simone petrangeli

RIETI

Per Petrangeli non si esclude l'ipotesi della presidenza Cotral

26.03.2018 - 16:18

0

Poche reazioni alla decisione del riconfermato presidente della Regione, Nicola Zingaretti, di lasciare fuori Rieti dalla giunta, inserendo invece rappresentanti di Viterbo e Latina che, al contrario, erano rimasti fuori nella precedente esperienza di governo. Certo, la delusione nel centrosinistra reatino non manca, soprattutto nell'ala sinistra, quella della lista civica Zingaretti, che faceva riferimento a Massimiliano Smeriglio e che era quasi sicura di poter salutare con entusiasmo l'ingresso in giunta dell'ex sindaco di Rieti, Simone Petrangeli. La partita per l'avvocato reatino era sembrata subito difficile agli addetti ai lavori - al di là dei proclami ufficiali - e già da qualche giorno si era capito che non ci sarebbe stato spazio. Troppi gli equilibri romani da garantire, troppe le province da risarcire per le assenze della precedente giunta, una situazione insomma che era sembrata subito difficile per Rieti. E se in casa Partito Democratico il quadro era sembrato subito chiaro, nonostante una flebile speranza che era rimasta accesa per l'assessore uscente Fabio Refrigeri, a sinistra in molti ci credevano. Ora da quelle parti sperano che almeno quell'ambiente - che ha comunque garantito quasi 5mila preferenze a Petrangeli - possa essere risarcito con un incarico, magari nella ricostruzione del post terremoto o nel delicato settore dei trasporti, innanzitutto nel Cotral. Intanto da destra attaccano Zingaretti e il centrosinistra regionale. “E' con grande delusione che apprendiamo la notizia dell' esclusione del territorio della provincia di Rieti dalla Giunta regionale del Lazio - dichiara il coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia, Daniele Sinibaldi - una scelta sconsiderata che dimostra l'ipocrisia della sinistra targata Zingaretti, reduce da una campagna elettorale durata un anno e mezzo, tra sfilate e promesse di un impegno concreto e diretto, di una considerazione per un territorio massacrato da una profonda crisi prima e dal terremoto poi. Una scelta che misura il peso politico di un ormai ex classe dirigente del centrosinistra reatino che non conta abbastanza per meritare rispetto, visto il risultato mediocre della tornata elettorale politica e regionale. Un magro bottino elettorale che ha come risultante una non considerazione politica all'interno della coalizione che ha ritenuto di bocciare tutti, compreso l'ex assessore Refrigeri”.

mar. fug.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Aquarius, odissea finita. E ora cosa accade ai 630 migranti?

Aquarius, odissea finita. E ora cosa accade ai 630 migranti?

Valencia, (askanews) - L'odissea è finita: i 630 migranti a bordo delle navi Aquarius, Dattilo e Orione, hanno finalmente toccato terra, sbarcando a Valencia dopo 9 giorni di navigazione. Ma per loro si apre ora un grande interrogativo sul futuro. Dove potranno vivere? Cosa faranno ora? E soprattutto saranno rispediti nelle loro terre di origine? A quanto annunciato dal premier spagnolo Pedro ...

 
Altro

Borsa: europee chiudono in rosso, a Piazza Affari giù Snam e Poste

Le Borse europee archiviano in rosso la seduta odierna di scambi. I timori per un ulteriore inasprimento della guerra commerciale tra Usa e Cina sui dazi appesantisce i mercati del Vecchio continente che, sulla scia di Wall Street, chiudono con il segno meno, lasciando sul terreno perdite che oscillano tra lo 0,40% di Milano e l’1,36% di Francoforte.  Unica piazza in controtendenza è Londra, che ...

 
A Londra svelata "Mastaba", la nuova opera gigante di Christo

A Londra svelata "Mastaba", la nuova opera gigante di Christo

Londra (askanews) - Esattamente a due anni di distanza dai Floating Piers del Lago d'Iseo, è stata svelata a Londra la nuova opera gigante dell'artista Christo: si chiama Mastaba. E' stata allestita nel lago Serpentine di Hyde Park a Londra. Si tratta di una struttura composta da 7.506 barili colorati che poggiano su una piattaforma di cubetti di plastica. L opera sarà visibile dal 19 giugno fino ...

 
Aquarius, medico MSF a bordo: da Italia politica inumana, indegna

Aquarius, medico MSF a bordo: da Italia politica inumana, indegna

Valencia, (askanews) - Una politica "disumana, indegna" quella messa in atto dall'Italia di respingere i migranti a bordo della nave Aquarius. Parla Aloys Vimard, project coordinator di Medici Senza Frontiere, a capo dell'équipe medica sull'Aquarius: "La decisione dell'Italia rappresenta il livello della politica europea. Sfortunatamente è un passo in più di una politica disumana, indegna e che ...

 
Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

RIETI

Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

Giovedì 21 giugno alle ore 19.00 presso la Chiesa di San Rufo a Rieti,  concerto di Musica barocca, in occasione della Festa Europea della Musica, con Sandro Sacco al Flauto ...

17.06.2018

Emozioni nel cuore dell'Italia con Lino Guanciale e Davide Cavuti

CITTAREALE

Emozioni dai luoghi colpiti dal sisma con Lino Guanciale e Davide Cavuti

Dopo la convivialità del Teatro delle Ariette andata in scena lo scorso 8 giugno, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma con I SOGNATORI HANNO I ...

14.06.2018

teatro da mangiare

CITTAREALE

Va in scena "Teatro da mangiare?"

Dopo la magia del circo di Nicole & Martin andata in scena lo scorso aprile ad Amatrice, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma del 2016, questa ...

08.06.2018