Il Campidoglio e le sue oche

IN FONDO AL POZZO

Il partito che si rompe e la protesta dei tassì

22.02.2017 - 15:08

0

Largo del Nazareno, Roma.
La Direzione del PD è riunita per discutere del congresso prossimo venturo e per arginare, forse fuori tempo massimo, la scissione.
E intanto, davanti all'ingresso, i tassisti romani protestano contro un emendamento al decreto Milleproroghe - supercontenitore di tutto e di più - che comporterebbe la liberalizzazione della loro attività. Con l'ombra che si allunga dei famigerati Uber e Ncc.
Dentro, va avanti un'altra puntata della psicodramma politico di un partito che si rompe: chi vorrebbe restare, meglio se tutti insieme, chi ha deciso di andarsene, chi con un piede fuori non rinuncia a candidarsi al congresso, Chi si è rotto le palle, chi non viene, chi non si fa vedere, chi non si farà vedere più..
Basta scorrere le parole: tradimento, coerenza, ricatto, comunità, ragioni fondanti, il nostro popolo.., per capire che siamo a un altro passaggio, un altro bozzolo da cui non sappiamo quale creatura uscirà fuori. Una macchina si è messa in moto e forse è anche più forte delle intenzioni dei passeggeri e di chi la guida, la scissione - questa evidente - tra chi si sforza di richiamare all'unità e chi invece ha rotto i ponti.
Fuori, le urla irridenti, le braccia irrigidite, le bombe-carta, le cariche della polizia, i tassisti in sciopero da giorni che difendono la loro licenza e non hanno nessuna intenzione di confrontarsi con la liberalizzazione dei servizi prevista da una direttiva europea firmata Bolkestein.
E' un'istantanea del momento del Paese e del groviglio di contraddizioni in cui si è avvolto. Il principale partito (almeno finora), quello che sostiene il governo arriva a una resa dei conti, dopo mesi estenuanti di contrapposizione fra il segretario e la minoranza, e il principio democratico per cui ci si confronta e la maggioranza vince non regge più, perché il dissenso è troppo profondo, perché io pensavo che le ragioni che hanno fatto nascere il partito erano altre, perché il segretario è un intruso, perché non volete confrontarvi ma volete eliminarmi.. Ci sono gli odi personali, ormai troppo radicati, mors tua vita mea, ci sono motivazioni politiche, la sinistra che vuole essere sinistra dura e pura, e la sinistra che vuole aprire al centro e guarda fuori del recinto tradizionale, la sinistra che accusa l'altra sinistra di non essere più sinistra, e quella che non sarebbe più sinistra che rinfaccia a quella che si pretende tale il massimalismo paralizzante e pregiudiziale.
E sullo sfondo un riflesso condizionato, non solo della sinistra italiana, certo, ma fortemente presente nella nostra tradizione, la voglia di dividersi e di delegittimare l'avversario, la divisioni fra quelli che si pretendono coerenti e i traditori che corrompono gli ideali, fra i pragmatici che mettono il governo davanti a tutto e i nostalgici che continuano a sentirsi sempre all'opposizione, meglio lasciare il governo a un avversario piuttosto che un traditore, in un cortocircuito di alibi reciproci.
E i tassisti? Nessuna voglia di discutere, un no secco, una falange compatta e incazzata che si chiude a testuggine, a difesa di quello che per loro è una garanzia e per il mondo che diventa globale un privilegio. E la Sindaca di Roma che accoglie la protesta di un servizio pubblico, che gli blocca la città..
Oggi, in questo giorno, l'Italia che vediamo è quella delle corporazioni blindate del "boia chi molla" e di un partito che si sfascia, del muro contro muro e del (non)c'eravamo tanto amati, della rabbia, dell'odio e del rancore.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Bambini migranti: la giornalista scoppia in lacrime in diretta tv

Bambini migranti: la giornalista scoppia in lacrime in diretta tv

Milano (askanews) - Rachel Maddow non ha retto all'emozione e si è messa a piangere in diretta tv. La popolare presentatrice americana della Msnbc è scoppiata in lacrime, incapace di portare avanti la trasmissione, durante la lettura delle notizia dei bambini separati dai genitori migranti al confine tra Messico e Stati Uniti. Il video è diventato virale in poche ore.

 
Economia

Borsa, Milano rifiata

La Borse europee rifiatano dopo il tonfo di ieri. Si fermano le vendite sui listini, dopo la reazione ai rapporti sempre più tesi tra Cina e Stati Uniti, e Milano segna +0,16%. Positive anche Londra, Madrid e Francoforte. Sul paniere di Piazza Affari, Ferragamo lascia sul terreno quasi il 9 per cento dopo che la holding di famiglia ha collocato sul mercato un pacchetto azionario. Sono di nuovo in ...

 
L'arte è un gioco: i campus estivi di Pirelli HangarBicocca

L'arte è un gioco: i campus estivi di Pirelli HangarBicocca

Milano (askanews) - Un gioco per permettere ai bambini di esplorare le tecniche e i linguaggi dell'arte, nonché le proprie capacità inventive ed espressive. Per il 2018 i campus estivi di Pirelli HangarBicocca a Milano sono stati progettati con l'artista Roberto Fassone che, ispirandosi alla mostra di Matt Mullican in corso nel museo, ha proposto ai piccoli una sfida creativa molto intrigante, ...

 
Tea Falco alla regia: la mia Sicilia e il senso della vita

Tea Falco alla regia: la mia Sicilia e il senso della vita

Roma, (askanews) - Adamo, Eva e la metafora di un dolce chiamato "Cannolo" come riassunto dell'universo. "Ceci n'est pas un cannolo" è l'opera prima di Tea Falco, l'attrice catanese di "Io e te" di Bernardo Bertolucci, delle serie tv "1992 e "1993", artista e soprattutto fotografa. Il suo primo documentario da regista è stato presentato al Biografilm Festival di Bologna e andrà in onda su Sky ...

 
Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

RIETI

Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

Giovedì 21 giugno alle ore 19.00 presso la Chiesa di San Rufo a Rieti,  concerto di Musica barocca, in occasione della Festa Europea della Musica, con Sandro Sacco al Flauto ...

17.06.2018

Emozioni nel cuore dell'Italia con Lino Guanciale e Davide Cavuti

CITTAREALE

Emozioni dai luoghi colpiti dal sisma con Lino Guanciale e Davide Cavuti

Dopo la convivialità del Teatro delle Ariette andata in scena lo scorso 8 giugno, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma con I SOGNATORI HANNO I ...

14.06.2018

teatro da mangiare

CITTAREALE

Va in scena "Teatro da mangiare?"

Dopo la magia del circo di Nicole & Martin andata in scena lo scorso aprile ad Amatrice, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma del 2016, questa ...

08.06.2018