Sempre più Fairtrade

Sempre più Fairtrade

Presentato a Milano il Rapporto annuale di attività e una ricerca Nielsen sui consumi etici

31.05.2018 - 14:45

0

Roma, 31 mag. (AdnKronos) - Sempre più commercio equo: nel 2017 i consumatori italiani hanno speso 130 milioni di euro nel nostro Paese per prodotti certificati Fairtrade. E' quanto emerge dal Rapporto annuale di attività presentato oggi a Milano insieme a una ricerca Nielsen sui consumi etici.

Il Marchio internazionale di Certificazione, presente su più di 750 prodotti in oltre 5.000 punti vendita del Paese, assicura ai consumatori che gli agricoltori dei Paesi in via di sviluppo ricevano migliori condizioni commerciali e di lavoro. Fairtrade prevede il pagamento del Premio Fairtrade alle organizzazioni di Asia, Africa e America Latina all’origine delle filiere, ovvero un margine di guadagno aggiuntivo per avviare progetti sanitari, di emancipazione sociale o di miglioramento della produzione. Inoltre, per la maggior parte delle materie prime, è previsto il pagamento di un Prezzo Minimo Fairtrade, tale da coprire i costi medi per una produzione sostenibile.

Tra i prodotti che segnalano la crescita più significativa le banane, che raggiungono volumi di vendita pari a 13.600 tonnellate (+11%), il caffè con 810 tonnellate di caffè verde (+10%), cacao con 1.600 tonnellate di fave di cacao (+100%) e zucchero con 3.300 tonnellate (+10%).

Vendite che hanno generato, sotto forma di Premio Fairtrade, un ritorno economico alle comunità di Asia, Africa e America Latina di circa 703.000 euro per le banane, 309.000 euro per il cacao, 334.00 per il caffè e 221.00 per lo zucchero.

Gli italiani che hanno acquistato prodotti Fairtrade hanno sostenuto la crescita e lo sviluppo delle comunità per una cifra pari a 1 milione e 640mila euro, se si fa riferimento nel complesso a tutte le principali categorie merceologiche.

In una ricerca condotta da Nielsen sempre più italiani dichiarano di acquistare prodotti etici nei negozi alimentari generici, ovvero supermercati, ipermercati e discount (si tratta di oltre la metà del campione, 51%, a fronte del 36% registrato nel 2014).

Inoltre, rispetto a quattro anni fa i consumatori affermano una maggiore preferenza per i prodotti del commercio equo e solidale (si passa dal 23% del 2014 al 29% di quest’anno). Per quello che riguarda Fairtrade, la fonte principale di conoscenza del marchio restano i prodotti, seguiti da Internet. Cresce la conoscenza tra i giovani (fascia d’età 25-34), e nel Nord-est del Paese, seguito da Nord-ovest, Centro e Sud.

Tra le novità che si prospettano per l’anno in corso, l’introduzione, a livello internazionale, dei 'Marchi di Ingrediente Fairtrade'. Le aziende partner del circuito, a fronte di un impegno di acquisto di materie prime certificate Fairtrade da utilizzare in prodotti multingrediente, potranno avvalersi dell’utilizzo di marchi specifici per la tipologia di materia prima acquistata. Il modello è entrato in vigore per tutte le categorie di prodotto tranne caffè e banane.

"La crescita che continuiamo a riscontrare sia nelle vendite dei prodotti che nella riconoscibilità del marchio ci indicano che i cittadini sono i nostri migliori alleati per creare un giusto impatto e cambiamento verso la sostenibilità", ha dichiarato Paolo Pastore, direttore operativo di Fairtrade Italia.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Da Wagamama a Milano: Oriente in tavola dalla colazione alla cena

Da Wagamama a Milano: Oriente in tavola dalla colazione alla cena

Milano (askanews) - La cucina panasiatica di Wagamama apre i battenti nel cuore di Milano. In via San Pietro all'Orto, a pochi passi dal Duomo, è tutto pronto il terzo locale in Italia del brand inglese, anche se in realtà questo, a modo suo, è un esordio considerato il contesto diverso da quello dell'Oriocenter e di Malpensa, dove è già presente da anni. Abbiamo incontrato Maurizio Ravioli, ...

 
Estate 2018, la Costa Smeralda punta sui giovani con Waterfront

Estate 2018, la Costa Smeralda punta sui giovani con Waterfront

Milano (askanews) - Rilanciare la Costa Smeralda rispetto ad altre mete del Mediterraneo come Mykonos, Capri o Ibiza, a partire da nuovi servizi per il segmento del lusso: è il piano strategico di Smeralda Holding, società italiana controllata dal fondo sovrano Qatar Investment Authority, che nel 2017 per la prima volta ha superato i 100 milioni di euro di ricavi (100,5 milioni di euro, +15% ...

 
Ficarra e Picone presentano "Fuoricinema Mediterraneo"

Ficarra e Picone presentano "Fuoricinema Mediterraneo"

Palermo (askanews) - I due comici palermitani Ficarra e Picone hanno presentato, nella chiesetta di Sant'Antonio Abate, nel complesso monumentale di palazzo Steri di Palermo, la rassegna "Fuoricinema Mediterraneo" di cui sono direttori artistici. La kermesse di svolgerà dal 22 al 24 giugno all'orto Botanico di Palermo. La terza edizione nazionale avrà luogo a Milano dal 14 al 16 settembre. ...

 
Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

RIETI

Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

Giovedì 21 giugno alle ore 19.00 presso la Chiesa di San Rufo a Rieti,  concerto di Musica barocca, in occasione della Festa Europea della Musica, con Sandro Sacco al Flauto ...

17.06.2018

Emozioni nel cuore dell'Italia con Lino Guanciale e Davide Cavuti

CITTAREALE

Emozioni dai luoghi colpiti dal sisma con Lino Guanciale e Davide Cavuti

Dopo la convivialità del Teatro delle Ariette andata in scena lo scorso 8 giugno, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma con I SOGNATORI HANNO I ...

14.06.2018

teatro da mangiare

CITTAREALE

Va in scena "Teatro da mangiare?"

Dopo la magia del circo di Nicole & Martin andata in scena lo scorso aprile ad Amatrice, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma del 2016, questa ...

08.06.2018