I gay perseguitati in Cecenia costretti all'esilio in Russia

Un esule: "Se la mia famiglia sapesse, mi ucciderebbe"

20.04.2017 - 16:30

0

Milano (askanews) - La Russia è un Paese che più di una volta ha mostrato il suo volto omofobo, eppure per molti giovani omosessuali ceceni è diventata una terra di salvezza. Come per Ilia, fuggito dopo essere stato aggredito in un bosco da degli uomini in uniforme militare.

"Ho veramente paura, sapevo cosa avrei passato, sapevo cosa mi avrebbero fatto. Mi hanno trascinato fuori dalla macchina, hanno cominciato a picchiarmi e umiliarmi. Mi dicevano che i gay in Cecenia non devono esistere".

Il dramma degli omosessuali in Cecenia, un paese governato dal fedelissimo di Putin, Kadyrov, è emerso grazie all'inchiesta di Novaya Gazeta, il giornale per cui scriveva Anna Politkovskaja, che ha rivelato l'esistenza di prigioni segrete in cui centinaia di omosessuali sono imprigionati e torturati.

Ma le autorità non sono l'unica minaccia in questo paese musulmano conservatore in cui l'omosessualità è un tabù in tutta la società.

"Se la mia famiglia avesse saputo che sono gay, mi avrebbe ucciso da molto tempo - dice un altro ragazzo ceceno rifugiatosi in Russia - Mi avrebbero ucciso con le loro mani, essere apertamente gay è impossibile per noi".

E con uno Stato che ha negato l'esistenza delle prigioni perché "in Cecenia gli omosessuali non esistono", la situazione non promette di migliorare a breve.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Parigi (askanews) - La Francia si presenta alle urne per l'elezione del nuovo presidente con l'incubo incombente del terrorismo islamista e nel segno dell'incertezza. Mentre il voto per il primo turno ha già avuto inizio all'estero, con St. Pierre e Miquelon che hanno dato il via alle elezioni alle 8 del mattino locali, precedendo Guyana e Antille, l'esito finale resta più che mai incerto. ...

 
Ania, "scatola nera" in auto per polizze e servizi migliori

Ania, "scatola nera" in auto per polizze e servizi migliori

Napoli (askanews) - Al convegno "Black Box" svoltosi a Napoli il 22 aprile 2017 con il patrocinio del Comune, si è parlato di "scatola nera", un congegno elettronico che non viaggia più solo sugli aerei ma sempre più spesso anche sulle auto. Si tratta di un dispositivo elettronico che registra una grande quantità di dati sulla condotta e lo stile di guida di un assicurato, uno strumento utile per ...

 
Orrore in Egitto: video di soldati che uccidono uomini disarmati

Orrore in Egitto: video di soldati che uccidono uomini disarmati

Il Cairo (askanews) - In queste drammatiche immagini, la realtà di una guerra feroce e senza esclusione di colpi. Nel video postato in rete da attivisti dell'opposizione egiziana si vedono soldati in divisa che uccidono a sangue freddo persone disarmate per poi inscenare una falsa ricostruzione al fine di far credere che le vittime siano morte in combattimento. Le esecuzioni sommarie sarebbero ...