Parigi, Melenchon fa appello all'unità: manteniamo sangue freddo

Il leader di estrema sinistra: è opportuno fermare ogni polemica

21.04.2017 - 18:30

0

Parigi (askanews) - "Il nostro primo dovere è mantenere il sangue freddo, non cedere al panico e non lasciarci trasportare dalle emozioni per non votarci all'odio, alla vendetta e ai rancori. Soprattutto dobbiamo evitare polemiche volgari e grossolane che potrebbero portare a incolparci l'un l'altro, che sarebbe la cosa peggiore in questo momento".

È questo il commento del candidato all'Eliseo di estrema sinistra Jean-Luc Melenchon, all'attacco terroristico avvenuto nella serata del 20 aprile 2017 sugli Champs-Elysées, a Parigi che ha causato la morte di un poliziotto e dell'attentatore e il ferimento di altri due agenti.

"I servizi di sicurezza di Paese - ha continuato Melenchon - indipendentemente dalla leadership politica, fanno del loro meglio e sono molto efficaci ottenendo molti risultati e pagando il loro tributo alla lotta in cui sono impegnati".

"In questo momento - ha concluso - vorrei che si fermasse ogni polemica comprese quelle contro gli attuali leader del Paese. Non è quello di cui abbiamo bisogno in questo momento o che dobbiamo dare a vedere. Dobbiamo mostrare la nostra unità e il fatto che, qualunque siano i mezzi usati contro di noi, non potremo mai cedere".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Cile, manifestanti in piazza per la legge sull'aborto bloccata

Cile, manifestanti in piazza per la legge sull'aborto bloccata

Santiago del Cile (askanews) - La legge sull'aborto c'è ma ancora non si può applicare. Per questo sono scesi in piazza a Santiago del Cile centinaia di manifestanti che la attendevano da decenni. La legge di depenalizzazione dell'aborto approvata mercoledì scorso dal Senato cileno ha infatti incontrato un ostacolo inaspettato, quando l'astensione di un deputato ha fatto sì che - pur approvato ...

 
Silk Way Rally, Despres sfreccia e vince tra le dune del Xinjiang

Silk Way Rally, Despres sfreccia e vince tra le dune del Xinjiang

Milano (askanews) - Il francese Cyril Depres ha vinto il Silk Way Rally 2017, una spettacolare gara d'auto lungo la via della seta, con partenza da Mosca per diecimila chilometri fino alla Cina. Nelle immagini l'ultima tappa nella regione dello Xinjiang, tra le dune del deserto.

 
Incendio blocca la A1: il video dall'auto del cantante de Il Volo

Incendio blocca la A1: il video dall'auto del cantante de Il Volo

Roma (askanews) - L'autostrada A1 Milano-Napoli è stata chiusa nel primo pomeriggio vicino a Roma nel tratto compreso tra l'allacciamento con l'A24 e Ponzano Romano nelle due direzioni a causa di un incendio divampato proprio a ridosso delle carreggiate. Gianluca Ginble, cantante de Il Volo che si trovava in auto proprio in quel tratto, ha postato un video su Instagram, commentando poi: "mai ...

 
La coppia Tantangelo-D'Alessio è in crisi

Gossip

La coppia Tantangelo-D'Alessio è in crisi

Qualcosa di più di semplici voci maldicenti e malpensanti. Anna Tatangelo che si posta da sola o con il figlio Andrea, Gigi D'Alessio idem. La conferma è arrivata dai diretti ...

22.07.2017

spettacolo Simbas

RIETI

Al chiostro di Santa Lucia lo spettacolo "Odissea"

L’assessorato alla Cultura del Comune e il museo civico, nell’ambito del progetto del Simbas, Sistema territoriale integrato dei musei e delle biblioteche del’Alta Sabina, ...

21.07.2017

Leoni d'oro alla carriera a Jane Fonda e Robert Redford

Mostra del cinema di Venezia

Leoni d'oro alla carriera a Jane Fonda e Robert Redford

A Jane Fonda e Robert Redford saranno attribuiti i Leoni d’oro alla carriera della 74a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.  La decisione è stata presa ...

17.07.2017