Famiglia, natura e romanzo: i "Sedici alberi" di Lars Mytting

Il nuovo libro dell'autore del bestseller "Norwegian Wood"

16.09.2017 - 16:30

0

Mantova (askanews) - "Se avessi saputo prima che Norwegian Wood sarebbe stato un tale successo, credo che non avrei mai avuto il coraggio di pubblicarlo, avrei continuato a riscriverlo. Ma non sarebbe stato un libro migliore, perché probabilmente lo avrei reso più banale". È tutt'altro che banale la risposta che lo scrittore norvegese Lars Mytting ci dà a proposito del confronto con il clamoroso (e inaspettato) successo internazionale riscosso dal suo libro dedicato all'arte di tagliare la legna. Una risposta che, in un certo senso, certifica la qualità dello scrittore, che ora torna in libreria con il romanzo familiare "Sedici Alberi", edito in Italia da DeA Planeta. Ne abbiamo parlato con lui al Festivaletteratura di Mantova.

"Il romanzo - ci ha detto - dovrebbe essere una sorta di specchio, nel quale vedi le cose che accadono, e puoi scoprire se queste contrastano oppure aderiscono all'immagine che hai di te stesso. Spesso vedi te stesso, ma con delle leggere differenze. Io credo che le storie vengano prima, ma attraverso le storie puoi leggere qualcosa di te".

La natura, anche in questo libro, gioca un ruolo importante. E a Mytting abbiamo chiesto quanto l'essere cresciuto in un ambiente come quello del Nord abbia influenzato lo scrittore che sarebbe poi diventato. "Quando andavo a scuola da bambino - ci ha risposto - dovevo camminare da solo per un lungo tratto di bosco buio e immaginavo sempre che cosa ci poteva essere nell'oscurità tra gli alberi, che tipo di creature avrebbero potuto vivere lì. Questo ha messo in movimento la mia mente, come scrittore e molte storie sono venute proprio da quelle camminate".

"Sedici alberi" racconta di traumi e ferite, della ricerca di se stesso da parte del protagonista Edvard e del difficile e stupefacente confronto con la propria storia familiare. "Io credo che in letteratura - ha concluso lo scrittore - l'ideale non sia descrivere le cose come dovrebbero essere, ma cercare di seguire la vita interiore di una persona, e le sue lotte. Da questo possiamo imparare qualcosa di universale".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Di Maio a "Italia 18": Ora per fare notizia sbaglio i gerundi

Di Maio a "Italia 18": Ora per fare notizia sbaglio i gerundi

Milano, (askanews) - "Guardi non fanno più notizia, sto iniziando a sbagliare i gerundi magari riesco a fare più notizia, visto che non parla mai del merito ma di queste cose. Tra l'altro a quei signori che hanno fatto i maestrini ho risposto che quella forma è corretta e lo dicono anche fior fiore di persone che si occupano di grammatica. Vedo sempre questi maestrini che ci correggono ...

 
Malagò: Carolina Kostner portabandiera alla cerimonia di chiusura

Malagò: Carolina Kostner portabandiera alla cerimonia di chiusura

PyeongChang (askanews) - "Abbiamo voluto pensare a Carolina per riconoscenza, per gratitudine per questa meravigliosa carriera che ha fatto": così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha annunciato e motivato la scelta di Carolina Kostner come portabandiera azzurra alla cerimonia di chiusura dei Giochi olimpici invernali di PyeongChang. Un omaggio a tutta la sua carriera e un auspicio perché ...

 
Malagò: Olimpiadi al femminile, per le donne ancora più difficile

Malagò: Olimpiadi al femminile, per le donne ancora più difficile

PyeongChang (askanews) - "Medaglie che hanno ancora più valore a fronte delle maggiori difficoltà che nel nostro Paese le donne continuano ad avere per poter fare sport a livelli importanti". In questo modo il presidente del Coni Giovanni Malagò ha voluto rendere omaggio alle molte medaglie conquistate da atlete nei Giochi invernali di PyeongChang.

 
Olimpiadi, Malago: dieci medaglie, prossima volta ancora meglio

Olimpiadi, Malago: dieci medaglie, prossima volta ancora meglio

PyeongChang (askanews) - Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, da PyeongChang ha tracciato un bilancio della spedizione italiana alle Olimpiadi invernali sudcoreane. Dieci medaglie, di cui tre d'oro, "un risultato per il quale tutti avremmo firmato prima di partire". Un risultato che migliora quelli degli ultimi Giochi invernali e che ora, per le prossime edizioni, ci impone di fare ancora ...

 
Edipo, i  capolavori  di Sofocle in scena sabato al teatro Flavio

RIETI

Edipo, i  capolavori  di Sofocle in scena sabato al teatro Flavio

Sabato 24 febbraio torna il grande teatro al Flavio Vespasiano per la stagione programmata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Rieti in collaborazione con  Atcl. Alle ...

22.02.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Il Musi’ trio in concerto al Foyer del Teatro Flavio Vespasiano.

RIETI

Il Musi’ trio in concerto al Foyer del Teatro Flavio Vespasiano.

Domenica 11 febbraio alle ore 17.00 presso il Foyer del Teatro Flavio Vespasiano, in occasione della stagione concertistica promossa dall’Assessorato alla cultura del Comune ...

06.02.2018