Cerca

Domenica 26 Febbraio 2017 | 17:44

RIETI

Capodanno in piazza, anche il vescovo sul palco per lo scambio di auguri

festa capodanno in piazza

Doveva essere una notte di San Silvestro “silenziosa” per via dell’ordinanza emessa dal sindaco - in quanto il Comune di Rieti aveva aderito alla petizione "Sì ai fuochi d'artificio silenziosi" che vietava l’uso dei “botti” nei luoghi pubblici per motivi di sicurezza) - ed invece tanto silenziosa non lo è stata. Anzi la maggior parte dei reatini - almeno quelli che hanno aspettato l’arrivo del nuovo anno tra le mura di casa o in luoghi privati - allo scoccare della mezzanotte i “botti” li hanno fatti esplodere. A Rieti si è sparato eccome anche se, a dire il vero, in misura minore rispetto agli anni passati. Il frastuono dei “botti” è comunque arrivato fino in piazza Vittorio Emanuele II dove il sindaco Simone Petrangeli ha festeggiato il 2016 in modo meno fragoroso. La serata è iniziata come da programma con il concerto di Mattia Caroli e i Fiori del Male che ha provveduto a far scaldare la piazza. Allo scoccare della mezzanotte il brindisi alla presenza del sindaco Simone Petrangeli e di quella, non prevista, del vescovo di Rieti Domenico Pompili per i tradizionali auguri di buon anno. Niente botti, dunque, ma sono state liberate in cielo le lanterne di carta volanti che hanno illuminato la notte. Quindi si è continuato a ballare, nonostante il freddo, fino a notte inoltrata con la musica folk-rock dei Tammuriatarock e con il DJ set di Lorenzo Loddo.

Più letti oggi

il punto
del direttore