Marco Cossu insieme al sindaco di Fara Sabina

Marco Cossu e Davide Basilicata

CASPERIA

Marco Cossu: "La Bassa Sabina è sempre più importante. La mia elezione farà bene al centrodestra"

0

La Bassa Sabina protagonista nelle ultime elezioni provinciali, anxche se l’assenza di un rappresentante del Comune più grande (Fara in Sabina) ha lasciato l’amaro in bocca a molti. Arriva dalla Bassa Sabina il presidente della Provincia, Giuseppe Rinaldi e i primi due del listone costruito per garantire una maggioranza solida all’ex sindaco di Poggio Mirteto, sono il vice sindaco di Magliano Sabina, Giulio Falcetta (forte anche dell’appoggio dei socialisti) e il sindaco di Montasola Vincenzo Leti (con un’esperienza nello staff di Refrigeri in Regione). Fara esclusa? Non troppo perché all’opposizione il più votato è stato un cittadino “d’adozione” del secondo comune della provincia, l’assessore comunale di Casperia Marco Cossu. Anni passati fianco a fianco di Davide Basilicata nelle organizzazioni giovanili della destra sabina sono bastati per garantirsi la fiducia di gran parte della maggioranza di Fara. Quei voti, sommati a quelli di Casperia e qualche altro voto nei comuni della Bassa Sabina gli hanno consentito di diventare la “star” del centrodestra in queste elezioni, superando “campioni” come Gerbino e Perelli. Cossu è l’unico eletto della lista comune promossa da Fratelli d’Italia e Noi con Salvini. E la prima dedica Cossu l’ha inviata proprio agli “amici di Fara” che “hanno dato prova di compattezza, confermando il risultato di due anni fa quando candidato era il consigliere Bertini, che ringrazio per quanto fatto fino ad oggi”. “Insomma - dice Cossu - una provincia a due velocità – come ebbe a dire Davide Basilicata nel lontano 2009 dai banchi dell’opposizione all’inaugurazione del Melilli bis – che assume sempre più una connotazione politica oltre che socio-economica. Il baricentro della politica provinciale ruota tra Poggio Mirteto e Fara in Sabina; in questo scenario la mia elezione assume un ruolo vitale per tutto il centrodestra. A livello privinciale, nonostante fossimo senza "santi in paradiso", Fratelli d’Italia non lascia anzi raddoppia quasi i propri consensi tra i consiglieri dei piccoli comuni, quelli più vicini al paese reale e più lontani dalla partitocrazia. Attraverso queste elezioni, la lista più giovane e completamente rinnovata ha lanciato "una sfida alle stelle" per costruire l’alternativa al centrosinistra incapace di dare risposte sui grandi temi e a un centrodestra a corto di uomini ed idee convincenti - tanto da regalare agli avversari un consigliere. Bisogna restituire credibilità alla politica”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Karim Mihoual e sua moglie Hanane Tardane abitano all'interno delle Case Bianche di via Salomone a Milano con i loro tre figli. In occasione della sua visita in città, Papa Francesco ha bussato alla loro porta: "Io sono musulmano, ma per me lui è un santo. Ha bevuto il latte con noi e abbiamo parlato della nostra condizione qui nelle case popolari. Quando è andato via gli ho baciato la mano", ...