Radio Italia Live, Milano fa festa perchè "la musica è più forte"

In piazza Duomo concerto a numero chiuso per sicurezza

19.06.2017 - 14:30

0

Milano (askanews) - La musica è più forte e in questi tempi difficili può dare un segnale positivo, di gioia e di condivisione: missione compiuta per gli organizzatori del concerto Radio Italia live, il classico appuntamento estivo con la musica italiana in piazza Duomo a Milano che quest'anno era in particolar modo sotto i riflettori per via dell'allarme sicurezza dopo quanto accaduto a Torino in piazza e dopo gli attacchi terroristi al concerto di Ariana Grande a Manchester.

Musica e sicurezza, un binomio che ha costretto le autorità ad imporre il numero chiuso in piazza Duomo, dove questo evento in passato ha attirato anche 100mila persone: domenica 18 giugno gli ingressi erano limitati a massimo 23.500 spettatori ma il messaggio che gli organizzatori volevano veicolare, che "la musica è più forte" è passato con successo. Tra il pubblico e tra gli artisti domina il colore bianco, segno che è stato accolto l'invito a indossare una maglietta di questo colore "in segno di rispetto per tutti i recenti accadimenti ma anche per unirci tutti insieme ancora più degli anni scorsi. La musica è più forte, ci sarà sempre e sarà sempre e per tutti pace, purezza e libertà" ha spiegato il presidente e fondatore di Radio Italia, Mario Volanti.

Il concerto, come tutti gli anni, ha visto sul palco il meglio della musica italiana e non solo: in scaletta si sono succeduti Saturnino, Giorgia, Benji e Fede anche in duetto con Annalisa, Umberto Tozzi e Anastacia, l'ospite internazionale di questa edizione, che hanno duettato sulle note di "Ti amo".

In maglietta bianca tra gli altri il vincitore di Sanremo Francesco Gabbani che si è esibito dopo Lele ed Emma con tre canzoni: "Amen" con cui ha vinto Sanremo giovani, l'ormai famosissima "Occidental's karma" e "Tra le granite e le granate", il suo ultimo singolo.

La scaletta ha visto poi succedersi sul palco Alessandra Amoroso, Fiorella Mannoia e Samuel, entrambi hanno scelto di indossare il bianco ma con una più elegante camicia, poi Nek che ha duettato sia con J-Ax in "Freud" che con i conduttori Luca e Paolo.

Dopo l'esibizione di Elodie il rapper ha cantato con Fedez, in total look bianco, e poi in featuring con Alessandra Amoroso in "Piccole cose". Gran finale con Andrea Bocelli che ha cantato l'aria "Nessun dorma" della Turandot di Puccini e il suo grande successo "Con te partirò".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Passeggiata nello spazio per installare una telecamera

Passeggiata nello spazio per installare una telecamera

Sono suggestive le immagini diffuse dalla Nasa della lunga passeggiata nello spazio di due astronauti della Iss, la stazione spaziale internazionale. Il comandante, Randy Bresnik, e l'ingegnere di volo,  Joe Acaba, si sono recati all'esterno della stazione per sostituire una telecamera Hd che si era fusa.

 
Giustizia, Berlusconi: Siamo in una dittatura giudiziaria

Giustizia, Berlusconi: Siamo in una dittatura giudiziaria

Capri (askanews) - "Chiamiamola in modo più diretta dittatura giudiziaria. Siamo tutti nelle mani di chi a un certo punto può avercela con noi. Io sono il campione della resistenza, perché mi hanno fatto 74 processi, ho dovuto impiegare 105 avvocati, ho dovuto dedicare due pomeriggi alla settimana a preparare con gli avvocati le udienze della settimana dopo. Ho avuto 3637 udienze. Questa è la ...

 
Re Filippo: Catalogna è parte essenziale Spagna 21esimo secolo

Re Filippo: Catalogna è parte essenziale Spagna 21esimo secolo

Madrid (askanews) - Il re di Spagna, Felipe VI, ha denunciato un "inaccettabile tentativo di secessione" in riferimento alla Catalogna, in piena febbre indipendentista e definita parte essenziale della Spagna del ventunesimo secolo". "La Spagna deve fare fronte a un inaccettabile tentativo di secessione in una parte del suo territorio nazionale e lo risolverà attraverso le sue legittime ...

 
Cinema, il premio Lumière al regista Wong Kar-wai

Cinema, il premio Lumière al regista Wong Kar-wai

Lione, (askanews) - Il Lumiere Film Festival di Lione celebra il regista di Hong Kong Wong Kar-wai. L'autore di "In the Mood for love" (2000), che ha ottenuto fama internazionale e il premio come miglior regista (con "Happy together") al Festival di Cannes nel 1997, riceverà il premio Lumière. "Lasciatemi dire prima qualcosa, prima di tutto sono molto onorato di essere in questa città dove è ...

 
Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

L’esibizione del R.J.O. Combo apre la stagione concertistica al Flavio

RIETI

L’esibizione del R.J.O. Combo apre la stagione concertistica al Flavio

Si apre domenica 22 ottobre, alle 17, nel foyer del teatro Flavio Vespasiano, la nuova stagione concertistica. Gli eventi in programma, che saranno presentati nel loro ...

19.10.2017

Berlusconi VS Sorrentino

Film e polemiche

Berlusconi VS Sorrentino

Dalla conferenza per appoggiare il referendum sull'autonomia in Lombardia e Veneto, Silvio Berlusconi coglie l'occasione di rispondere a una domanda sul nuovo film di Paolo ...

18.10.2017