"Consorzi di Bonica, necessario riorganizzare l'intero sistema"

RIETI

"Consorzi di Bonifica, necessario riorganizzare l'intero sistema"

09.07.2016 - 15:18

0

I consorzi di Bonifica versano in una situazione assolutamente delicata vista la mancanza di fondi della Regione. E così tra lavoratori in ansia per il posto di lavoro,riatrdi nei pagamenti degli stipendi e raccolta di firme per l’abolizione dei Consorzi a farsi avanti è Agrinsieme (Confagricoltura Viterbo e Rieti, Cia Viterbo, Confcooperative Lazio Nord e Legacoop Lazio Distretto Lazio Nord che “condividono appieno la necessità di una riorganizzazione del sistema dei consorzi di bonifica”. La necessità di un progetto di riforma è pienamente condiviso dalle Associazioni di Categoria che vivono il territorio ed i suoi problemi, “ma il piano di riorganizzazione - fanno sapere - deve essere costruito sulla base di un percorso che sia sì in chiave istituzionale, ma democratico e che crei un consenso. Le soluzioni devono essere partecipate, affinché non vengano calate dall'alto, ma vivano le peculiarità dei territori. La regionalizzazione rischia di creare strumenti incapaci di fornire una rete di servizi efficaci ed efficienti per i propri consorziati; non va dimenticato che i consorzi operano per la tutela e salvaguardia del territorio attraverso gli interventi manutentivi ai fini della prevenzione del dissesto idrogeologico.
Nella provincia di Viterbo sono presenti due consorzi di bonifica, mentre nella provincia di Rieti ne è presente uno, tutti e tre i consorzi storicamente hanno operato a favore di queste due province ed il loro inglobamento su un consorzio romano centrico, li snaturerebbe”.
Per Agrinsieme andrebbe fatta “una valutazione sulla virtuosità dell'operato dei singoli consorzi, sul percorso che questi hanno fatto per continuare a salvaguardare il territorio e dare servizi ai consorziati, nonostante i tagli operati dalla Regione Lazio negli ultimi 10 anni”.
Da qui la proposta articolata sui seguenti punti: Proroga degli organi in scadenza affinché accompagnino il percorso della riforma; Incontri sul territorio, con i consorzi, gli enti locali e le associazioni di categoria per la valutazione delle esigenze; Avvio del percorso di riorganizzazione propedeutico alla riduzione del numero dei consorzi dagli attuali 10 a 5.
“Solo così - riprendono -, dopo un processo partecipato riteniamo si possa operare una scelta che rispetti un'ottimizzazione delle risorse ed al tempo stesso continui a rispondere agli scopi per i quali i consorzi di bonifica esistono. Facciamo perciò appello all'assessore Fabio Refrigeri ed ai consiglieri regionali Enrico Panunzi, Riccardo Valentini, Daniele Sabatini, Silvia Blasi e Daniele Mitolo affinché facciano proprie le nostre proposte, nel rispetto degli interessi dei nostri territori che anche loro abitano e vivono e che come noi conoscono”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Dallo slow food allo slow drink, il gin punta sui giovani

Dallo slow food allo slow drink, il gin punta sui giovani

Milano (askanews) - L'elogio della lentezza non più solo nel mangiare ma anche nel bere, dallo slow food si passa allo slow drink puntando a conquistare i giovani passando per il variegato mondo del cocktail. È la strategia di Star of Bombay, l'ultimo nato in casa dei produttori di gin del gruppo Martini Bacardi: un prodotto completamente rifatto con grande attenzione alla scelta degli ...

 
Super Vacanze di Natale, Ruffini celebra 35 anni di cinepanettone

Super Vacanze di Natale, Ruffini celebra 35 anni di cinepanettone

Roma (askanews) - Un successo che dura da 35 anni. I film di Natale prodotti da De Laurentiis, dal primo "Vacanze di Natale" del 1983 all'ultimo "Dio salvi la regina", hanno incassato complessivamente 400 milioni, coinvolto più di 200 attori, e sono stati girati in 50 location, da Cortina D'Ampezzo a New York. Quest'anno, per celebrare il 35esimo compleanno del cosiddetto "cinepanettone", il 14 ...

 
Castello del Trebbio, dai Medici all'agricoltura biointegrale

Castello del Trebbio, dai Medici all'agricoltura biointegrale

Milano (askanews) - Nelle sue sale si progettò la Congiura dei Pazzi, poi fu confiscato dalla famiglia dei Medici e donato al vescovo di Fiesole: inizia così la storia del Castello del Trebbio, dimora del Rinascimento datata 1184, che ha attraversato 800 anni di storia, passando da maniero a fortezza militare, a tenuta agricola per la produzione di vino ed olio di alta qualità. Siamo nel Chianti ...

 
Esplosione a un terminal gas in Austria: 1 morto e 18 feriti

Esplosione a un terminal gas in Austria: 1 morto e 18 feriti

Roma, (askanews) - E' di almeno un morto e 18 feriti il primo bilancio dell'esplosione al terminal di gas di Baumgarten, nell'Est dell'Austria. Lo ha riferito la Croce rossa all'agenzia austriaca Apa dopo l'esplosione "seguita da un incendio", come ha precisato un portavoce della polizia Edmund Tragschitz, secondo cui la situazione è già tornata sotto controllo. In precedenza, tuttavia, la ...

 
Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

teatro flavio vespasiano

RIETI

Al Flavio finale nazionale del "Gran premio della danza"

Apertura questa mattina del teatro Flavio Vespasiano per ospitare la finale nazionale della IV edizione del “Gran premio della danza”, con la direzione artistica di Steve ...

09.12.2017

Al teatro Flavio c’è “Copenaghen” di Michael Frayn

RIETI

Al teatro Flavio c’è “Copenaghen” di Michael Frayn

Questa sera (venerdì 8), alle ore 21, al teatro Flavio Vespasiano, è in programma "Copenaghen" di Michael Frayn, opera teatrale con Umberto Orsini, Massimo Popolizio e ...

08.12.2017