pronto soccorso

RIETI

La Uil: "Pronto soccorso congestionato: mancano medici e infermieri"

29.02.2016 - 11:04

0

Un’altra giornata di passione per il pronto soccorso. La denuncia arriva dal segretario generale della Uil Alberto Paolucci: “mancano medici e infermieri”. Insomma per Paolucci “il personale in servizio fa i salti mortali ma la realtà è che il reparto è sotto-organico. Qui invece di assumere si fa il gioco delle tre carte - continua il sindacalista -. Si spostano le unità da una parte all'altra ma in realtà l'investimento della Regione e della Asl in medici ed infermieri da impiegare all'ospedale di Rieti non c'è. Tutto fumo, slogan e i problemi si incancreniscono”. Per Paolucci il Modello Intensità di Cura per ictus rischia di “far saltare” altri Reparti. Perchè di investimenti e nuovi assunti non se ne vedono. Per creare questa Unità ospedaliera si sono racimolati infermieri e medici altrove”. Insomma una “coperta corta” che non aiuta a rilanciare gli altri dipartimenti già in sofferenza.
“Il Pronto Soccorso prima di tutti - spiega Alberto Paolucci, segretario provinciale Uil -. A Cardiologia alcune persone sono andate in pensione. Stesso discorso per Pediatria. Torno a chiedere un patto fatto per questa città, perchè quando non si garantisce una sanità decente la gente scappa. L'ospedale è il termometro del livello culturale e sociale di un territorio e come Uil siamo molto preoccupati - continua Paolucci -. L'attivazione della Stroke Unit - l'unità di trattamento neurovascolare - dedicata alla cura di pazienti con ictus è collocata nell'area della medicina d'urgenza/Obi ed è dotata di 4 posti letto, con un team neurovascolare che se ne occupa rappresentato da neurologi, medici di medicina e chirurgia d'accettazione e urgenza, radiologi, fisiatri, chirurghi vascolari, infermieri e fisioterapisti. Tutta gente preparata, per carità, ma tolta ad altri reparti dell'ospedale. Questo modello ipotizzato già nel 2010 fu poi definitivamente accantonato con uno studio molto particolareggiato nel 2012 perchè Rieti non aveva e non ha i numeri (i degenti) per ammortizzare un simile investimento. Così si è fatta una sotto-struttura che ha dei limiti”.
Secono Paolucci i pochi soldi trovati per realizzare questa unità operativa sarebbero stati tolti dai rinnovi di una quarantina di interinali. Ma nelle ultime ore è il Centro Trasfusionale che fa discutere. "Hanno fatto e detto e ci sono riusciti - conclude Alberto Paolucci - dirottando le sacche di sangue al San Filippo Neri di Roma. Si accentra tutto nella capitale e i nostri malati fuggono a Terni e a L'Aquila”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Auto Tesla in fiamme, Elon Musk: c'è un sabotatore in fabbrica

Auto Tesla in fiamme, Elon Musk: c'è un sabotatore in fabbrica

Los Angeles (askanews) - Tesla è finita ancora una volta nell'occhio del ciclone. Il costruttore di auto elettriche di alta gamma americano deve affrontare l'impatto mediatico di un video diffuso sui social che riprende un suo modello prendere fuoco in una strada di Los Angeles. "Ecco cosa è successo a mio marito a alla sua auto ", ha scritto su Twitter l'attrice americana Mary McCormack, che è ...

 
Dentro il P4, il superlaboratorio anti-Ebola del Gabon

Dentro il P4, il superlaboratorio anti-Ebola del Gabon

Franceville, Gabon (askanews) - In un centro di ricerca del Gabon, il P4, nell'Africa centro occidentale, un gruppo di ricercatori sorvegliato 24 ore su 24 dalle telecamere di sicurezza lavora senza sosta sui virus più potenti e letali del mondo, incluso l'Ebola. Il P4 è collocato in una posizione piuttosto isolata, a circa un Km di distanza dai vecchi edifici del Centro internazionale di Ricerca ...

 
Human Technopole diventa adulto e punta a raddoppio fondi statali

Human Technopole diventa adulto e punta a raddoppio fondi statali

Rho-Pero (MI) (askanews) - L'istituto di ricerca sulle scienze della vita Human Technopole, cuore del parco scientifico e tecnologico che sta nascendo nell'area dove si è svolta Expo 2015, è entrato nell'età adulta. Si è infatti riunito per la prima volta il Consiglio di sorveglianza dell'omonima fondazione, presieduto da Marco Simoni, che ha raccolto il testimone dai gestori della prima fase, ...

 
Granelli: entro giugno 2023 apertura integrale linea M4

Granelli: entro giugno 2023 apertura integrale linea M4

Milano, (askanews) - In occasione dell'anteprima della mostra sui ritrovamenti archeologici nei cantieri della M4 al Museo dell'Archeologia, l'assessore alla Mobilità del Comune di Milano, Marco Granelli ha confermato il nuovo cronoprogramma di apertura della Blu, con la prima tratta Linate-Forlanini che sarà inaugurata a febbraio 2021. L'apertura integrale con capolinea a San Cristoforo, invece, ...

 
Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

RIETI

Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

Giovedì 21 giugno alle ore 19.00 presso la Chiesa di San Rufo a Rieti,  concerto di Musica barocca, in occasione della Festa Europea della Musica, con Sandro Sacco al Flauto ...

17.06.2018

Emozioni nel cuore dell'Italia con Lino Guanciale e Davide Cavuti

CITTAREALE

Emozioni dai luoghi colpiti dal sisma con Lino Guanciale e Davide Cavuti

Dopo la convivialità del Teatro delle Ariette andata in scena lo scorso 8 giugno, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma con I SOGNATORI HANNO I ...

14.06.2018

teatro da mangiare

CITTAREALE

Va in scena "Teatro da mangiare?"

Dopo la magia del circo di Nicole & Martin andata in scena lo scorso aprile ad Amatrice, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma del 2016, questa ...

08.06.2018