provincia di rieti

RIETI

Elezioni provinciali, le reazioni non mancano

11.01.2017 - 17:11

0

Saranno state pure di secondo livello ma le recenti elezioni provinciali sembrano lasciare strascichi. Nella maggioranza prosegue la guerra di dichiarazioni soprattutto a sinistra. Dopo l'attacco di una parte del comitato promotore di Sinistra Italiana e la replica della componente ex Sel di Rieti a difendere la coalizione con Pd e centristi, ieri direttamente da Roma sono arrivate anche le parole del vicepresidente della Regione, Massimiliano Smeriglio. "Le elezioni provinciali nel Lazio hanno fatto registrare un ottimo risultato del centrosinistra e di Sinistra Italiana a Frosinone e Rieti. A Rieti, nella lista unitaria del centrosinistra, viene eletta Arianna Grillo, sempre per Sinistra Italiana. Resta la necessità di aprire una discussione seria di livello nazionale sulla necessità del ritorno al voto dei cittadini per l'elezione dei consigli provinciali". Indirettamente è sembrata una risposta anche a quei settori, in procinto anch'essi di entrare in Sinistra Italiana, che, al contrario di Smeriglio e Camerini, vedono come fumo negli occhi il prosieguo di un'alleanza con il Pd. Ma anche da destra le bordate non mancano. E' di nuovo l'ex assessore comunale, Felice Costini, a scagliarsi contro quello che definisce "il mercato delle vacche", prendendo spunto proprio dagli articoli pubblicati ieri dal Corriere di Rieti.  "Il titolo 'il centrosinistra vince le provinciali', seppur deontologicamente ineccepibile, sfiora il ridicolo. Le polemiche del centrodestra diviso fanno pena. Le provinciali (come tutte le competizioni di secondo livello), più che elezioni, sono il mercato delle vacche, con consiglieri 'acquistati' con prebende politiche e non, in estenuanti trattative 'private' che di politico non hanno nulla. Onesti amministratori di piccoli Comuni - prosegue Costini -, eletti con qualche decina di preferenze, trasformati per qualche giorno in 'fondamentali perni' del futuro del territorio; bravi padri e madri di famiglia, che si ritrovano a contrattare voti in cambio di promesse, blanditi e considerati dai registi della politica provinciale, che finita la farsa dimenticheranno anche il loro nome. Era così per le comunità montane, così è oggi per la Provincia. Con il risultato che gli ‘eletti’ nella gran parte dei casi se ne fregano del territorio. E oggi questa situazione è tremendamente grave". 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Governo, Di Maio: nulla è perduto ma mai tavolo a quattro

Governo, Di Maio: nulla è perduto ma mai tavolo a quattro

Roma (askanews) - "Nulla per me è perduto, nulla si chiude ma non possiamo andare oltre determinati limiti già tracciati perchè siamo il M5s e sono sicuro che per la tenuta di una forza politica come questa, nella nostra storia negare determinate questioni significa essere ipocriti o tradire il mandato elettorale". Lo ha detto Luigi Di Maio, capo politico del M5S, al termine delle consultazioni ...

 
Manutencoop: tre pilastri per la sostenibilità

Manutencoop: tre pilastri per la sostenibilità

Bologna (askanews) - Istruzione di qualità, città sostenibili, energia pulita e accessibile: Manutencoop - il principale operatore italiano attivo nell'Integrated Facility Management - ha scelto di indirizzare le proprie azioni di CSR su questi tre specifici obiettivi tra quelli indicati dall'Agenda 2030 dell'ONU. Nel corso dell'Incontro a Bologna, de "le Rotte della sostenibilità", l'operatore ...

 
Austria, pediatra Asperger "collaborò attivamente" con i nazisti

Austria, pediatra Asperger "collaborò attivamente" con i nazisti

Vienna (askanews) - Nelle stanze di qusto spazio, lo Spiegelgrund di Vienna, che oggi è un museo e un memoriale, vennero consumati crimini atroci. Ai quali come oggi si è scoperto, collaborò anche il pediatra austriaco Hans Asperger. Come rivela uno studioso di medicina dell'Università di Vienna, Herwig Czech, lo scienziato che ha prestato il nome alla omonima sindrome, avrebbe infatti ...

 
Il Museo Piaggio si allarga: nuovi spazi e nuove collezioni

Il Museo Piaggio si allarga: nuovi spazi e nuove collezioni

Pontedera (askanews) - Il Museo Piaggio di Pontedera va oltre Vespa e si rinnova nelle dimensioni e nella ricchezza delle sue collezioni. Sono stati già 600 mila i visitatori in 18 anni per quello che è uno dei luoghi espositivi più grandi d Europa dedicati alle due ruote. L aumento della superficie espositiva deriva dall apertura di due spazi completamente nuovi, nati dal recupero e dal restauro ...

 
Successo del concerto di primavera del Musì Trio al teatro di Sant'Agostino

ANTRODOCO

Successo del concerto di primavera del Musì Trio al teatro di Sant'Agostino

Ha preso il via la rassegna musicale Primavera in Musica 2018 con il concerto del Musi’ trio di Maria Rosaria De Rossi (Soprano), Sandro Sacco (Flauto traverso) e Paolo ...

09.04.2018

Al Flavio Vespasiano concerto dei musicisti del conservatorio di Santa Cecilia

RIETI

Al Flavio Vespasiano concerto dei musicisti del conservatorio di Santa Cecilia

Gli artisti della sede delocalizzata di Rieti del Conservatorio di Musica di Santa Cecilia di Roma saranno i protagonisti dell’appuntamento in programma domenica 8 aprile ...

06.04.2018

Al Flavio in scena il Laboratorio teatrale del liceo classico “Varrone”

RIETI

Al Flavio in scena il Laboratorio teatrale del liceo classico “Varrone”

Dopo il successo dello scorso anno, torna in scena il Laboratorio Teatrale del Liceo classico “Varrone”, con lo spettacolo “Δεινός (il mistero dell’essere umano) - ...

06.04.2018