schneider

RIETI

Stato di agitazione all’Elexos e mobilitazione al ministero

12.01.2018 - 12:38

0

Situazione sempre più complicata e scenari sempre meno chiari per Elexos. Organizzazioni sindacali e Rsu sono tornati a fare il punto su quello che è lo stato dell'azienda, che versa in condizioni critiche. La prima problematica, già nota ma nuovamente ribadita, è l’assenza di attività unitamente alla poca chiarezza in merito alle prospettive future dell'azienda. "Ricordiamo che Elexos nasce per volontà di Schneider dopo una lunga vertenza e con un accordo fatto al ministero dello sviluppo economico in cui la stessa multinazionale garantiva un sostegno anche in termini di attività produttive - dice Luigi D'Antonio, segretario Fiom Cgil Rieti-Roma Eva, effettuando una sorta di cronistoria dell'azienda - sulla base di alcuni accordi che derivavano principalmente da impegni di Schneider nel garantire commesse, ma purtroppo, ad oggi, buona parte di quell'accordo non è rispettato visto che quelle commesse non sono arrivate nonostante Elexos sia partita già da 2 anni". Un quadro dunque che evidenzia una situazione di particolare difficoltà alla quale i sindacati stanno tentando di far fronte. "Alla luce di tale situazione - prosegue D'Antonio - abbiamo richiesto, da oltre 3 mesi, un incontro al Mise per una verifica dell'accordo, ma non abbiamo ancora avuto risposta". E' a seguito di questo silenzio che i sindacati (Fim-Cisl Giuseppe Ricci, Fiom-Cgil D'Antonio e Uilm-Uil Franco Camerini) hanno deciso di organizzare un'assemblea urgente con i dipendenti Elexos per proclamare lo stato di agitazione in una giornata di mobilitazione al ministero dello sviluppo economico con l'intento di ottenere la convocazione dell'incontro. "Chiederemo la partecipazione delle istituzioni locali a sostegno delle ragioni dei lavoratori e il rispetto dell'accordo", conclude il segretario della Fiom.

ila. far.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Dopo 8 anni la Grecia esce dal programma di aiuti dell'Ue

Dopo 8 anni la Grecia esce dal programma di aiuti dell'Ue

Lussembgurgo (askanews) - I ministri delle Finanze dell'Eurozona, riuniti in Lussemburgo, hanno sancito la chiusura del commissariamento per la Grecia che finalmente, dopo 8 anni, esce dal programma di aiuti dell'Unione europea e dà addio all'era della troika che ha garantito prestiti per 273 miliardi, ritornando alla sovranità finanziaria dopo l'ultima tranche di finanziamenti per ulteriori 15 ...

 
Altro

Oltre la crisi: il workersbuyout e la cooperazione.

Sono molteplici le motivazioni per le quali una azienda chiude e non è solo la crisi. La modalità del workersbuyout consente ai lavoratori di costituirsi in cooperativa e cercare di cambiare le cose.

 
Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

RIETI

Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

Giovedì 21 giugno alle ore 19.00 presso la Chiesa di San Rufo a Rieti,  concerto di Musica barocca, in occasione della Festa Europea della Musica, con Sandro Sacco al Flauto ...

17.06.2018

Emozioni nel cuore dell'Italia con Lino Guanciale e Davide Cavuti

CITTAREALE

Emozioni dai luoghi colpiti dal sisma con Lino Guanciale e Davide Cavuti

Dopo la convivialità del Teatro delle Ariette andata in scena lo scorso 8 giugno, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma con I SOGNATORI HANNO I ...

14.06.2018

teatro da mangiare

CITTAREALE

Va in scena "Teatro da mangiare?"

Dopo la magia del circo di Nicole & Martin andata in scena lo scorso aprile ad Amatrice, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma del 2016, questa ...

08.06.2018