Cerca

Sabato 25 Febbraio 2017 | 01:02

AMATRICE

Ad Amatrice 31 aree per le casette: i tempi si spostano in avanti

casette ad Amatrice

Soluzioni abitative di emergenza: saranno settimane cruciali queste, sia ad Amatrice che ad Accumoli, per imprimere un ritmo che porti entro l'estate ad avere le sospirate casette a tempo per i residenti. In mezzo a tutto, le scosse del 18 gennaio e l'abbondante nevicata che hanno dato non poco filo da torcere sia al genio militare dell'esercito che alla ditta che si occupa del montaggio delle casette. E poi ora arriveranno le aree affidate agli appalti della Regione Lazio e in molti sperano che i tempi non diventino lunghi. Ma in mezzo a questo c'è anche tanta burocrazia e un iter al quale non ci si può sottrarre e che prevede varie fasi: un lavoro che mettendo i processi in fila sembra lineare ma poi deve scontrarsi coi tanti passaggi dell'individuazione del terreno, i contatti con i proprietari, la predisposizione di un progetto di layout e via discorrendo. Ora la partita sembra essersi avviata ed è possibile fare un quadro di quelle che saranno le prossime settimane. La prima area in assoluto che è stata ultimata nel montaggio è quella di Amatrice 0, dove sono state già assegnate le abitazioni e dove ultimati i lavori esterni si conta di poter alloggiare i primi terremotati a fine febbraio. Montate già anche le casette dell'area Anpas (35 in tutto), che sarà la seconda ad essere assegnata, sempre tramite il sorteggio a cura del Comune di Amatrice. Inizierà invece la prossima settimana il montaggio delle casette nella terza area, quella di San Cipriano 2. Poi ci sono le aree dove sono in corso i lavori di urbanizzazione (in alcune si inizia proprio questa mattina). Per Accumoli si tratta dell'area del capoluogo e delle frazioni di Illica, Poggio d'Api e Terracino. Ad Amatrice nelle frazioni si sta lavorando nelle aree di: Collemagrone 1, Sant’Angelo, Rocchetta, San Lorenzo e Prato. Altre aree in "pole position" già messe in possesso dal Comune di Amatrice alla Regione Lazio sono quelle di Collemagrone 2, Musicchio e San Tomasso. Mentre ad Accumoli, sempre nella stessa condizione, ci sono le frazioni di Fonte del Campo, Macchia e Tino. Ad Amatrice saranno 31 le aree interessate dai Sae e gli uffici comunali hanno lavorato già sulle seguenti aree (per ognuna di queste frazioni elencate è stata emessa un'ordinanza per la locazione dei terreni): Poggio Vitellino, Capricchia, Collemagrone 3, Scai, Preta, Collepagliuca, Patarico, Sommati, Villa San Lorenzo e Flaviano, Collecreta/Moletano, Bagnolo e anche su altre che puntualmente vengono comunicate dal sindaco Pirozzi. Con Pasqua ormai non più come traguardo per l'intero completamento, sembra essere proprio l'estate che segnerà la consegna della maggior parte delle abitazioni. Di sicuro, se il meteo tiene, ogni sorpresa in negativo o positivo è possibile.

Più letti oggi

il punto
del direttore