incendio

POGGIO MIRTETO

Incendio distrusse 50mila metri quadrati di bosco: arrestato piromane di Poggio Mirteto

10.03.2018 - 17:24

0

Questa mattina i militari della speciale Task Force messa in campo dal Gruppo Carabinieri Forestale di Rieti per il contrasto del reato di incendio boschivo dell’estate 2017, ha dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari, con applicazione del braccialetto elettronico, nei confronti di un giovane di Poggio Mirteto, ritenuto responsabile dell’incendio  boschivo verificatisi nel territorio del Comune di Poggio il giorno 8 agosto 2017. L’attività d’indagine, avviata dalla Stazione Carabinieri Forestale di  Poggio Mirteto  è stata condotta in sinergia con la speciale Task Force  che ha già fatto registrare ben quattro arresti a carico degli  autori  di alcuni dei  roghi che nella scorsa estate hanno funestato migliaia di ettari di bosco della provincia reatina. Con questo quinto  arresto, emerge inequivocabile la professionalità investigativa dei militari della Specialità Forestale dell’Arma dei Carabinieri di Rieti, che operando con metodologie e tecniche innovative,ma anche grazie alla conoscenza del territorio, alla costanza e perseveranza dell’azione, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Rieti ed in particolare per il caso in esame con il Sostituto Procuratore  Rocco Gustavo Maruotti, è stato possibile assicurare alla giustizia un quinto uomo. Risultato questo mai raggiunto in precedenza e che pone al provincia di Rieti ai primi posti per le attività di contrasto ai crimini ambientali connessi agli incendi di matrice dolosa. Così, dopo sette mesi di indagini successive al rogo dell’otto agosto 2017, che aveva mandato in fumo ben 50.000 metri quadrati di superficie prevalentemente boscata, impegnando uomini e mezzi a terra, ma anche mezzi aerei, con grande dispendio di energie per domare le fiamme e, attimi di vera paura, quando le fiamme hanno lambito le abitazioni di Poggio Mirteto, distruggendone  una e danneggiando seriamente altre due, senza trascurare la necessità di evacuare parte del centro abitato,  i militari della Specialità Forestale assicurano alla Giustizia il quinto incendiario della stagione 2017. Sette mesi trascorsi a ricostruire istante per istante gli attimi che hanno preceduto l’inizio del rogo, indizi raccolti grazie al M.E.F. (Metodo delle Evidenze Fisiche) che sono diventati prove schiaccianti, il  “punto di insorgenza” e l’area limitrofa passata letteralmente al “setaccio”,  indagini che non hanno lasciato nulla al caso, testimonianze che hanno fornito input operativi e   il conforto della Procura della Repubblica, hanno permesso di  giungere all’atto conclusivo dell’arresto dell’incendiario. Per la stagione estiva 2018,  si confida nella massima collaborazione della cittadinanza, con particolare riferimento alla prevenzione, affinché non sia funestata dai roghi che hanno caratterizzato quella passata.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Altro

Borse positive, corre Bper ma frena Fca

Le Borse europee chiudono in rialzo. Riflettori puntati sulla riunione dei Paesi Opec: è stato deciso all'unanimità un aumento della produzione fino a un milione di barili al giorno. A fine seduta a Milano guadagna lo 0,99%, spread in calo. Maglia rosa per Londra +1,67%, positive le piazze di Parigi +1,34% e Francoforte +0,54%. A Piazza Affari corre Bper +7,36% dopo che il gruppo Unipol ha ...

 
Lincei: giovani e relazioni internazionali tra priorità Accademia

Lincei: giovani e relazioni internazionali tra priorità Accademia

Roma, (askanews) - Si è chiuso oggi a Palazzo Corsini, alla presenza del capo dello Stato Sergio Mattarella, il 415esimo Anno Accademico dei Lincei, la più antica Accademia del mondo. L'Adunanza solenne si è aperta con la relazione del presidente Alberto Quadrio Curzio sull'attività svolta nell'Anno Accademico 2017-2018 e nel triennio 2015-2018 che lo ha visto alla guida della prestigiosa ...

 
teatro flavio vespasiano

RIETI

Al teatro in scena i celebri "Carmina Burana"

Sabato 23 giugno, alle 18, al teatro Flavio Vespasiano, sono in programma i celebri "Carmina Burana" di Carl Orff, versione per soli, coro, due pianoforti e percussioni ...

22.06.2018

Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

RIETI

Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

Giovedì 21 giugno alle ore 19.00 presso la Chiesa di San Rufo a Rieti,  concerto di Musica barocca, in occasione della Festa Europea della Musica, con Sandro Sacco al Flauto ...

17.06.2018

Emozioni nel cuore dell'Italia con Lino Guanciale e Davide Cavuti

CITTAREALE

Emozioni dai luoghi colpiti dal sisma con Lino Guanciale e Davide Cavuti

Dopo la convivialità del Teatro delle Ariette andata in scena lo scorso 8 giugno, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma con I SOGNATORI HANNO I ...

14.06.2018