scuola Marconi

RIETI

"Sentenza epocale: da chiudere le scuole non a norma antisismica"

12.01.2018 - 20:28

0

“Sentenza epocale della Cassazione: il sindaco e il presidente della Provincia di Rieti dovranno chiudere tutte le scuole non a norma antisismica se non vogliono essere perseguibili per ‘omissione di atti d’ufficio’”. Torna in trincea il gruppo genitori “Filippo Sanna” alla luce della sentenza n. 2118/2017 che sposa, sostiene il gruppo non senza un pizzico di soddisfazione, “quello che abbiamo sempre sostenuto in tema di edilizia scolastica e che è riassumibile nel motto ‘nessun rischio è accettabile se è evitabile’". Nello specifico, i giudici di Cassazione hanno ritenuto fondato il ricorso della procura di Grosseto avverso l’ordinanza con cui il tribunale di Grosseto, in accoglimento della richiesta di riesame proposta da un sindaco indagato per il reato di abuso d’ufficio, aveva revocato il sequestro preventivo disposto dal gip su un plesso scolastico ritenuto inadeguato, seppur minimamente, "rispetto ai vigenti parametri costruttivi antisismici". Chiare le motivazioni: "Il tribunale del riesame cautelare, incorrendo in erronea applicazione dell’indicato principio, ha ritenuto di poter escludere l’aggravamento delle conseguenze del reato di omissione di atti di ufficio, per aver omesso di inibire al persistente uso della collettività un edificio scolastico, in quanto non rispondente a criteri di adeguatezza sismica - in ragione della bassa sismicità della zona e del rilevato minimo scostamento dai parametri tecnici della tecnica di edificazione dell’immobile". Il principio di cui si parla, dicono ancora dal gruppo di genitori, è quello secondo cui il "periculum rilevante", al fine dell’adozione del sequestro preventivo dell’edifico scolastico, "deve essere inteso non già come mera astratta eventualità, ma come concreta possibilità". “Pertanto, una sentenza che dice chiaramente a tutti gli amministratori locali d’Italia di chiudere quelle scuole che non rispettano la normativa antisismica se non si vuole incorrere nel reato di omissione d’atti di ufficio e nel sequestro preventivo da parte delle Procure”. A questo punto, i genitori del “Filippo Sanna” ritengono inevitabile per sindaco, presidente della Provincia e assessorati competenti di procedere con la chiusura di tutti quei plessi scolastici che, come in parte confermato dalla relazione del Critevat consegnata ad agosto 2017 al Comune di Rieti, risultano non rispondenti alle norme tecniche per le costruzioni (NTC08) e in situazioni molto più critiche di quella rappresentata nella sentenza della Cassazione. “Se ciò non dovesse avvenire, saremo costretti a rinnovare il nostro esposto alla Procura che, di fronte a fatti già molto circostanziati, non potrà far altro che intervenire come fatto dalla procura di Grosseto. D’altronde - concludono - che senso ha far partire le inchieste e i sequestri solo quando ci sono stati i morti?”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Operai morti intossicati a Milano, indagine per omicidio colposo

Operai morti intossicati a Milano, indagine per omicidio colposo

Milano (askanews) - Omicidio colposo plurimo. Il legale rappresentante della e il responsabile della sicurezza della Lamina spa di Milano saranno indagati per la morte dei tre operai rimasti uccisi nel pomeriggio del 16 gennaio da vapori e gas tossici che potrebbero essersi sprigionati durante la pulizia del forno della fabbrica. Un atto dovuto uqlello della procura per permettere agli inquirenti ...

 
Operai morti a Milano, sciopero cittadino metalmeccanici e corteo

Operai morti a Milano, sciopero cittadino metalmeccanici e corteo

Milano (askanews) - La segretaria generale di Milano della Fiom-Cgil, Roberta Turi, ha annunciato oggi che in seguito alla morte di tre lavoratori avvenuta ieri alla Lamina Spa di Milano, Fiom-Fim-Uilm hanno proclamato per venerdì prossimo due ore di sciopero dei lavoratori metalmeccanici delle aziende del capoluogo lombardo (e un'ora per quelle della Lombardia) e indetto un corteo che da piazza ...

 
Dentro le civiltà precolombiane: "Il mondo che non c'era"

Dentro le civiltà precolombiane: "Il mondo che non c'era"

Venezia (askanews) - Una mostra per raccontare, per la prima volta insieme, tutte le civiltà precolombiane del centro e sud America, attraverso la collezione di oggetti e reperti d'arte, ma non solo, raccolti negli anni da Giancarlo Ligabue. "Il mondo che non c'era", allestita nelle magnifiche sale di Palazzo Loredan a Venezia, è un vero e proprio viaggio alla riscoperta di un universo, portato ...

 
Altro

Borsa, Milano resiste

La Borsa di Milano resiste ai venti ribassisti che da lunedì hanno iniziato a soffiare sui mercati europei e chiude la seduta in leggero rialzo, sopra i 23.500 punti. Gli altri indici sono tutti negativi, nonostante l’andamento di Wall Street, oggi di nuovo intorno ai 26mila punti. Sul Ftse Mib è in spolvero Moncler, che guadagna oltre il 3 per cento. In forte calo Bper (-1,95%), e Tim (-1,6%).

 
Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Cinema

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Leonardo DiCaprio e Quentin Tarantino di nuovo insieme. La star di Hollywood sarà nel cast del nuovo film del regista dopo aver collaborato nel 2012 per Django Unchained. Sul ...

13.01.2018

Al teatro Flavio Vespasiano l'anteprima nazionale di "Mediterranea"

RIETI

Al teatro Flavio Vespasiano l'anteprima nazionale di "Mediterranea"

Torna la grande danza al teatro Flavio Vespasiano con l’anteprima nazionale di “Mediterranea”. Lo spettacolo è in programma mercoledì 10 gennaio alle 21.   “Mediterranea” ...

08.01.2018