I pendolari: "Umiliante viaggiare così"

Rieti

I pendolari: "Umiliante viaggiare così"

12.10.2014 - 16:28

0

“Non siamo bestie, viaggiare in queste condizioni è umiliante e inaccettabile”. I pendolari reatini non ci stanno e questa volta lasciano da parte la diplomazia e vanno giù pesanti. A scatenare la rabbia e l’indignazione l’ennesimo disservizio quotidiano: 94 persone (come riportato nel verbale che la polizia stradale ha elevato a Cotral per non aver garantito le condizioni minime di sicurezza a bordo di un pullman in servizio sulla Roma-Rieti) che viaggiavano stipate come animali sopra un pullman che può trasportare dalle 50 alle 60 persone sedute e dalle 16 alle 20 in piedi secondo il modello di vettura. “Non ci sono più parole per raccontare quello che ogni giorno patiscono i pendolari reatini - fanno sapere dal Comitato -. Siamo stanchi dell’inerzia dimostrata dalle istituzioni sorda anche ai richiami del Prefetto. Non serve certo istituire un presidio presso la stazione ferroviaria o un punto vendita Cotral per scrollarsi di dosso pesanti responsabilità che una giunta comunale come quella di Rieti ha in questa vicenda. La Regione Lazio è in procinto di avviare un programma d'integrazione ferro-gomma come da programma della giunta Zingaretti, piano che dovrebbe rappresentare la panacea per tutti i mali, ma in realtà passeremo dal viaggiare in un carro bestiame su gomma ad un vagone bestiame su ferro, perché anche i treni della fl1 sono al limite delle loro capacità già ora”. Insomma per i pendolari continua il silenzio assordante e la totale indifferenza agli appelli disperati dei pendolari. “Da giorni l'odissea straziante di persone, uomini e donne, anziani e bambini obbligati a spostarsi e a viaggiare sui mezzi Cotral, ha raggiunto livelli grotteschi - sottolinea il Comitato dei pendolari -. Ma sono giorni critici che giungono alla fine di 3 anni nei quali si sono denunciate situazioni analoghe sistematicamente ma ignorate da Comune di Rieti, Regione Lazio, Procura e da quei politici che rappresentano il nostro territorio a livello regionale e nazionale, ha mai detto o fatto qualcosa per avviare un'indagine ed appurare responsabilità”. Una situzione che oltre disagevole sta diventando anche estremamente rischiosa e pericolosa. “Alle corse soppresse o non partite per guasti si deve aggiungere il sovraffollamento all'interno dei pochi pullman rimasti che alla fine sono stati fermati dalle decisioni di autisti che viaggiando in queste condizioni estreme, rischiano in prima persona la sospensione se non addirittura il ritiro della patente per non aver osservato le normative di sicurezza imposte per il servizio di trasporto di persone, mettendo a repentaglio la loro incolumità e quella soprattutto dei pendolari”. Quindi l’invito del Comitato Pendolari affiché le “istituzioni intervengano prima che qualcuno si faccia male o si senta male a bordo dei pullman, quando non rischi di rimanere intrappolato in una vettura che si incendia. Non aspettiamo la notizia da prima pagina, perché in quell'occasione, nonostante quello che affermi l'amministratore delegato di Cotral di voler denunciare i pendolari per interruzione di servizio pubblico, saremmo tutti noi ad avviare azioni legali contro Cotral, chi la dirige e l'amministra e chi la controlla. Si intervenga perché in gioco c’è il lavoro, lo studio se non addirittura la vita di migliaia di persone”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Grandi (Unhcr): migranti in mare vanno sempre soccorsi

Grandi (Unhcr): migranti in mare vanno sempre soccorsi

Tripoli (askanews) - No alla chiusura dei porti, sì a una redistribuzione più equilibrata dei migranti. Alla vigilia della Giornata internazionale del rifugiato, indetta dalle Nazioni Unite, che si celebra oggi il capo del Unhcr, Filippo Grandi, è tornato sulla questione della crisi dei migranti. "E' chiaro che, aldilà di qualsiasi discussione politica, chi è in difficoltà in mare deve essere ...

 
Chiara Frontini, il terremoto del primo turno: così ripulirò Viterbo
Intervista alla candidata sindaco civico alla vigilia del ballottaggio

Chiara Frontini, il terremoto del primo turno: così ripulirò Viterbo

Alla vigilia del primo turno non molti scommettevano su di lei. Invece Chiara Frontini è stata la sorpresa. Come ce l'ha fatta? “Stando tra le persone. Il nostro valore aggiunto è stato sempre il contatto umano con la gente. In mezzo alla gente ci siamo stati negli ultimi 6 anni. C'eravamo anche quando non era campagna elettorale, per questo i viterbesi ritengono il nostro progetto più credibile ...

 
Plastic Odyssey, il catamarano alimentato dai rifiuti in plastica

Plastic Odyssey, il catamarano alimentato dai rifiuti in plastica

Roma, (askanews) - Combattere l'inquinamento degli oceani navigando in tutto il mondo con un catamarano alimentato da plastica riciclata. É la sfida del progetto Plastic Odyssey. Il prototipo del catamarano, soprannominato Ulisse, e lungo sei metri, è stato presentato a Concarneau, in Bretagna. E' dotato di un piccolo laboratorio in grado di trasformare i rifiuti di plastica in carburante navale ...

 
Wind Tre: nuova cultura aziendale all'insegna dell'innovazione

Wind Tre: nuova cultura aziendale all'insegna dell'innovazione

Roma, (askanews) - Una nuova cultura aziendale che, attraverso i processi attivati nei rapporti tra dipendenti ed azienda, permette di essere realmente innovativi. Ne parla, negli studi televisivi di Askanews, Rossella Gangi, Direttore Human Resources di Wind Tre, la compagnia guidata da Jeffrey Hedberg, protagonista sul mercato nazionale per qualità di servizi, processi innovativi e tecnologici. ...

 
Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

RIETI

Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

Giovedì 21 giugno alle ore 19.00 presso la Chiesa di San Rufo a Rieti,  concerto di Musica barocca, in occasione della Festa Europea della Musica, con Sandro Sacco al Flauto ...

17.06.2018

Emozioni nel cuore dell'Italia con Lino Guanciale e Davide Cavuti

CITTAREALE

Emozioni dai luoghi colpiti dal sisma con Lino Guanciale e Davide Cavuti

Dopo la convivialità del Teatro delle Ariette andata in scena lo scorso 8 giugno, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma con I SOGNATORI HANNO I ...

14.06.2018

teatro da mangiare

CITTAREALE

Va in scena "Teatro da mangiare?"

Dopo la magia del circo di Nicole & Martin andata in scena lo scorso aprile ad Amatrice, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma del 2016, questa ...

08.06.2018