I film tra arte e letteratura di Ben Rivers: frammenti nel tempo

In Triennale a Milano la prima personale dell'artista inglese

21.04.2017 - 13:30

0

Milano (askanews) - C'è una soglia da superare, all'inizio. Ed è una soglia sonora, che accoglie il visitatore della mostra di Ben Rivers alla Triennale di Milano ancora prima di accedere allo spazio espositivo vero e proprio. Una porta che è una sorta di specchio, per citare il Paese delle Meraviglie, da attraversare per entrare nel mondo dell'artista inglese, un videomaker che ha diretto a lungo la Cinemateque di Brighton e che nei suoi film unisce frammenti e materiali eterogenei in maniera dolce e irreale. Lasciando allo spettatore il dovere, in un certo senso, di perdersi nella narrazione.

"Io - ci ha detto Rivers - sono, in un certo senso, contrario alle spiegazioni. Mi piace avere una deliberata ambiguità, che secondo me è un modo per coinvolgere lo spettatore, facendogli intuire che è lui a poter completare questa narrazione nel modo che preferisce. Perché il film è completo solo con il contributo di chi lo guarda".

La mostra "Phantoms", prima personale di Rivers in una istituzione italiana, presenta tre film intorno ai quali è costruito un vero e proprio percorso e ruota, come ci ha spiegato la curatrice Lucia Aspesi, intorno all'atto di collezionare.

"Tutti i film in mostra sono legati a un concetto, che è quello della collezione, la collezione istituzionale dell'Harvard Museum che ha commissionato il film all'ingresso, e l'idea di collezione privata, che va a formare la storia di ciascun individuo e che in qualche modo crea la narrazione che poi attraversa diverse tracce e diversi tempi".

Inevitabile, con così tanti riferimenti alla narrazione, non chiedere a Ben Rivers, i cui lavori fanno pensare all'uso del frammento nell'opera di Kafka, per esempio, qual è il suo rapporto con la letteratura.

"La letteratura - ci ha risposto - è probabilmente la mia influenza più forte, più del cinema. Sono un lettore avido e penso che, in un certo senso, quello che cerco di fare con i miei film è molto vicino a ciò che fa la letteratura, sollecitando l'immaginazione dello spettatore come se fosse un lettore aprendo la possibilità di ripensare in molti modi diversi a quello che sta vedendo".

Una libertà di interpretazione e una molteplicità di sguardi che sono il collante dei materiali raccolti da Rivers e che rappresentano anche una opportunità di nuove vie per una istituzione come la Triennale che il giovane direttore artistico sta, con discrezione e constanza, continuando a battere.

"Sicuramente - ha concluso Lucia Aspesi - è una grande scommessa da parte di Edoardo Bonaspetti e da parte della Triennale il cercare di portare attenzione su questo medium, che in qualche modo sembra quasi obsoleto, ma che di fondo è profondamente contemporaneo, perché legato a quello che è il significato del tempo e della materialità delle cose".

La mostra di Ben Rivers resta aperta al pubblico fino al 28 maggio.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Tumore al seno, sonda italiana velocizza individuazione linfonodo

Tumore al seno, sonda italiana velocizza individuazione linfonodo

Roma, (askanews) - Una tecnologia tutta italiana che consentirà di identificare in maniera molto più rapida il linfonodo pilota, quello da asportare in caso di tumore al seno. E' la sonda presentata da Giuseppe Azzali, di NG Detectors, in occasione del Maker Faire di Roma, presso lo stand di Assobiomedica. "Si tratta di una sonda che permetterà, perché siamo ancora in fase di sviluppo, ...

 
Maltempo, torna il sole in Emilia Romagna, si contano i danni

Maltempo, torna il sole in Emilia Romagna, si contano i danni

Brescello (askanews) - Il sole è tornato a splendere, il peggio sembra passato e si inizia a fare un primo bilancio della situazione. In Emilia-Romagna proseguono gli interventi dei vigili del fuoco per i danni causati dal maltempo, soprattutto nella provincia di Reggio Emilia. Dall'inizio dell'emergenza, fanno sapere i vigili, sono stati effettuati oltre 400 interventi: a Brescello, in località ...

 
Il "Christmas Jumper Day" con Peppa Pig per Save the Children

Il "Christmas Jumper Day" con Peppa Pig per Save the Children

Milano (askanews) - Il "Christmas Jumper Day" di Save the Children compie un anno e, visto il successo dell'edizione 2016, viene celebrato anche quest'anno in tutta Italia. L'evento dedicato ai maglioni natalizi divenuto super-trendy nei paesi anglosassoni, ha contagiato anche la nostra Penisola, più di 2 mila scuole sono coinvolte nel progetto. Oltre allo storico testimonial Manuel Agnelli, si ...

 
Riparte la gara di solidarietà Rai e Telethon, dal 16 maratona tv

Riparte la gara di solidarietà Rai e Telethon, dal 16 maratona tv

Roma (askanews) - Riparte il 16 dicembre la campagna di sensibilizzazione di Fondazione Telethon per la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare, e la Rai fino al 23 dicembre darà grande spazio alla raccolta fondi. La 28esima edizione della maratona televisiva inizierà su Rai1 con lo show "Il mondo a colori", serata di spettacolo condotta da Antonella Clerici con ospiti Luca Zingaretti, ...

 
Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

teatro flavio vespasiano

RIETI

Al Flavio finale nazionale del "Gran premio della danza"

Apertura questa mattina del teatro Flavio Vespasiano per ospitare la finale nazionale della IV edizione del “Gran premio della danza”, con la direzione artistica di Steve ...

09.12.2017

Al teatro Flavio c’è “Copenaghen” di Michael Frayn

RIETI

Al teatro Flavio c’è “Copenaghen” di Michael Frayn

Questa sera (venerdì 8), alle ore 21, al teatro Flavio Vespasiano, è in programma "Copenaghen" di Michael Frayn, opera teatrale con Umberto Orsini, Massimo Popolizio e ...

08.12.2017