Oltre la "fridomania", Frida Kahlo al Mudec di Milano da febbraio

La mostra resterà aperta fino al 3 giugno 2018

18.05.2017 - 20:00

0

Milano (askanews) - Frida Kahlo oltre la "fridomania". Il Mudec di Milano, dal primo febbraio 2018 ospita un'esposizione che racconta questa artista messicana "oltre il mito", come ci ricorda il titolo stesso della mostra, che si è creato intorno alla sua figura. Oltre gli stereotipi, oltre anche il business che è nato negli anni intorno a Frida Kahlo, c'è la poetica che il curatore Diego Sileo ha cercato di mettere a fuoco in questa mostra

"Oltre il mito, oltre la leggenda - ha spiegato - la mostra non nega nè tralascia questo aspetto ma parte dallo studio di documenti inediti di un archivio segreto ritrovato nel 2007 a Casa Azul la dimora messicana di Frida Kahlo e Diego Rivera per dare nuovi strumenti di interpretazione e lettura della poetica di Frida Kahlo".

Sileo, che ha fatto parte dell'equipe internazionale che ha studiato questo inedito archivio della Kahlo, nascosto fino al 2006 ,nelle stanze da bagno della casa dell'artista a Città del Messico, porterà nelle stanze del Mudec più di 100 opere tra dipinti, disegni e fotografie.

"A livello di opere - ha detto - abbiamo la possibilità di vedere per la prima volta in Italia le due più ampie collezioni di Frida Kahlo quella del Museo Dolores Olmedo e la collezione Gelman in più ci saranno capolavori di Frida Kahlo di alcuni dei più prestigiosi musei americani come quello di Buffalo, Phoenix, di Austin o di Madison nel Wisconsin".

L'allestimento tralascia volutamente un criterio biografico o cronologico, e ne sposa uno tematico. Ne esce un'esposizione articolata in cinque sezioni, la politica, la donna, la violenza, la natura e la morte, che si propongono di raccontare la forza innovativa della poetica di questa donna, per Sileo la prima vera artista contemporanea della storia

"Frida Kahlo - ha concluso Sileo - sì, è stata davvero una grande anticipatrice, colei che ha saputo influenzare tutta una generazione di artisti e artiste contemporanei che hanno visto in lei i temi della loro arte. Questi temi racconteranno non solo Frida ma come Frida ha influenzato le generazioni successive non solo di artisti latini".

La mostra, promossa dal Comune di Milano e da 24 ore cultura, resterà aperta fino al 3 giugno 2018.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Strage via Palestro, Sala: guerra a mafia non vinta ma fu svolta

Strage via Palestro, Sala: guerra a mafia non vinta ma fu svolta

Milano (askanews) - "Qui in via Palestro la mafia ha colpito al cuore la nostra città. In quella notte ogni milanese è stato colpito perché quella bomba uccise e ferì gente normale, lavoratori che facevano il loro dovere, e perché quella bomba distrusse il Padiglione d'arte contemporanea colpendo la nostra cultura e la nostra storia. Ha rappresentato un vero punto di svolta nella storia di ...

 
Autonoleggio, ora basta un app e niente più file in aeroporto

Autonoleggio, ora basta un app e niente più file in aeroporto

Roma, (askanews) - Fretta in aeroporto? Niente panico e soprattutto niente più code al desk di noleggio autovetture: oggi infatti basta uno smartphone per aprire le portiere, ritirare e riconsegnare l'auto in totale autonomia. Tutto grazie a Locauto Rent e ad un'innovazione destinata a rivoluzionare il mondo dell'autonoleggio. Si chiama Elefast, l'elefante veloce, e fa di Locauto il primo ...

 
Benvegnù da novembre a teatro con lo spettacolo H3+

Benvegnù da novembre a teatro con lo spettacolo H3+

Roma, (askanews) - Il chitarrista e cantautore milanese Paolo Benvegnù da novembre sarà impegnato con uno spettacolo teatrale. Si chiamerà "H3+" e racconterà la sua trilogia musicale. Sul palco anche il burattinaio Luca Ronga. A margine del suo concerto a Roma, Benvegnù ci ha parlato del nuovo progetto: "Per quanto riguarda progetti nuovi, abbiamo uno spettacolo teatrale da novembre, si chiamerà ...

 
Una stella sulla Walk of fame per Bateman, con lui c'è Aniston

Una stella sulla Walk of fame per Bateman, con lui c'è Aniston

Roma, (askanews) - L'attore americano Jason Bateman, protagonista della nuovissima serie su Netflix "Ozark", ha ora una sua stella sulla Hollywood Walk of Fame, svelata nel corso di un cerimonia a Los Angeles. Bateman, attore bambino nelle serie tv "La casa nella prateria" (prestava il volto a James Cooper Ingalls, ndr) e premiato con un Golden Globe per il ruolo del manager Micheal Bluth nella ...

 
Skaperol

RIETI

Gli Skaperol presentano “Cambio canale”

Questa sera (martedì 25), alle 22, al Garden Be'er, in via dei Pozzi, verrà presentato "Cambio Canale", primo album del gruppo reatino Skaperol, uscito il 30 giugno. A un ...

25.07.2017

La coppia Tantangelo-D'Alessio è in crisi

Gossip

La coppia Tantangelo-D'Alessio è in crisi

Qualcosa di più di semplici voci maldicenti e malpensanti. Anna Tatangelo che si posta da sola o con il figlio Andrea, Gigi D'Alessio idem. La conferma è arrivata dai diretti ...

22.07.2017

spettacolo Simbas

RIETI

Al chiostro di Santa Lucia lo spettacolo "Odissea"

L’assessorato alla Cultura del Comune e il museo civico, nell’ambito del progetto del Simbas, Sistema territoriale integrato dei musei e delle biblioteche del’Alta Sabina, ...

21.07.2017