Cannes, Sicilian Ghost Story: atto d'amore per Giuseppe Di Matteo

Grassadonia e Piazza aprono la Semaine della Critique

18.05.2017 - 17:00

0

Roma, (askanews) - Per la prima volta un film italiano ha l'onore di aprire la Semaine della Critique al Festival di Cannes. È "Sicilian Ghost Story" di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, ambientato in un piccolo paese della Sicilia dove Giuseppe, 13 anni, scompare all'improvviso.

Solo Luna, sua compagna di classe che ne è innamorata, non si rassegna alla misteriosa sparizione, nel silenzio da parte della famiglia del ragazzo, l'indifferenza e l'omertà del mondo che li circonda. Giuseppe è stato sequestrato dalla mafia, ma Luna non si arrende e continua a cercarlo. E' pronta a scendere in quel mondo oscuro che ha inghiottito Giuseppe e che ha in un lago una misteriosa via d'accesso.

Fabio Grassadonia: "In nome dell'amore che sente è disposta a tutto, anche a rischio della vita pur di strapparlo dalle mani infami che lo condannano alla morte".

Il film è ispirato a un fatto realmente accaduto nel '93: il sequestro di Giuseppe Di Matteo, figlio del pentito Santino Di Matteo, sciolto nell'acido dai corleonesi di Brusca.

Antonio Piazza: "Per noi il film è un atto d'amore verso Giuseppe Di Matteo, a cui è ispirato il film".

"E' una storia che è rimasta a lungo con noi, di dolore, angoscia rabbia, ma per noi raccontabile sul piano della mera realtà".

Lo spunto è arrivato dopo aver letto "Un cavaliere bianco" di Marco Mancassola, racconto contenuto in una raccolta sui più brutti fatti di cronaca italiani, raccontati però inserendo anche l'elemento fantastico.

"Era importante non tradire il fatto, la verità storica, ma ci serviva un'invenzione fantastica che portasse fuori dal buio questo bambino e ce lo restituisse alla luce del sole, perciò avevamo bisogno di una storia d'amore grande".

Una favola nera e d'amore, dramma e realtà. Il film esce contemporaneamente al cinema e per i due è un grande ritorno a Cannes, dopo la vittoria nel 2013 con "Salvo" dei due premi della Semaine de la Critique, Grand Prix e Prix Révélation.

"Questa per noi è una storia emozionante, ci siamo molto legati, è un atto d'amore questo film e il fatto che possa vivere anche la dimensione del rapporto con il pubblico in contemporanea con il Festival, non solo con la critica, è forse il regalo più bello".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Al Palio di Siena benedizione dei cavalli, inni e riti

Al Palio di Siena benedizione dei cavalli, inni e riti

Siena (askanews) - Al Palio di Siena è l'ora della benedizione dei cavalli. Siamo nella contrada della Torre (emblema rappresentato da un elefante che sostiene una torre). Benedizione per il cavallo (Polonski), il fantino Andrea Mari, detto Brio, il capitano Paolo Capelli e il Priore Pierluigi Milozzi. Numerosi contradaioli partecipano alla cerimonia, intonando l'Inno di contrada e i canti tipici ...

 
Gb, ingresso trionfale della portaerei Queen Elizabeth in porto

Gb, ingresso trionfale della portaerei Queen Elizabeth in porto

Portsmouth (askanews) - Un ingresso trionfale per la portaerei 'Hms Queen Elizabeth', la nuova ammiraglia della flotta di sua maestà britannica. Per la prima volta la gigantesca imbarcazione, che è stata varata lo scorso giugno nel fiordo scozzese di Rosyth, è entrata nella base navale della Royal Navy a Portsmouth. Alla cerimonia ha partecipato anche la premier britannica Theresa May che ha ...

 
Regeni, il governo smentisce le rivelazioni del New York Times

Regeni, il governo smentisce le rivelazioni del New York Times

Roma, (askanews) - Non ci sono elementi nuovi sul caso Giulio Regeni e nulla che non sia già stato comunicato alla magistratura: è la linea del governo italiano dopo la pubblicazione di una lunga, dettagliata inchiesta sul New York Times sull'omicidio in Egitto nel novembre 2015 del giovane ricercatore italiano, al Cairo per un dottorato a Cambridge sui sindacati egiziani. L'articolo di Declan ...

 
Una terza donna accusa Polanski: abusò di me quando ero minorenne

Una terza donna accusa Polanski: abusò di me quando ero minorenne

Los Angeles (askanews) - Nuovo guaio per Roman Polanski. Una terza donna si è fatta avanti per accusare il regista franco-polacco, ricercato dalla giustizia americana per lo stupro di una tredicenne 40 anni fa. "Sono stata abusata sessualmente da Roman Polanski quando avevo 16 anni, nel 1973. Il giorno dopo ho detto a una persona amica che cosa Polanski mi aveva fatto. Ma, con quest'unica ...

 
Daniel Craig sarà ancora 007

Cinema

Daniel Craig sarà ancora 007

Daniel Craig ha confermato che sarà nuovamente 007 nel 25esimo film della saga di James Bond. Ma sarà la sua ultima volta nel ruolo dell’agente segreto più famoso al mondo. ...

16.08.2017

Luara Freddi sarà mamma a 45 anni

Gossip

Luara Freddi sarà mamma a 45 anni

Laura Freddi sarà mamma all'età di 45 anni. Lo rivela il settimanale 'Chi', che nel numero in edicola da oggi pubblica le immagini della showgirl in dolce attesa. La diretta ...

16.08.2017

Concerto pianistico di Emanuele Stracchi al Terminillo

RIETI

Concerto pianistico di Emanuele Stracchi al Terminillo

Il 17 Agosto presso l’Auditorium della Chiesa di S. Francesco al Terminillo si terrà un Recital del pianista Emanuele Stracchi, in prima serata alle ore 21.30: una serata ...

15.08.2017