Cerca

Sabato 25 Febbraio 2017 | 05:49

RIETI

Riqualificazione urbana: il Comune si accaparra 15 milioni per il progetto "Rieti 2020"

Rieti 2020

L'orizzonte è quello del 2020 ma l'obiettivo è quello di partire subito, "con la firma della convenzione che dovrebbe arrivare entro febbraio", come annunciato dal sindaco Simone Petrangeli, e con la firma dovrebbero iniziare ad arrivare anche i soldi. Stiamo parlando del progetto "Rieti 2020-Parco circolare diffuso" che, attraverso interventi pubblici e privati, alcuni già cantierabili e progettati derivanti dal passato, altri da costruire "attraverso la partecipazione della città" ha specificato l'assessore Giovanni Ludovisi - nei prossimi mesi e nei prossimi anni, dovrebbero ridisegnare l'aspetto della periferia reatina. La presidenza del consiglio dei ministri, nell'ambito del programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie, ha inserito il progetto Rieti 2020 tra quelli selezionati e finanziabili. Il progetto "Rieti2020 - Parco circolare diffuso" ha totalizzato 70 punti piazzandosi al 25esimo posto su 120 proposte avanzate dai Comuni capoluogo di provincia. Al Comune di Rieti è stato riconosciuto un finanziamento di oltre 15 milioni e 122 mila euro. La Giunta, il 7 settembre scorso, aveva approvato, su input dell'assessore Ludovisi, il progetto contenente una proposta integrata - per 15 milioni di euro di investimenti pubblici e 5 milioni di investimenti privati - finalizzata a rigenerare alcune aree urbane degradate in un'ottica di collaborazione pubblico-privata incentrata su sicurezza e sostenibilità ambientale, conformità agli strumenti urbanistici e assenza di nuovo consumo di suolo. Il progetto prevede un mix di interventi materiali e immateriali: sostegno finanziario per un sistema innovativo di monitoraggio sismico del patrimonio edilizio pubblico ipotizzato in collaborazione con l'università di Perugia; fondi per l'adeguamento sismico di edifici privati; progettazioni per il rischio idraulico; recupero di strutture sportive esistenti; riqualificazione delle sponde del fiume Velino e dell'area dell'ex mattatoio; realizzazione e completamento di piste ciclabili; incentivi ad attività commerciali; promozione di stili di vita salutari. Dunque un pacchetto di strumenti in grado di impattare concretamente su sicurezza, inclusione sociale, salute, occupazione, turismo e attrattività generale della città. "Soddisfatti ed entusiasti" Petrangeli e Ludovisi per un progetto "che cambierà il volto della nostra città, in un orizzonte temporale già definito".

Più letti oggi

il punto
del direttore