bocciodromo a Fara Sabina

FARA SABINA

Bocciodromo nel degrado e nell'incuria nonostante i fondi stanziati. Mistero su una riqualificazione che non parte

21.04.2017 - 21:02

0

Assume sempre di più i connotati del “giallo” l’intervento di riqualificazione del bocciodromo comunale di Passo Corese, che pur avendo già pronti atto politico, atto amministrativo ed impegno di spesa – addirittura iscritto nel bilancio di previsione 2016 – resta bloccato nei meandri di una burocrazia della quale, nel corso di una storia lunga quasi due anni, si perdono progressivamente le tracce, fino a non averne più notizia. L’ultimo atto, in ordine di tempo, è la presa d’atto di una gara andata deserta, che ora, per forza di cose, allungherà ulteriormente i tempi di un’opera che sembra diventare titanica. Eppure, a ripercorrerne le tappe assieme ai vertici della Bocciofila di Fara Sabina, l’intervento in questione non sembrerebbe poi così proibitivo: 16mila 680 euro, appostati (udite udite) il 4 aprile del 2016, ma di fatto non ancora utilizzati. La determina segue una delibera di giunta con cui l’amministrazione comunale si impegna a realizzare la manutenzione dei campi del bocciodromo, in virtù di ripetute e continue segnalazioni del direttivo della Bocciofila di Fara Sabina e del suo presidente, Roberto Lora. Una storia iniziata addirittura alla fine del 2014, prima delle elezioni e della nuova vittoria del sindaco Davide Basilicata. Da quel giorno i vari protagonisti della scena – dall’ex assessore ai lavori pubblici, Giacomo Corradini, a quello attuale, Tony La Torre, fino all’attuale delegato allo sport, Marco Marinangeli – non hanno fatto altro che rassicurare i rappresentanti della Bocciofila, annunciando un imminente avvio dei lavori che ad oggi, dopo quasi due anni, non sono non sono stati fatti, ma hanno permesso alla struttura di peggiorare nelle sue condizioni, con una manutenzione inesistente e l’impossibilità di ospitare ogni tipo di competizione, sia essa agonistica o amatoriale.

IL SERVIZIO COMPLETO SUL CORRIERE DI RIETI E DELLA SABINA IN EDICOLA IL 22 APRILE

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Parigi (askanews) - La Francia si presenta alle urne per l'elezione del nuovo presidente con l'incubo incombente del terrorismo islamista e nel segno dell'incertezza. Mentre il voto per il primo turno ha già avuto inizio all'estero, con St. Pierre e Miquelon che hanno dato il via alle elezioni alle 8 del mattino locali, precedendo Guyana e Antille, l'esito finale resta più che mai incerto. ...

 
Ania, "scatola nera" in auto per polizze e servizi migliori

Ania, "scatola nera" in auto per polizze e servizi migliori

Napoli (askanews) - Al convegno "Black Box" svoltosi a Napoli il 22 aprile 2017 con il patrocinio del Comune, si è parlato di "scatola nera", un congegno elettronico che non viaggia più solo sugli aerei ma sempre più spesso anche sulle auto. Si tratta di un dispositivo elettronico che registra una grande quantità di dati sulla condotta e lo stile di guida di un assicurato, uno strumento utile per ...

 
Orrore in Egitto: video di soldati che uccidono uomini disarmati

Orrore in Egitto: video di soldati che uccidono uomini disarmati

Il Cairo (askanews) - In queste drammatiche immagini, la realtà di una guerra feroce e senza esclusione di colpi. Nel video postato in rete da attivisti dell'opposizione egiziana si vedono soldati in divisa che uccidono a sangue freddo persone disarmate per poi inscenare una falsa ricostruzione al fine di far credere che le vittime siano morte in combattimento. Le esecuzioni sommarie sarebbero ...