Vietato dire non ce la faccio più

Il camper di Lucrezia

13.11.2017 - 15:12

0

Quando chiedo a Mario come ha trovato la forza nei momenti di sconforto, mi risponde "ci aiutiamo a vicenda, così viviamo anche i giorni di allegria". Parla così di sua moglie e della battaglia che stanno portando avanti per la loro bambina. Lucrezia ha quattro anni e una malattia rara. "Ci sono solo altri 8 casi in Italia e 150 nel mondo - spiega Mario - la diagnosi non è arrivata subito, ma sin dai primi mesi ci siamo accorti che qualcosa non andava. Quando scopri una cosa del genere è come esseri presi di soprassalto, come se ti fossi preparato per una vacanza al mare e ti ritrovassi in montagna". A dare coraggio, la voglia di continuare a combattere è proprio Lucrezia, perché lei, nonostante la sua malattia è una bimba allegra, sorride, ha imparato a farsi capire con un linguaggio convenzionato. Ma la famiglia di Lucrezia è speciale anche per un altro motivo. Vive infatti in un camper. Io li ho conosciuti così, l'anno scorso. Erano nel parcheggio di un centro commerciale a Siena. Fuori dal camper un biglietto: "Siamo italiani con figlia invalida, senza lavoro, possiamo contare solo sula vostra generosità". È come entrare in qualsiasi altra casa del mondo, ti invitano ad accomodarti, ti offrono il caffè ed hanno voglia di raccontare la loro storia, ma anche paura perché se il loro obiettivo è cercare aiuto, dall'altra c'è il terrore che gli portino via la bimba. Negli scorsi giorni sono riuscita a riparlare con loro. Mario sembra contento, mi racconta che riescono a pagarsi l'affitto di una casa, ma che la soluzione migliore per la figlia resta il camper. "In casa le sue crisi aumentavano. Lucrezia non cammina, non sta neanche seduta da sola, ma grazie al camper riesce a vivere la vita a modo suo, le permette di avere stimoli diversi, viaggiare in comodità e vedere il mondo. In questo periodo siamo in Salento, l'aria di mare le fa bene". Oggi Mario si sta adoperando perché Lucrezia possa avere una sorta di autobus adibito a casa, con la strumentazione idonea per la sua patologia. In fondo il suo sogno è quello di ogni altro genitore "voglio che la vita di mia figlia sia la migliore possibile". Potete seguire la loro storia anche sui social, sulla pagina Facebook Il camper di Lucrezia.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Venezia (askanews) - Una grande rampa da skateboard dove, fino a qualche mese fa, troneggiava il demone colossale di Damien Hirst. A Palazzo Grassi a Venezia la cultura freestyle entra dalla porta principale in uno dei musei più importanti del mondo con la tre giorni di "Skate the Museum", evento collegato alla mostra del pittore tedesco Albert Oehlen, ma che vive di una vita e di un'energia ...

 
Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Reggio Calabria (askanews) - Nelle baraccopoli di San Ferdinando e di Rosarno non c'è rispetto dei diritti umani, c'è un degrado umano. Perché le autorità se ne accorgono solo quando succedono questi casi gravi e si continua a mantenere operative queste strutture quando si potrebbe benissimo fare l'ospitalità diffusa e utilizzare le case della piana e dei centri storici che non sono abitate. Non ...

 
A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

Reggio Calabria (askanews) - C'erano centinaia di migranti, lavoratori stagionali, sindacalisti ma anche tanti amministratori locali a Reggio Calabria, in occasione della manifestazione organizzata dall'Unione sindacale di base (Usb) per chiedere giustizia dopo l'omicidio di Soumaila Sacko, il bracciante del Mali ucciso a fucilate il 2 giugno 2018 mentre recuperava alcune vecchie lamiere in una ...

 
teatro flavio vespasiano

RIETI

Al teatro in scena i celebri "Carmina Burana"

Sabato 23 giugno, alle 18, al teatro Flavio Vespasiano, sono in programma i celebri "Carmina Burana" di Carl Orff, versione per soli, coro, due pianoforti e percussioni ...

22.06.2018

Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

RIETI

Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

Giovedì 21 giugno alle ore 19.00 presso la Chiesa di San Rufo a Rieti,  concerto di Musica barocca, in occasione della Festa Europea della Musica, con Sandro Sacco al Flauto ...

17.06.2018

Emozioni nel cuore dell'Italia con Lino Guanciale e Davide Cavuti

CITTAREALE

Emozioni dai luoghi colpiti dal sisma con Lino Guanciale e Davide Cavuti

Dopo la convivialità del Teatro delle Ariette andata in scena lo scorso 8 giugno, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma con I SOGNATORI HANNO I ...

14.06.2018