San Camillo de' Lellis

RIETI

Radioterapia al collasso, lettera di una nostra lettrice che ha la mamma in cura al reparto

26.09.2016 - 21:51

0

Il reparto di Radioterapia dell'ospedale de'Lellis è ormai al collasso per mancanza di medici come dennciato più volte da associazioni e sindacati. Segnalazioni, però, che sono cadute nel vuoto non avendo Regione e Asl ritenuto di dover rispondere o meglio intervenire per porre rimedio a questa situazione di estremo disagio per i pazienti in cura.  In redazione è arrivata la lettera di una lettrice del Corriere di Rieti che ha la mamma in cura presso Radioterapia e che pubblichiamo integralmente.

"Non so come iniziare a scrivere tutto ciò che sento, poiché disarmata dall’inerzia delle Istituzioni deputate alla Tutela ed alla Salvaguardia del bene VITA UMANA.

L’Ordinamento italiano è forbito di norme che conferiscono alla vita umana la sacralità che merita. Purtroppo la realtà è ben altra.

Il malato, già fragile per la sua condizione, è annientato dalla realtà cruda  di ogni giorno.

Sottolineo ogni giorno, poiché la malattia accompagna i malati ogni secondo, minuto, ora , inesorabilmente, come un fardello che  si fa sempre più pesante se gli stessi dottori, alcuni di loro impagabili, insostituibili, vengono neutralizzati dalle inefficienze e dai ritardi amministrativi.

Un esempio concreto è attualmente il Reparto di Radioterapia  dell’Ospedale San Camillo De Lellis di Rieti.

Un Centro d’Eccellenza, che purtroppo è stato via via sguarnito di risorse ed energie vitali per il proseguimento dell’Opera fattiva ed instancabile riconosciuta innanzitutto dagli stessi pazienti.

In molti hanno combattuto e vinto la malattia GRAZIE ALLA DISPONIBILITA’ DI STRUMENTAZIONI ALL’AVANGUARDIA ED ALL’ELEVATA PROFESSIONALITA’ ED UMANITA’ DEGLI STESSI OPERATORI SANITARI.

La mia esperienza personale è quella di una figlia che accompagna la propria mamma malata presso il centro, una mamma stanca, claudicante ma con gli stessi occhi  pieni d’amore che guardavo quando lei mi teneva sulle sue ginocchia.

La mamma è il nostro porto sicuro, il nostro riparo e rifugio.

Noi figli, cosa possiamo offrire oggi ai nostri genitori che in vecchiaia hanno bisogno di sostegno?

Cosa possiamo offrirgli se lo stesso Sistema Sanitario che hanno contribuito a costituire, viene gradualmente “PRIVATIZZATO”, per il ridimensionamento  gravoso delle risorse disponibili, spingendo i pochi a rivolgersi a Strutture  fuori città, fuori regione.

Perché noi cittadini di Rieti e Provincia, continuiamo a pensare che questo genere di problemi riguardi solo  pochi?

E’ augurabile ciò, non è altrettanto augurabile spingere le persone  in una sorta di DIASPORA DELLA SALUTE.

Stanno smantellando il nostro Ospedale e come una tecnica indolore, lo stanno facendo pian piano, affinché l’Opinione pubblica non se ne accorga.

Dobbiamo destarci dal torpore della coscienza, assumere la consapevolezza che le ISTITUZIONI  SONO COSTITUITE INNANZITUTTO DA TUTTI NOI CITTADINI.

 Non dobbiamo guardare negli occhi di nostra madre e sentirci impotenti nel garantirle la dignità di persona , soprattutto perché malata.

Dignità è la parola chiave.

Non è dignitoso far attendere mesi cruciali prima delle cure dovute, così come non è dignitoso alimentare false aspettative.

Questa è l’esperienza di una figlia , ma quando l’esperienza è di una mamma la situazione è ancora più tragica. Non si gioca con la vita delle persone.

Riduciamo gli emolumenti dei nostri amministratori a vantaggio di una Sanità che possa dirsi efficiente e soprattutto “UMANIZZATA”.

NON DIMENTICHIAMOCI MAI CHE DIETRO IL CODICE A BARRE DEL TESSERINO SANITARIO C’E’ UNA PERSONA, CHE PUO’ ESSERE UNA MADRE, UNA FIGLIA.

Non smetterò di essere ottimista, perché quegli occhi che s’incontrano negli sguardi delle sale di attesa, hanno alla fine lo stesso vissuto…………sono gli occhi delle nostre mamme che ci tenevano sulle loro ginocchia".

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Esce "Terapia di coppia", con Ambra Angiolini e Sergio Rubini

Esce "Terapia di coppia", con Ambra Angiolini e Sergio Rubini

Roma, (askanews) - Esce al cinema (dal 26 ottobre) "Terapia di coppia", film di Alessio Maria Federici, con Ambra Angiolini nei panni dell'intrigante Viviana e Pietro Sermonti, il suo amante Modesto. Tratto dall'omonimo romanzo best seller di Diego de Silva. Viviana e Modesto sono sposati, ma non tra di loro. Incoscienti e innamorati, si ritrovano uniti da una passione incontrollabile. La loro ...

 
Giornalista assassinata a Malta, la Ue: fare completa giustizia

Giornalista assassinata a Malta, la Ue: fare completa giustizia

Bruxelles (askanews) - L'Unione europea si è detta sconvolta per il barbaro assassinio di Daphne Caruana Galizia, la giornalista impegnata in inchieste anticorruzione uccisa a Malta nell'esplosione della sua automobile. L'Ue ha chiesto che sia fatta giustizia, rapidamente e in maniera approfondita. "Un evento orribile, una vera tragedia, che deve essere investigata a fondo e definitivamente ...

 
Cos'è Omnium, l'associazione catalana il cui leader è in carcere

Cos'è Omnium, l'associazione catalana il cui leader è in carcere

Roma, (askanews) - L'Audiencia Nacional di Madrid ha ordinato la custodia cautelare in carcere senza possibilità di cauzione per Jordi Cuixart e Jordi Sanchez, rispettivamente presidenti di Omnium Cultural e dell'Assemblea Nacional Catalana, due grandi associazioni della società civile pro-indipendenza. Omnium è la più grande associazione culturale della Catalogna: si batte per la difesa e ...

 
Tour Ue del farmaceutico italiano per sostenere Milano per Ema

Tour Ue del farmaceutico italiano per sostenere Milano per Ema

Roma, (askanews) -La scelta di Milano come nuova sede per l'Agenzia europea del farmaco passa anche attraverso la forza e la competenza delle imprese italiane e della cultura di accesso all'innovazione farmaceutica riconosciuta all'Italia, secondo il presidente della Camera di Commercio italiana per la Romania Roberto Musneci, attivo da anni nel settore farmaceutico internazionale. "C'è ancora ...

 
I grandi interpreti alla settima edizione del Rieti Guitar Festival

RIETI

I grandi interpreti alla settima edizione del Rieti Guitar Festival

Da giovedì 12 a domenica 15 torna il  Rieti Guitar Festival, giunto quest’anno alla settima edizione, come sempre grazie al costante impegno della Fondazione di ...

11.10.2017

La quattordicenne Carla Paradiso fa incetta di premi al Cantagiro nazionale.

CANTALICE

La quattordicenne Carla Paradiso fa incetta di premi al Cantagiro nazionale

Dopo aver vinto il 9 Settembre 2017 il Cantagiro Umbria, Carla Paradiso di Cantalice (nella foto con Alessandro Cavaliere, organizzatore del Cantagiro Umbria) é approdata a ...

11.10.2017

Reate Festival, successo dell' Amleto di Fabrizio Gifuni con la Sinfonica Abruzzese

RIETI

Reate Festival, successo dell' Amleto di Fabrizio Gifuni con la Sinfonica Abruzzese

E’ stata una grande emozione la versione di Amleto presentata domenica al Reate Festival, una nuova drammaturgia in cui la vicenda di Shakespeare si sposa alla musica di ...

09.10.2017