Cerca

Sabato 25 Febbraio 2017 | 01:03

AMATRICE

Pirozzi: "Nei cimiteri centinaia di feretri in strutture pericolanti e all'aperto"

cimitero Amatrice

il cimitero di Amatrice

Cimiteri, si riparte. I sopralluoghi tecnici (Gts) previsti per il 17, 19 e 21 gennaio sui 21 cimiteri del comune di Amatrice hanno dovuto fare i conti con l'abbondante nevicata e ci sono voluti giorni perché le operazioni potessero riprendere. "Abbiamo ricevuto la relazione del tecnico comunale - ha detto il sindaco Sergio Pirozzi - centinaia di feretri sono attualmente in strutture pericolanti e decine sono esposti all'aperto: numerosi sopralluoghi si erano svolti prima delle scosse del 18 gennaio ma non si erano ravvisati problemi di tipo sanitario. In questi giorni sono state fatti altri sopralluoghi che hanno permesso di stabilire un peggioramento generale della situazione". In un contesto come questo è difficile stabilire procedure ordinarie, data anche la difficoltà di movimentazione dei feretri, la strategia sarà quella di procedere alla ricostruzione di adeguati ricoveri definitivi per le salme. Naturalmente nel frattempo si sta studiando una road map per procedere a una sistemazione temporanea. Un tavolo fra Comune, Regione Lazio e ufficio per la ricostruzione. "Sarà necessaria anche l'attivazione di enti di volontariato - precisa Pirozzi - dovremo procedere a un censimento generale dei cimiteri e dei danni; occorrerà identificare i feretri e contattare le famiglie; si dovrà procedere alla rimozione e allo smaltimento dell'amianto. Dovremo posizionare dei container per deposito temporaneo dei feretri e in questo c'è la collaborazione dell'Asl e della Caritas". L'obiettivo è di terminare gli atti più stringenti come quelli del censimento entro marzo e poi saranno avvertiti i parenti su ciò che verrà fatto. "Nella seconda fase - conclude Pirozzi - ci sarà anche il rifacimento definitivo dei loculi e il ripristino della normale funzione cimiteriale". Un'attività davvero imponente, dove anche il ruolo dei volontari sarà molto importante, specialmente per il censimento, che sarà una fase dalla quale poi partiranno tutte le mosse successive di un procedimento che ha l'obiettivo di eliminare prima possibile questa situazione di disagio per molti che non posso andare a trovare i propri defunti.

Più letti oggi

il punto
del direttore