo africano che si è mostrato offeso e irritato sui social, postando commenti e frasi di condanna per le dichiarazioni del presidente americano. Molti utenti, infatti, hanno accusato Trump di razzismo e ignoranza.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Trump cambia idea: non mi piaceva vedere famiglie migranti divise

Trump cambia idea: non mi piaceva vedere famiglie migranti divise

Roma, (askanews) - Dopo essere stato travolto dalle critiche di democratici e repubblicani, dai leader evangelici, dal Papa, così come da sua moglie e sua figlia, il presidente americano Donald Trump ha ordinato una inversione in tema di migranti. Il leader Usa ha firmato un ordine esecutivo che permetterà alle famiglie di migranti che hanno messo piede illegalmente su suolo americano di restare ...

 
Dieci anni di ricerca: Modena celebra Adelita Husni-Bey

Dieci anni di ricerca: Modena celebra Adelita Husni-Bey

Modena (askanews) - Una mostra personale ad ampio raggio su una delle giovani artiste italiane più apprezzate. La Galleria Civica di Modena, nella sede della Palazzina dei Giardini, offre uno spazio di riflessione sul lavoro di Adelita Husni-Bey, già tra i protagonisti del Padiglione Italia all'ultima Biennale d'arte di Venezia. La co-curatrice della mostra modenese, Serena Goldoni, ha presentato ...

 
Ritornano alla luce l'Archivio e il Sepolcreto della Ca' Granda

Ritornano alla luce l'Archivio e il Sepolcreto della Ca' Granda

Milano (askanews) - Due luoghi storici di Milano tornano ad aprirsi al pubblico: il gruppo MilanoCard ha infatti promosso il recupero dell'Archivio storico e del Sepolcreto della Ca' Granda a Milano, il primo ospedale pubblico d'Europa che per secoli è stato ospitato nei palazzi che oggi associamo all'Università degli Studi del capoluogo lombardo. Edoardo Scarpellini, amministratore delegato di ...

 
Bambini migranti: la giornalista scoppia in lacrime in diretta tv

Bambini migranti: la giornalista scoppia in lacrime in diretta tv

Milano (askanews) - Rachel Maddow non ha retto all'emozione e si è messa a piangere in diretta tv. La popolare presentatrice americana della Msnbc è scoppiata in lacrime, incapace di portare avanti la trasmissione, durante la lettura delle notizia dei bambini separati dai genitori migranti al confine tra Messico e Stati Uniti. Il video è diventato virale in poche ore.

 
Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

RIETI

Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

Giovedì 21 giugno alle ore 19.00 presso la Chiesa di San Rufo a Rieti,  concerto di Musica barocca, in occasione della Festa Europea della Musica, con Sandro Sacco al Flauto ...

17.06.2018

Emozioni nel cuore dell'Italia con Lino Guanciale e Davide Cavuti

CITTAREALE

Emozioni dai luoghi colpiti dal sisma con Lino Guanciale e Davide Cavuti

Dopo la convivialità del Teatro delle Ariette andata in scena lo scorso 8 giugno, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma con I SOGNATORI HANNO I ...

14.06.2018

teatro da mangiare

CITTAREALE

Va in scena "Teatro da mangiare?"

Dopo la magia del circo di Nicole & Martin andata in scena lo scorso aprile ad Amatrice, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma del 2016, questa ...

08.06.2018