Cerca

Sabato 25 Febbraio 2017 | 01:04

FIANO ROMANO

Evasione da 8 milioni di euro: denunciati due imprenditori

guardia di finanza

Quattro anni da “evasore totale” per una somma che, fra Imposte Dirette e IVA, supera gli otto milioni di euro. Sono questi gli importi contestati dalla Guardia di Finanza di Poggio Mirteto a una società cooperativa, operante nel settore del trasporto merci e avente sede nel nord-est della Città Metropolitana di Roma, nel territorio di Fiano Romano. I Finanzieri, a seguito di una verifica, hanno scoperto che l’impresa, avvalendosi di un congruo numero di dipendenti e beni strumentali, per tutti gli anni 2012, 2013, 2014 e 2015 ha nascosto al fisco ricavi per quasi 7 milioni di euro e Iva dovuta per oltre un milione. L’attività ha consentito di accertare che a fianco dell’amministratore di diritto operava un amministratore di fatto, la cosiddetta “testa di legno”, sul quale ricadeva il vero potere decisionale nell’attività gestoria della società. La mancata esibizione della documentazione amministrativo-contabile ha obbligato i verificatori a una specifica attività investigativa per la ricostruzione contabile del volume di affari e dei ricavi. Sono state incrociate le informazioni contenute in tutte le banche dati in uso ai Finanzieri, con particolare attenzione a quelle presenti nell’applicativo denominato “spesometro”, con le risultanze dei controlli incrociati presso clienti e fornitori dell’impresa. Al termine dell’attività ispettiva la società è stata segnalata all’Agenzia delle Entrate per il recupero delle imposte evase, mentre per i due imprenditori, rispettivamente l’amministratore di diritto e il prestanome amministratore di fatto, sono scattate le denunce penali alla Procura per omessa dichiarazione e occultamento o distruzione di documenti contabili. 

Più letti oggi

il punto
del direttore