Marine Le Pen: il Front national chiederà il proporzionale

L'incognita dell'astensione e dell'opposizione extraparlamentare

19.06.2017 - 19:30

0

Milano, 19 giu. (askanews) - Con la speranza tutt'altro che peregrina di diventare il primo partito d'opposizione, in forza anche del 33,9% ottenuto grazie ai 10,6 milioni di voti raccolti al secondo turno delle presidenziali, Marine Le Pen è una delle grandi sconfitte delle elezioni politiche francesi. Anche se il Front national conquista otto seggi, al posto dei due del 2012.

Il sistema elettorale francese ha giocato la sua parte, dato che sembra fatto apposta per remare contro il suo partito che, non a caso, chiederà - con il già prevedibile successo - di passare dal maggioritario al proporzionale.

"Una delle prime cose che faremo" ha detto la leader del Front national, "sarà chiedere il sistema proporzionale perché non si può moralizzare la vita pubblica, come ho sentito dire dal governo, o ridare fiducia senza rivedere questa modalità di scrutinio che è una delle cause principali dell'astensione".

Quella dell'astensione è infatti una spada di Damocle che pesa non poco sul futuro della presidenza di Emmanuel Macron, nonostante la maggioranza bulgara e blindata alla Camera. Al primo turno, le stime davano al partito del presidente una maggioranza di 400-450 seggi sui 577 dell'Assemblea. Questo nonostante il voto a favore della République en Marche risultasse pari al 15% circa degli iscritti al voto. E al secondo turno l'astensione è ulteriormente peggiorata passando dal 51,29 % al 57,4%. È stato calcolato che, in media, i deputati sono stati eletti dal 22,4% degli aventi diritto.

E se il 57% dei francesi, per un motivo o per l'altro non ritiene utile partecipare alle elezioni, ciò rischia di spostare, pericolosamente, il confronto politico dalle aule parlamentari alle piazze. Anche per mancanza di rappresentanza.

Soprattutto quando si dovranno impostare le grandi politiche nazionali. Le forti turbolenze già causate al tempo della Loi Macron, varata dall'ex ministro dell'Economia di François Hollande, potrebbero riprendere nuovo vigore. Anche e soprattutto alla luce delle tensioni nazionali con l'Europa, della crisi economica globale, dei conflitti di politica estera e del terrorismo internazionale.

E allora tutte le opposizioni lontane dal centro potrebbero ritrovare nuova linfa. Anche quella del Front national.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sgomberata piazza Indipendenza, la prospettiva dei migranti

Sgomberata piazza Indipendenza, la prospettiva dei migranti

Roma, (askanews) - Lo sgombero di piazza Indipendenza, a Roma, dove si erano accampati un centinaio di migranti, per lo più eritrei, in seguito all'occupazione delle abitazioni dello stabile di via Curtatone. In queste immagini, la prospettiva dalla parte dei migranti. La polizia ha utilizzato anche l'idrante, dopo il rifiuto da parte degli occupanti ad accettare la sistemazione abitativa ...

 
Sgombero a piazza Indipendenza, le immagini della polizia

Sgombero a piazza Indipendenza, le immagini della polizia

Roma, (askanews) - Bombole del gas e bottiglie incendiarie contro la polizia che presidiava i giardini di piazza Indipendenza, a Roma, in seguito all'occupazione di un centinaio di migranti fatti evacuare dallo stabile occupato di via Curtatone. Sono le immagini fornite dalla polizia sulle operazioni all'alba del 24 agosto. Nel video le cariche della polizia, e le bombole da gas lanciate contro ...

 
Almeno 126 morti per il tifone "Hato" a Hong Kong e Macao

Almeno 126 morti per il tifone "Hato" a Hong Kong e Macao

Hong Kong (askanews) - E' salito ad almeno 16 il numero dei morti causati dal tifone "Hato" che ha investito la Cina meridionale, Macao e Hong Kong: lo hanno reso noto le autorità locali, precisando che i feriti sono almeno 120. La maggior parte delle vittime si è registrata a Macao, mentre a Hong Kong è stato dichiarato lo stato di allerta 10 per i tifoni per la terza volta negli ultimi ...

 
Demand, Kluge e Viebrock: l'arte di perdersi ancora a Venezia

Demand, Kluge e Viebrock: l'arte di perdersi ancora a Venezia

Venezia (askanews) - Che Venezia sia la città in cui si va proprio per perdersi e, in questo modo ritrovarsi realmente, è cosa nota. Più interessante è quando questo affascinante fenomeno si manifesta all'interno di una mostra che, almeno in apparenza, sembra costruita per fare perdere ogni punto di riferimento. Ma poi, improvvisamente, tutto cambia. Così, in una sorta di armadio, mi imbatto nel ...

 
il gabibbo striscia la notizia

"STRISCIA LA NOTIZIA" IN LUTTO

E' morto il Gabibbo: Gero Cardarelli stroncato da un male incurabile

E' morto Gero Cardarelli, che per 27 anni è stato la vera anima del Gabibbo. Gero era infatti l'uomo che animava, da dentro, il celebre pupazzo rosso di "Striscia la notizia"....

20.08.2017

Jerry Lewis

Jerry Lewis

LUTTO NEL MONDO DELLO SPETTACOLO

Addio a Jerry Lewis, genio della comicità

È morto a Las Vegas, a 91 anni, l’attore statunitense Jerry Lewis, considerato dalla critica uno dei comici più celebri dello spettacolo Usa. Lo ha riportato alle 19.55 (ora ...

20.08.2017

Al Terminillo serata di grandi emozioni con il Musì trio

RIETI

Al Terminillo una serata di grandi emozioni con il Musì trio

Una serata piena di emozioni ha regalato il Musi’ trio di Maria Rosaria De Rossi (Soprano), Sandro Sacco (Flauto traverso) e Paolo Paniconi (Pianoforte), in un concerto ...

19.08.2017