generale Tullio Del Sette

CITTADUCALE

Alla Scuola forestale carabinieri il concerto di saluto al I corso in “Tutela forestale, ambientale e agroalimentare”

06.12.2017 - 11:24

0

Oggi, alle ore 18, presso la Scuola Forestale Carabinieri di Cittaducale, avrà luogo il concerto di saluto al primo corso di specializzazione in “Tutela forestale, ambientale e agroalimentare” riservato ai marescialli carabinieri. L’evento concertistico vedrà la presenza del comandante generale dell’Arma dei carabinieri, generale di corpo d’armata, Tullio Del Sette, dei massimi vertici dell’Arma, oltre alle Autorità Civili e Militari ed ai Presidenti dell’Anc e Onaomac e dell’Associazione Forestali in congedo. Il concerto “Marce e Canti del Carosello” e “Il fascino della montagna”, prevederà l’esibizione del Coro dei Carabinieri Forestali e del Coro Polifonico “Salvo D’Acquisto” (Coro Interforze della Famiglia Militare con l’Alto Patronato dell’Ordinariato Militare per l’Italia), con la partecipazione della Fanfara del 4°Reggimento Carabinieri a cavallo. Il Coro dei Carabinieri Forestali le cui origini risalgono al 1979, quando per iniziativa dell’allora Direttore della Scuola del C.F.S. di Cittaducale, Silvano Landi, durante il 36° corso Allievi Guardie forestali “La Maiella”, fu creato il nucleo corale, è composto da circa 40 coristi che prestano servizio in varie zone d’Italia, con un repertorio ricco di brani della tradizione alpina, prevalentemente trentina, e di quella corale italiana in genere, con il rimaneggiamento delle marce d’ordinanza “Foresta” e “Nel silenzio di sentieri”, nonché “Signore delle Cime” che ha accompagnato sempre, la preghiera al Santo Patrono dei forestali San Giovanni Gualberto. Il Coro Polifonico “Salvo D’Acquisto, la cui costituzione è stata promossa nel 2003 dal Colonnello dei Carabinieri Antonio Ricciardi e dai Soci Fondatori, consta di circa ottanta coristi, una formazione amatoriale tra militari, parenti e amici. Con l'adesione entusiastica del Prof. Alessandro D'Acquisto, fratello dell'Eroe, il nascente Coro si è intitolato al Vicebrigadiere dei Carabinieri Medaglia d'Oro al Valor Militare "Salvo D'Acquisto", ricevendo l'Alto Patronato dell'Ordinariato Militare per l'Italia, che ne aveva approvato lo spirito e le finalità. Nel 2013 è stato ufficialmente riconosciuto da Assoarma (Consiglio nazionale permanente delle associazioni d’Arma), quale “Coro Interforze della Famiglia Militare”, attese le convergenti finalità istituzionali e per sviluppare in sinergia un ambizioso programma di attività per meglio divulgare valori artistici e culturali propri del mondo militare. Tra i brani più significativi dello spirito e della natura del Coro vi sono “Alma Madre Italia”, musicata dal Direttore della Banda dell’Arma dei Carabinieri, M° Vincenzo Borgia con parole scritte dal Generale di Corpo d’Armata Salvatore Fenu, e “Inno alla Virgo Fidelis”, con musica del Direttore della Banda M. Domenico Fantini e parole del Prof. Mario Scotti. Le origini della Fanfara dei Carabinieri a cavallo si legano idealmente ai drappelli dei musicanti a cavallo presenti fin dall’antichità, in tutti gli eserciti che, soprattutto nel campo di battaglia, avevano il compito di trasmettere gli ordini dei Comandanti con il suono squillante dei fiati e il marziale rullio delle percussioni. La Fanfara dei carabinieri a cavallo che nacque nel 1829 era composta in origine da 12 trombettieri o trombetti e un Brigadiere Capo Trombetta e aveva sede a Torino. Successivamente fu ampliata di ulteriori unità e dal 2001 è diretta dal luogotenente Fabio Tassinari con sede nella caserma “Vice Brigadiere Salvo D’Acquisto” di Roma. Gran parte dei brani eseguiti durante il Carosello sono stati scritti dai Capi Fanfara e dai Maestri Direttori della banda dell’Arma.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Economia

Mercati cauti, le borse europee chiudono contrastate

Sul listino principale della piazza milanese, in flessione dello 0,09%, soffrono, con ribassi oltre il punto percentuale, Recordati, Atlantia, Enel e le utility e i titoli del comparto petrolifero, con Tenaris e Saipem, mentre Eni riesce a chiudere sulla parità.

 
Nasce Federazione Il Jazz Italiano, Fresu: ora siamo un'orchestra

Nasce Federazione Il Jazz Italiano, Fresu: ora siamo un'orchestra

Roma, (askanews) - È nata la Federazione "Il Jazz Italiano", che chiama a raccolta quattro associazioni rappresentative del settore, prodotto di eccellenza del Belpaese: I-Jazz, associazione dei festival italiani (dal 2008), MidJ, acronimo di Musicisti italiani di Jazz (dal 2014) e le neonate Adeidj, associazione delle etichette indipendenti di jazz, e Italia Jazz Club, che riunisce i locali di ...

 
Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Il Musi’ trio in concerto al Foyer del Teatro Flavio Vespasiano.

RIETI

Il Musi’ trio in concerto al Foyer del Teatro Flavio Vespasiano.

Domenica 11 febbraio alle ore 17.00 presso il Foyer del Teatro Flavio Vespasiano, in occasione della stagione concertistica promossa dall’Assessorato alla cultura del Comune ...

06.02.2018

Alla Sala dei Cordari lo spettacolo "Pinocchio, un burattino contro il bullismo"

RIETI

Alla Sala dei Cordari lo spettacolo "Pinocchio, un burattino contro il bullismo"

Arriva a Rieti, presso Sala dei Cordari, il Teatro Umbro dei Burattini con lo spettacolo "Pinocchio, Le Avventure di un sognatore" (Sabato 20 gennaio, Sala dei Cordari ore 15....

18.01.2018