Premio Marzotto, i vincitori: grande aiuto da fondi e visibilità

Aperto bando 2017, per imprese innovative oltre 2,5 milioni

21.04.2017 - 17:00

0

Milano (askanews) - Più di due milioni e mezzo di euro di premi a sostegno delle piccole e medie imprese innovative e giovani start up: si apre il bando per la settima edizione del Premio Gaetano Marzotto, il riconoscimento ispirato al grande imprenditore del Novecento, voluto da Giannino Marzotto e promosso da Associazione Progetto Marzotto. In questa edizione si sono ristretti i criteri di ingresso con l'obiettivo di trasformare le start up in imprese e acquisire una dimensione più internazionale. Il direttore di Progetto Marzotto, Cristiano Seganfreddo.

"L'idea è quella di partire da un core, che sono i premi importanti in denaro, 300mila e 50mila euro, su quella base abbiamo costruito un network molto evoluto di premi aggiuntivi e percorsi per creare un sistema che sostenga l'innovazione".

In palio ci sono oltre 30 percorsi di affiancamento offerti dal network di incubatori e parchi scientifici e tecnologici affiliati e altri 9 Premi speciali promossi dai partner come Amazon, Cisco, EY e Unicredit. Nel 2016 il primo Premio per l'impresa è andato ad Eucardia, partita nel 2014 che ha ideato heart damper, il dispositivo cardiaco impiantabile per la terapia dell'insufficienza cardiaca, patologia di cui soffrono 25 milioni di persone nel mondo, 15 in Europa. La fondatrice Francesca Parravicini.

"Il grant di 300mila euro è un grosso aiuto per una startup assetata di capitali soprattutto in campo bio medicale, le ricerche hanno un costo importante. L'altra grandissima differenza che ha fatto il premio per noi è la visibilità: prima eravamo una start up bio medicale molto ambiziosa con una sfida enorme e il desiderio di cambiare il paradigma nella cura di una malattia che attualmente è curabile solo con il trapianto, ora siamo i vincitori e questo ci aiuta per il fund raising".

L'impresa si finanzia con capitali privati e finora ha investito 1 milione di euro: per il 2020 si punta ad ottenere il marchio Ce in Europa che permette di passare alla vendita e al primo impianto nell'uomo, in parallelo Eucardia farà lo stesso percorso di test e autorizzazioni negli Stati Uniti.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Parigi (askanews) - La Francia si presenta alle urne per l'elezione del nuovo presidente con l'incubo incombente del terrorismo islamista e nel segno dell'incertezza. Mentre il voto per il primo turno ha già avuto inizio all'estero, con St. Pierre e Miquelon che hanno dato il via alle elezioni alle 8 del mattino locali, precedendo Guyana e Antille, l'esito finale resta più che mai incerto. ...

 
Ania, "scatola nera" in auto per polizze e servizi migliori

Ania, "scatola nera" in auto per polizze e servizi migliori

Napoli (askanews) - Al convegno "Black Box" svoltosi a Napoli il 22 aprile 2017 con il patrocinio del Comune, si è parlato di "scatola nera", un congegno elettronico che non viaggia più solo sugli aerei ma sempre più spesso anche sulle auto. Si tratta di un dispositivo elettronico che registra una grande quantità di dati sulla condotta e lo stile di guida di un assicurato, uno strumento utile per ...

 
Orrore in Egitto: video di soldati che uccidono uomini disarmati

Orrore in Egitto: video di soldati che uccidono uomini disarmati

Il Cairo (askanews) - In queste drammatiche immagini, la realtà di una guerra feroce e senza esclusione di colpi. Nel video postato in rete da attivisti dell'opposizione egiziana si vedono soldati in divisa che uccidono a sangue freddo persone disarmate per poi inscenare una falsa ricostruzione al fine di far credere che le vittime siano morte in combattimento. Le esecuzioni sommarie sarebbero ...

 
Lutto nel ciclismo: morto in incidente stradale Michele Scarponi

Lutto nel ciclismo: morto in incidente stradale Michele Scarponi

Filottrano, Ancona (askanews) - Tragedia nel mondo del ciclismo. È morto a 37 anni Michele Scarponi, investito da un furgone a Filottrano, in provincia di Ancona. L'Aquila di Filottrano, com'era soprannominato, stava allenandosi in sella alla sua bicicletta quando a un incrocio è stato travolto da un furgone. Un'ambulanza del 118 è subito accorsa ma i medici non hanno potuto che constatare il ...