Radiomondo in festa: 37 anni sulla cresta dell'onda

RIETI

Radiomondo in festa: 37 anni sulla cresta dell'onda

10.05.2017 - 13:38

0

Trentasette anni sulla cresta dell'onda. Tanti ne sono passati ma Radiomondo è sempre li, più forte della crisi e persino del terremoto (la sede storica è rimasta danneggiata e costretto la proprietà a trasferire l'attività in altri locali), a tenere compagnia ai suoi tantissimi ascoltatori.

LA STORIA Alle ore 11 di domenica 10 maggio 1980, nella storica sede di via San Rufo, al Centro d’Italia, un gruppo di amanti della musica e appassionati della radio, provenienti anche da altre realtà radiofoniche del momento, diedero vita alla nuova emittente reatina Radiomondo.

Tanto l’entusiasmo e la voglia di comunicare alla gente, con lo spirito battagliero di chi voleva assolutamente emergere per farsi conoscere.

Si aggiunsero subito al gruppo nuovi ragazzi e ragazze, senza esperienza nel settore, ma con tanta voglia di fare, a tal punto che in brevissimo tempo Radiomondo divenne popolarissima.

PIONIERI Alla regia l’inossidabile Piero Aguzzi, che riuscì a creare un prodotto radiofonico avvincente e coinvolgente. Tanta fu la delusione di tutti quelli che avevano pronosticato a questa radio una vita brevissima.

"Oggi non vogliamo ricordare nè i programmi nè l’avanzata tecnologia utilizzata in quegli anni - fanno sapere dall'emittente reatina - ma vogliamo pubblicare i nomi di quei giovani che contribuirono a lanciare Radiomondo e a farla vivere ancora oggi, dopo 37 anni".

Ancora vivo il ricordo di quegli indimenticabili pionieri, quel gruppo che per primo diede la voce a Radiomondo: Vincenzo Colaluce, Virna Santocchi, Rossana Avena, Floriana Beretta, Danilo Totaro, Mimmo Di Costanzo, Egidio Delfini, Rita Morsani, Niclo Aloisi, Alessandra Tilli, Alessandra Nobili, Patrizia Rinaldi, Sergio Luzzi, Sergio Sentinelli, Sergio Vio, Grazia De Michele, Nora Barbacci, Michele Baldin, Alberto Lenti, Luigi Spaghetti, Sandra, Lucio Albano, Stefano Gunnella, Claudio Aloisi.

"Purtroppo - racconta il direttore e titolare di Radiomondo, Piero Aguzzi - oggi alcuni di loro non sono più tra noi, ma li immaginiamo ancora davanti al microfono felici e spensierati ad allietare gli ascoltatori con la loro voce e le scelte musicali, immersi nei vinili. Da allora, quando alle 6,30 del mattino con la sigla “Tip Top Theme” di Augusto Martelli si aprivano le trasmissioni della giornata, le quali con un incessante turn over terminavano a mezzanotte, tanti sono stati gli speaker che si sono alternati a Radiomondo, fino ad arrivare ai giorni nostri. A tutti il più sincero ringraziamento. Un ultimo pensiero, il più importante, va a tutti i radioascoltatori, coloro i quali da 37 anni sono vicini a Radiomondo, con l’ascolto, con le richieste musicali e con i messaggi di affetto che ogni giorno giungono in redazione e che ci fanno capire che stiamo facendo un buon lavoro" conclude con orgoglio Piero Aguzzi.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Formazione medici con simulazione hi tech contro tumore al rene

Formazione medici con simulazione hi tech contro tumore al rene

Roma, (askanews) - La terapia del tumore al rene passa anche per la formazione dei medici attarverso la realtà virtuale. Parte oggi da Roma la prima tappa del progetto Maestro presso l IPSE CENTER - Interactive Patient Simulation Experience - del Policlinico Universitario A. Gemelli, centro di simulazione interattivo nel quale gli operatori della salute sono chiamati a seguire percorsi di ...

 
Firenze, migranti come stelle cadenti su Ponte Vecchio

Firenze, migranti come stelle cadenti su Ponte Vecchio

Roma, (askanews) - Ponte Vecchio, icona di Firenze e del Rinascimento, diventa simbolo di collegamento tra popoli, città e culture diverse, tra passato e futuro, per far riflettere sulle frontiere di oggi e di ieri e sul fenomeno delle migrazioni. Fino al 7 gennaio, ogni giorno dalle 19 alle 24, Ponte Vecchio sarà illuminato dal progetto di videomapping sviluppato da Ied (Istituto Europeo di ...

 
Arriva la nuova Duster, suv di qualità con tanta tecnologia

Arriva la nuova Duster, suv di qualità con tanta tecnologia

Milano, 13 dic. (askanews) - Ancora più suv, ma anche più curata, elegante e con tanta tecnologia. E' la nuova Dacia Duster, il suv di segmento C che grazie all'ottimo rapporto qualità prezzo è il veicolo di categoria più venduto in Italia, con 64mila immatricolazioni nel 2017 e oltre 340mila dal lancio nel 2010. Francesco Fontana Giusti, direttore comunicazione Renault Italia: "Il cliente ideale ...

 
Malattia di Crohn: nuovo approccio potrebbe rivoluzionare le cure

Malattia di Crohn: nuovo approccio potrebbe rivoluzionare le cure

Roma, (askanews) - Un nuovo approccio diagnostico e terapeutico potrebbe rivoluzionare le strategie di cura della malattia di Crohn, patologia infiammatoria intestinale che colpisce prevalentemente in età giovanile e dopo i 65 anni. Lo ha evidenziato uno studio internazionale cui hanno preso parte anche ricercatori italiani. Fra loro, Alessandro Armuzzi, professore associato di Gastroenterologia ...

 
Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

teatro flavio vespasiano

RIETI

Al Flavio finale nazionale del "Gran premio della danza"

Apertura questa mattina del teatro Flavio Vespasiano per ospitare la finale nazionale della IV edizione del “Gran premio della danza”, con la direzione artistica di Steve ...

09.12.2017

Al teatro Flavio c’è “Copenaghen” di Michael Frayn

RIETI

Al teatro Flavio c’è “Copenaghen” di Michael Frayn

Questa sera (venerdì 8), alle ore 21, al teatro Flavio Vespasiano, è in programma "Copenaghen" di Michael Frayn, opera teatrale con Umberto Orsini, Massimo Popolizio e ...

08.12.2017