casa di riposo Manni

RIETI

Manni, dopo il tavolo col prefetto assemblea e stato di agitazione

16.02.2017 - 12:16

0

Assemblea permanente e stato di agitazione dei lavoratori. Questi i primi effetti della situazione di stallo sull'ex Manni dopo l'annunciata chiusura della struttura fissata dalla cooperativa Quadrifoglio per la fine di marzo e il sostanziale nulla di fatto del tavolo convocato dalla Prefettura di Rieti al quale hanno partecipato i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil. Il tempo scorre e, al momento, non sembrano registrarsi novità sulla possibilità che la trattativa tra Comune di Rieti e Quadrifoglio venga riaperta. L'assessore al bilancio, Paolo Bigliocchi, ha confermato nei giorni scorsi che la lettera ufficiale per un nuovo tavolo è stata effettivamente inviata a Pinerolo ma, pare di capire, al momento la Quadrifoglio non ha alcuna intenzione di tornare nuovamente a sedersi, volendo prima vedere riconosciuti i crediti vantati nel Comune. Crediti, lo ricordiamo, saliti fino a 5,5 milioni di euro a fine 2016 dai 4,5 già accumulati a fine 2012. Eppure, nonostante appunto ad oggi non sembrano esserci sostanziali novità nella vertenza, dialogando con alcuni degli attori della vicenda il fantasma della trattativa continua ad aleggiare. Lo si intuisce anche parlando con i rappresentanti sindacali che hanno subito preso in mano la situazione per difendere gli interessi dei circa quaranta lavoratori ma che, in fondo in fondo, sembrano ancora nutrire qualche speranza sulla riapertura della trattativa tra le parti.  "Il prefetto si è impegnato ad inviare una nota al Comune e alla Quadrifoglio per chiedere ufficialmente la riapertura della trattativa - spiega il segretario della Cgil, Walter Filippi - è chiaro che noi pretendiamo tempi strettissimi perché non si può arrivare a marzo senza capire cosa accadrà. Anche perché abbiamo necessità di tempi adeguati per attivare tutta una serie di procedure e tutele. Quindi vogliamo capire se effettivamente il tavolo di confronto tra Comune e Quadrifoglio procede, e in tal caso l'allungamento dei tempi potrebbe anche essere comprensibile, oppure se siamo di fronte a una rottura totale e definitiva". In quest'ultimo caso, lo scenario peggiore chiaramente, "siamo pronti a mobilitare la città perché qui si sta parlando di welfare, di servizi sociali, delle persone più deboli e per difendere questo tipo di servizi siamo intenzionati a coinvolgere tutte le categorie e tutta la popolazione in varie forme di lotta". 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Governo, Di Maio: nulla è perduto ma mai tavolo a quattro

Governo, Di Maio: nulla è perduto ma mai tavolo a quattro

Roma (askanews) - "Nulla per me è perduto, nulla si chiude ma non possiamo andare oltre determinati limiti già tracciati perchè siamo il M5s e sono sicuro che per la tenuta di una forza politica come questa, nella nostra storia negare determinate questioni significa essere ipocriti o tradire il mandato elettorale". Lo ha detto Luigi Di Maio, capo politico del M5S, al termine delle consultazioni ...

 
Manutencoop: tre pilastri per la sostenibilità

Manutencoop: tre pilastri per la sostenibilità

Bologna (askanews) - Istruzione di qualità, città sostenibili, energia pulita e accessibile: Manutencoop - il principale operatore italiano attivo nell'Integrated Facility Management - ha scelto di indirizzare le proprie azioni di CSR su questi tre specifici obiettivi tra quelli indicati dall'Agenda 2030 dell'ONU. Nel corso dell'Incontro a Bologna, de "le Rotte della sostenibilità", l'operatore ...

 
Austria, pediatra Asperger "collaborò attivamente" con i nazisti

Austria, pediatra Asperger "collaborò attivamente" con i nazisti

Vienna (askanews) - Nelle stanze di qusto spazio, lo Spiegelgrund di Vienna, che oggi è un museo e un memoriale, vennero consumati crimini atroci. Ai quali come oggi si è scoperto, collaborò anche il pediatra austriaco Hans Asperger. Come rivela uno studioso di medicina dell'Università di Vienna, Herwig Czech, lo scienziato che ha prestato il nome alla omonima sindrome, avrebbe infatti ...

 
Il Museo Piaggio si allarga: nuovi spazi e nuove collezioni

Il Museo Piaggio si allarga: nuovi spazi e nuove collezioni

Pontedera (askanews) - Il Museo Piaggio di Pontedera va oltre Vespa e si rinnova nelle dimensioni e nella ricchezza delle sue collezioni. Sono stati già 600 mila i visitatori in 18 anni per quello che è uno dei luoghi espositivi più grandi d Europa dedicati alle due ruote. L aumento della superficie espositiva deriva dall apertura di due spazi completamente nuovi, nati dal recupero e dal restauro ...

 
Successo del concerto di primavera del Musì Trio al teatro di Sant'Agostino

ANTRODOCO

Successo del concerto di primavera del Musì Trio al teatro di Sant'Agostino

Ha preso il via la rassegna musicale Primavera in Musica 2018 con il concerto del Musi’ trio di Maria Rosaria De Rossi (Soprano), Sandro Sacco (Flauto traverso) e Paolo ...

09.04.2018

Al Flavio Vespasiano concerto dei musicisti del conservatorio di Santa Cecilia

RIETI

Al Flavio Vespasiano concerto dei musicisti del conservatorio di Santa Cecilia

Gli artisti della sede delocalizzata di Rieti del Conservatorio di Musica di Santa Cecilia di Roma saranno i protagonisti dell’appuntamento in programma domenica 8 aprile ...

06.04.2018

Al Flavio in scena il Laboratorio teatrale del liceo classico “Varrone”

RIETI

Al Flavio in scena il Laboratorio teatrale del liceo classico “Varrone”

Dopo il successo dello scorso anno, torna in scena il Laboratorio Teatrale del Liceo classico “Varrone”, con lo spettacolo “Δεινός (il mistero dell’essere umano) - ...

06.04.2018