Cerca

Martedì 17 Gennaio 2017 | 11:55

RIETI

Tubature esplose a causa del ghiaccio

fontana dei delfini

Temperature ben al di sotto lo zero termico nella notte mentre di giorno la massima ha fatto registrare un +3°. La morsa del freddo non sembra voler abbandonare il Reatino. Ieri, indubbiamente, è stata la giornata più fredda. La notte le temperature a Rieti sono scese fino a -8 mentre in quota, al terminillo, in particolare, si sono registrati anche 18 gradi sotto lo zero. Temperature polari che hanno inevitabilmente creato problemi e disagi. Soprattutto alle tubature delle acque che sono esplose a causa del ghiaccio formatosi all’interno. Il gelo di questi giorni, infatti, ha fatto scoppiare una tubatura nella centralissima via Cintia a ridosso di piazza Vittorio Emanuele II: l’acqua fuoriuscita ha invaso la carreggiata ghiacciandosi all’istante creando ulteriori disagi ai pedoni. Sono state tantissimi quindi le chiamate giunte alla Sogea per risolvere la questione nata proprio sotto la massicciata appena messa in opera per i Plus. Lungo via Roma si sono formati lastroni di ghiaccio che come detto hanno reso difficoltoso e pericoloso il transito non solo di pedoni ma anche di automezzi. L’amministrazione comunale si è adoperatra spargendo sale e brecciolino nel tratto interessato al guasto mentre i tecnici della Sogea sono intervenuti per riparare il danno. Anche le fontane reatine si sono cristallizzate a causa delle basse temperature. Particolarmente suggestiva la fonfata dei delfini in piazza Vittorio Emanuele II divenuta meta di pellegrinaggio non solo di reatini ma anche di turisti di passaggio che hanno voluto immortalare la fontana ghiacciata con il tradizionale selfie.

Più letti oggi

il punto
del direttore