piazza san francesco

RIETI

Cicchetti: "Migranti, la misura è colma. Più polizia e illuminazione a San Francesco"

16.09.2017 - 15:27

0

“L'ennesima rissa tra migranti, susseguente a precedenti e recenti episodi di violenza, compresa quella ai danni degli agenti penitenziari del carcere di Vazia, testimonia che la misura è ormai colma. Chi vuole ospitalità in questa terra deve comportarsi secondo i canoni dell'antica e collaudata civiltà europea. Chi non intende uniformarsi è bene che venga rispedito rapidamente a casa propria. È giusto che si certifichi  finalmente il reale numero di presenze nella nostra città, numero che non può essere, di soppiatto, aumentato raccogliendo soggetti che si fanno trovare la mattina di fronte agli uffici della questura e affermano di essere stati lì sbarcati da misteriosi personaggi. Sembra quasi che la proverbiale tolleranza della città sia stata scambiata per dabbenaggine da personaggi che suggerirebbero l'arrivo a Rieti perché considerata priva di controlli e di azioni di contrasto  alla illegalità. D'altronde, è bene ricordare che la Rieti pacifica e tranquilla fu considerata, circa trent'anni fa, luogo di elezione di loschi e tristissimi traffici di stranieri. Lo sgombero alla chetichella avvenuto stamani, dopo l'ennesimo episodio di violenza di ieri sera, da alcuni vicoli del quartiere San Francesco, induce a pensare che ci sia un eccesso di presenze nelle abitazioni destinate ad accogliere i migranti. La modalità di tali trasferimenti, con materassi gettati a terra sulla strada come rifiuti ingombranti e poi ripresi per il loro naturale utilizzo, pone, oltretutto, seri problemi di igiene che non possono sfuggire a chi esercita il ruolo di massima autorità sanitaria cittadina. Sul fenomeno dell’affollamento negli appartamenti, che sarebbe oltretutto inumano anche se falsamente ispirato ai principi dell'accoglienza e dell’umanità, è bene, pertanto, che si faccia rapidamente chiarezza. Il Comune, per contrastare l’illegalità e scoraggiare lo spaccio di droga fiorente nella zona, sta rinforzando la presenza della polizia municipale nel quartiere in cui nei prossimi giorni sarà potenziata anche l’illuminazione. Alle Autorità dello Stato si chiede di rendersi interpreti della situazione presso il ministero dell’Interno dal quale è giusto pretendere l’invio di altri effettivi delle forze dell’ordine. Questa è una città che vuole vivere in pace con chi intende fare altrettanto ma non è disposta a soggiacere a sopraffazioni. Un adolescente deve poter girare tranquillamente senza essere intercettato da venditori di morte. Una donna deve poter uscire e rientrare a qualsiasi ora senza l’angoscia di essere molestata o ingiuriata”.

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Di Maio a "Italia 18": Ora per fare notizia sbaglio i gerundi

Di Maio a "Italia 18": Ora per fare notizia sbaglio i gerundi

Milano, (askanews) - "Guardi non fanno più notizia, sto iniziando a sbagliare i gerundi magari riesco a fare più notizia, visto che non parla mai del merito ma di queste cose. Tra l'altro a quei signori che hanno fatto i maestrini ho risposto che quella forma è corretta e lo dicono anche fior fiore di persone che si occupano di grammatica. Vedo sempre questi maestrini che ci correggono ...

 
Malagò: Carolina Kostner portabandiera alla cerimonia di chiusura

Malagò: Carolina Kostner portabandiera alla cerimonia di chiusura

PyeongChang (askanews) - "Abbiamo voluto pensare a Carolina per riconoscenza, per gratitudine per questa meravigliosa carriera che ha fatto": così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha annunciato e motivato la scelta di Carolina Kostner come portabandiera azzurra alla cerimonia di chiusura dei Giochi olimpici invernali di PyeongChang. Un omaggio a tutta la sua carriera e un auspicio perché ...

 
Malagò: Olimpiadi al femminile, per le donne ancora più difficile

Malagò: Olimpiadi al femminile, per le donne ancora più difficile

PyeongChang (askanews) - "Medaglie che hanno ancora più valore a fronte delle maggiori difficoltà che nel nostro Paese le donne continuano ad avere per poter fare sport a livelli importanti". In questo modo il presidente del Coni Giovanni Malagò ha voluto rendere omaggio alle molte medaglie conquistate da atlete nei Giochi invernali di PyeongChang.

 
Olimpiadi, Malago: dieci medaglie, prossima volta ancora meglio

Olimpiadi, Malago: dieci medaglie, prossima volta ancora meglio

PyeongChang (askanews) - Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, da PyeongChang ha tracciato un bilancio della spedizione italiana alle Olimpiadi invernali sudcoreane. Dieci medaglie, di cui tre d'oro, "un risultato per il quale tutti avremmo firmato prima di partire". Un risultato che migliora quelli degli ultimi Giochi invernali e che ora, per le prossime edizioni, ci impone di fare ancora ...

 
Edipo, i  capolavori  di Sofocle in scena sabato al teatro Flavio

RIETI

Edipo, i  capolavori  di Sofocle in scena sabato al teatro Flavio

Sabato 24 febbraio torna il grande teatro al Flavio Vespasiano per la stagione programmata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Rieti in collaborazione con  Atcl. Alle ...

22.02.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Il Musi’ trio in concerto al Foyer del Teatro Flavio Vespasiano.

RIETI

Il Musi’ trio in concerto al Foyer del Teatro Flavio Vespasiano.

Domenica 11 febbraio alle ore 17.00 presso il Foyer del Teatro Flavio Vespasiano, in occasione della stagione concertistica promossa dall’Assessorato alla cultura del Comune ...

06.02.2018