ospedale de' Lellis

RIETI

Uil-Fpl: "Senza interinali la sanità si ferma: urgente un tavolo regionale"

18.05.2017 - 15:11

0

Torna alla ribalta la questione del personale interinale impiegato nell’Azienda sanitaria locale. Non più di una settimana fa, il sindacato del comparto Uil aveva acceso i riflettori sul problema delle 250 unità presenti da ormai dieci anni nelle strutture sanitarie del territorio, un intervento rimasto però senza risposta. La Uil-Fpl, fedele al detto repetita iuvant, torna alla carica, stavolta in accordo con la segreteria regionale del sindacato, per denunciare “il disinteresse nell'affrontare il nodo cruciale della nostra sanità in merito alla situazione del personale interinale”. “Vale la pena ricordare - dicono dalla segreteria - che le oltre 250 unità, presenti da ormai 10 anni, consentono l'erogazione dei servizi sanitari in tutte le strutture e permettono il necessario supporto tecnico e amministrativo nei vari uffici dell'Azienda. Deve essere chiaro che senza queste persone, non numeri, l'Azienda sanitaria di Rieti dovrebbe chiudere, senza alternative possibili. E’ quindi urgente un tavolo regionale per la sanità reatina, come chiesto con insistenza insieme alle altre organizzazioni sindacali, prima della prossima scadenza dei rinnovi contrattuali al personale interinale”. Si può partire dalla recente legge regionale del 2 maggio 2017 che prevede la stabilizzazione attraverso percorsi selettivi riservati. Infatti, l'utilizzo continuativo di personale somministrato dalle agenzie interinali da oltre 10 anni non può essere considerato una necessità temporanea per picchi di attività o per la copertura delle ferie estive, è chiaro che è stata una esigenza organizzativa per sopperire alla carenza di organico dovuta ai molti anni di blocco del turn-over, una esigenza di professionisti non eliminabili neanche con la più feroce delle razionalizzazioni. Ma non è solo questo. A dicembre prossimo infatti, ricordano sempre dalla Uil-Fpl, andranno in pensione altri 60 lavoratori e il sindacato, giustamente preoccupato, si domanda come la Regione intenda sostituirli e come pensi di avviare una moderna organizzazione sanitaria con un’età media del personale dipendente di 55 anni e con tutte le limitazioni che il tempo lascia in lavori usuranti come quelli dei turnisti. “Come Uil ci faremo carico di scelte coraggiose, ma possiamo affrontarle solo con un piano strategico condiviso e una Regione che non si nasconde o non scappa davanti alle legittime richieste di chi per molto tempo ha consentito e consente il funzionamento delle attività della nostra Asl”, concludono.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Manchester, Gentiloni: in Italia impegno totale anti terrorismo

Manchester, Gentiloni: in Italia impegno totale anti terrorismo

Roma (askanews) - "Agli italiani voglio assicurare l'impegno totale delle nostre forze di sicurezza". Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni commentando l'attentato di Manchester, aggiungendo che "oggi pomeriggio al Viminale si riunirà il comitato di analisi strategica antiterrorismo", in vista dell'arrivo di Trump a Roma e del prossimo G7 da cui Gentiloni si augura arrivi "un ...

 
Strage Manchester, May: uno spaventoso attacco terroristico

Strage Manchester, May: uno spaventoso attacco terroristico

Manchester (askanews) - "Non c'è alcun dubbio che la popolazione di Manchester e del nostro paese sono stati vittime di uno spaventoso attacco terroristico, un attacco che ha colpito i più giovani e che era freddamente premeditato. E' uno dei peggiori attacchi che abbiamo vissuto nel Regno Unito". Sono le prime parole della premier britannica Theresa May dopo l'attentato a Manchester durante un ...

 
Roma blindata aspetta Trump, transenne e massima sicurezza

Roma blindata aspetta Trump, transenne e massima sicurezza

Roma, (askanews) - Una Roma blindata aspetta Donald Trump. Un piano di "massima sicurezza" è stato messo a punto per la visita del presidente degli Stati Uniti, con misure di sicurezza elevate nelle zone in cui passerà il presidente degli Stati Uniti. Le sedi istituzionali e gli obiettivi considerati sensibili, come Vaticano e Quirinale, dove Trump si recherà sono già altamente presidiati. Nelle ...

 
Russia: la scuola per giornalisti in erba sul tetto del mondo

Russia: la scuola per giornalisti in erba sul tetto del mondo

Norilsk (Russia) - A caccia di renne ma anche di scoop. Si trova a Norilsk, nell'Artico russo, la scuola per giornalisti in erba più a nord del mondo. Una vera palestra per destreggiarsi tra notizie e bufale, per i figli dell'era delle fake news. Ma anche per chi, nato in una delle zone più marginali del nostro pianeta, può trovare nel giornalismo il suo riscatto. A parlarci del progetto è Lada ...

 
“Primavera in JAZZ”: D’Incà in doppio concerto al piccolo teatro dei Condomini

RIETI

“Primavera in JAZZ”: D’Incà in doppio concerto al piccolo teatro dei Condomini

Si terrà sabato 27 maggio 2017 con un doppio concerto alle ore 18.30 e alle ore 21.30 presso il Piccolo Teatro dei Condomini  l’ appuntamento della rassegna musicale ...

23.05.2017

“A cena con messer Boccaccio”, la cultura incontra l'enogastronomia

RIETI

“A cena con messer Boccaccio”, la cultura incontra l'enogastronomia

Il “Teatro Rigodon” di Rieti porta in scena le novelle del Decameron con l’accompagnamento musicale del gruppo ”Mattia Caroli e i Fiori del Male”.  La prima stagionale ...

22.05.2017

"La città vota", l'ironia di Luca e Germano sulle prossime elezioni

RIETI

"La città vota", l'ironia di Luca e Germano sulle prossime elezioni

Far sorridere e far riflettere sui reatini e sulla reatinità: questo è l’obiettivo che si prefigge, da oltre dieci anni, il duo Luca e Germano. E quale occasione migliore per ...

14.05.2017