questura rieti

RIETI

Rapina alle Poste di Campoloniano: quattro arresti

29.03.2017 - 14:14

0

La Squadra Mobile della Questura di Rieti ha portato a conclusione l’operazione di polizia giudiziaria denominata “Vent’anni dopo…” con l’esecuzione di quattro ordinanze di custodia cautelare nei confronti del reatino Mauro Formichetti del 1976, destinatario della misura cautelare degli arresti domiciliari e dei romani Enrico Baldella, del 1950, destinatario di custodia cautelare in carcere; Massimo Scrocca, del 1961, destinatario di custodia cautelare in carcere e Andrea Mazzelli, del 1974, destinatario della misura cautelare degli arresti domiciliari, ritenuti responsabili, in concorso, della rapina commessa in danno di un istituto di vigilanza reatino incaricato della consegna di valori presso l’Agenzia di Poste Italiane di Via Renzo De Felice (leggi la notizia).

I FATTI Il 2 novembre 2016, infatti, è stata consumata una rapina in danno di due guardie giurate della SabinaPol durante le operazioni di trasporto e consegna del denaro presso l’agenzia 3 di Poste Italiane di via Renzo De Felice, nel quartiere di Campoloniano.

In particolare, due malviventi, dopo aver strappato di mano la pistola di ordinanza della guardia giurata ed i sacchi con il denaro, si sono dati alla fuga con 170.000 euro.

Uno dei rapinatori ha ingaggiato, nella circostanza, una colluttazione con l’altra guardia, scesa dal furgone, che ha anche esploso un colpo di pistola, consentendo all’equipaggio di una Volante della Questura di Rieti, di intervenire prontamente arrestando Franco Mazzelli, noto rapinatore romano che, in detta occasione, colpendo più volte al capo con il calcio della pistola la guardia giurata, gli aveva procurato serie lesioni.

Il complice, invece, era riuscito a fuggire a bordo di una Citroen C3, rubata a Roma due settimane prima e poi rinvenuta dal personale della Squadra Mobile nella vicina via Cipriani.

LE INDAGINI Le indagini esperite dagli investigatori della squadra Mobile reatina, partendo dalle importanti informazioni fornite da un agente della Polizia Stradale, presente sul posto libero dal servizio, hanno consentito l’arresto del pregiudicato reatino Damiano Tolomei, individuato quale ideatore e basista della rapina.


Gli arresti effettuati hanno indirizzato gli investigatori verso l’individuazione del probabile complice, Massimo Scrocca, altro noto storico rapinatore romano, amico e complice di Damiano Tolomei in altri eventi delittuosi, consumati anche in questa città.


Le successive indagini tecniche e tradizionali operate dagli investigatori della Squadra Mobile di Rieti hanno consentito l’individuazione di altri due importanti attori dell’evento criminoso: Enrico Baldella, anch’egli rapinatore di esperienza ed amico e complice storico di Franco Mazzelli, ed il pregiudicato Mauro Formichetti, che, nella circostanza, si era anche occupato di far riparare, in quanto in avaria, l’automezzo utilizzato dai rapinatori per raggiungere Rieti.


L’attività investigativa conclusa dagli Agenti ha evidenziato che la rapina è stata organizzata proprio da Damiano Tolomei, con la complicità di Mauro Formichetti e di Massimo Scrocca.

Quest’ultimo, impiegato nella rapina come palo, non potendo partecipare direttamente alla commissione materiale della rapina a causa di problemi di deambulazione ad una gamba causati da un colpo di pistola esploso da personale della Polizia di Stato di Vasto (CH), durante una rapina ad un istituto di credito, sottoposto, peraltro, ad affidamento ai servizi sociali del comune di Roma, per compiere materialmente la rapina, ha contattato, a sua volta, l’altra “batteria” romana, composta da Enrico Baldella e Franco Mazzelli, anch’essi a loro volta affidati ai servizi sociali presso una cooperativa romana.

Inoltre, le indagini hanno evidenziato anche il concorso nella rapina reatina di Andrea Mazzelli, figlio di Franco Mazzelli, il quale ha atteso, in detta occasione, l’arrivo dei rapinatori, dopo il colpo, lungo la Salaria, ad Osteria Nuova per riportali a Roma.
E’ stato anche accertato che il giovane pregiudicato romano Andrea Mazzelli era inoltre pronto a commettere un’altra rapina per la quale stava procacciandosi una pistola clandestina.

L’esito dell’attività investigativa ha consentito al Sostituto Procuratore Lorenzo Francia di richiedere al G.I.P. del Tribunale di Rieti le importanti misure cautelari emesse nei confronti dei quattro individui. Questa mattina, quindi, gli Agenti della Squadra Mobile reatina, con la collaborazione del personale della Squadra Mobile della Questura di Roma, si sono recati nelle abitazioni romane dei ricercati, procedendo anche ad attente perquisizioni, dando, così, esecuzione alle ordinanze di custodia cautelare emesse. Sono in corso ulteriori indagini volte a verificare l’eventuale commissione di ulteriori rapina da parte del sodalizio criminale smantellato dagli Agenti della Squadra Mobile reatina.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Hong Kong, in carcere i leader del Movimento degli Ombrelli

Hong Kong, in carcere i leader del Movimento degli Ombrelli

Hong Kong, (askanews) - Joshua Wong e altri due giovani leader del Movimento degli Ombrelli sono stati condannati a pene detentive a Hong Kong per il loro ruolo nelle proteste pro-democratiche del 2014. Wong, Nathan Law e Alex Chow sono stati condannati nell'ordine a sei, otto e sette mesi di reclusione, dopo che la Corte di Appello ha confermato le sentenze nei loro confronti. Gli attivisti ...

 
Attacco Barcellona, la Rambla riprende vita tra dolore e paura

Attacco Barcellona, la Rambla riprende vita tra dolore e paura

Barcellona (askanews) - Il giorno dopo l'attentato terroristico sulla Rambla di Barcellona la strada è stata riaperta, alcuni negozi hanno regolarmente aperto, altri hanno deciso di tenere le saracinesche abbassate in ricordo delle vittime. Le forze di sicurezza sono a lavoro sul luogo dove il furgone si è lanciato sulla folla, ma sono poche le zone ancora cordonate. Ben visibili i danni ...

 
Bandiere a mezz'asta a Palazzo Chigi, c'è anche quella spagnola

Bandiere a mezz'asta a Palazzo Chigi, c'è anche quella spagnola

Roma, (askanews) - Bandiere a mezz'asta, in segno di lutto per le vittime dell'attentato a Barcellona, a Palazzo Chigi. Esposte la bandiera italiana, quella europea e quella spagnola. Tricolore e bandiera Ue a mezz'asta anche al Quirinale e all'Altare della Patria.

 
A Barcellona un italiano morto, la conferma della sua azienda

A Barcellona un italiano morto, la conferma della sua azienda

Roma, (askanews) - Si chiamava Bruno Gullotta, veniva da Legnano e aveva 35 anni la vittima italiana accertata dell'attentato di Barcellona. L'azienda informatica per cui lavorava, Tom's Hardware, ha la pagina web listata a lutto e si stringe con affetto alla compagna e ai due figlioletti di Gullotta. Il giovane era in vacanza a Barcellona con la famiglia. "Bruno" si legge sul sito dell'azienda, ...

 
Daniel Craig sarà ancora 007

Cinema

Daniel Craig sarà ancora 007

Daniel Craig ha confermato che sarà nuovamente 007 nel 25esimo film della saga di James Bond. Ma sarà la sua ultima volta nel ruolo dell’agente segreto più famoso al mondo. ...

16.08.2017

Luara Freddi sarà mamma a 45 anni

Gossip

Luara Freddi sarà mamma a 45 anni

Laura Freddi sarà mamma all'età di 45 anni. Lo rivela il settimanale 'Chi', che nel numero in edicola da oggi pubblica le immagini della showgirl in dolce attesa. La diretta ...

16.08.2017

Concerto pianistico di Emanuele Stracchi al Terminillo

RIETI

Concerto pianistico di Emanuele Stracchi al Terminillo

Il 17 Agosto presso l’Auditorium della Chiesa di S. Francesco al Terminillo si terrà un Recital del pianista Emanuele Stracchi, in prima serata alle ore 21.30: una serata ...

15.08.2017