presepe a Greccio

GRECCIO

Greccio come Betlemme nel nome di Francesco. La messa di mezzanotte celebrata dal vescovo Pompili

23.12.2015 - 23:50

0

Betlemme “trasloca” in provincia di Rieti. E’ da ben 792 anni, d’altronde, che questa magia si ripete a Greccio, luogo del primo Presepe al mondo. Protagonista del miracolo fu San Francesco, che nel 1223 - dopo un viaggio in Palestina - decise di ricostruire con persone e animali del tempo le scene della Natività: e così il frate di Assisi e il nobile signore di Greccio Giovanni Velita realizzarono la rievocazione della nascita di Gesù, ovvero il primo Presepe della storia, che nei secoli successivi è stato replicato in tutte le case del mondo.
Rappresentazione storica. Unico e inimitabile, il presepe di Greccio torna il 24, vigilia di Natale, il 26 e 27 dicembre, e ancora l’1, 2 3 e 6 gennaio. Quella di Greccio è una rappresentazione storico-teatrale, realizzata in sei quadri viventi e incentrata sulla nascita del primo Presepe della storia, grazie alla quale è possibile rivivere l’atmosfera del Natale più che in ogni altro luogo. Un evento che costituisce un momento di profonda fede cristiana e, al contempo, uno spettacolo unico al mondo; c’è infatti un filo indelebile che lega questo luogo a Betlemme: in Palestina si operò il mistero della divina incarnazione di Gesù, mentre a Greccio ebbe inizio, in forma del tutto nuova, la sua mistica rievocazione. Per sette sere (il 24 dicembre alle ore 22.30 e tutti gli altri giorni alle 17.30) le tribune con oltre 2000 posti a sedere e le tensostrutture riscaldate accoglieranno i visitatori provenienti da ogni parte d’Italia, che potranno ammirare la sceneggiatura curata in ogni minimo dettaglio, le musiche e lo spettacolare impianto di luci; a fare il resto sarà la consueta bellezza del luogo - un anfiteatro che sorge nel piazzale antistante il Santuario di Greccio - la natura incontaminata, la fedeltà delle scene e dei costumi, la bravura e la devozione degli interpreti. Ancora oggi la celebrazione si snoda attraverso sei quadri viventi, dalla vita dei francescani in queste zone all’accoglienza da parte di papa Onorio III della Regola scritta da Francesco, dall’autorizzazione concessa dal Santo Padre per la realizzazione del presepe fino al giorno in cui Greccio si trasformò in Betlemme.
Il vescovo. E quest’anno la vigilia di Natale sarà ancorà più speciale visto che il vescovo di Rieti, Domenico Pompili sarà a Greccio davanti all’immagine del presepe vivente, rievocato come ogni anno nel luogo dove prese vita nel 1223 grazie a San Francesco, per celebrare la messa di mezzanotte. Per monsignor Pompili si tratta di un ritorno in un luogo storico e contemplativo così importante visto che lo scelse anche per la sua prima messa episcopale dopo l’ordinazione del 5 settembre scorso, e che tiene sempre ben presente per ritrovi ed appuntamenti cruciali come il prossimo meeting internazionale dei giovani.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Economia

Gruppo Cap, Censi: "Progetto Idroscalo esperimento sociale, sportivo e culturale"

Il progetto di rilancio dell’Idroscalo di Milano, frutto della partnership tra Città metropolitana e Gruppo Cap, rappresenta un esperimento di natura sociale, sportiva e culturale per i molteplici aspetti che vengono affrontati nel piano e il coinvolgimento di soggetti pubblici e privati. Ne è convinta Arianna Censi, vicesindaca della Città metropolitana di Milano, che spiega perché.

 
"Il Triplo di Zero" in concerto a Le Tre Porte

RIETI

"Il Triplo di Zero" in concerto a Le Tre Porte

Per "Tutta la nostra musica" Le Tre Porte ospiteranno IL TRIPLO DI ZERO + Jam session venerdì 25 maggio dalle ore 22.00 “Il TRIPLO DI ZERO” è un progetto che trae le basi ...

22.05.2018

Il trio “La caduta” in concerto al “Be'er Sheva” con il nuovo singolo “Terza categoria”

RIETI

Il trio “La caduta” in concerto al “Be'er Sheva” con il nuovo singolo “Terza categoria”

Duemila visualizzazioni su Youtube in 24 ore certificano la validità del “non c'è due senza tre”. Vale anche per “Terza Categoria”, il terzo singolo dei “La Caduta”, trio ...

18.05.2018

Al teatro comunale "Ripercussioni in concerto: un’esplosione di energia"

FORANO

Al teatro comunale "Ripercussioni in concerto: un’esplosione di energia"

Dopo il grande successo di pubblico dello scorso inverno e a pochi giorni dal sold out registrato all’Auditorium di San Cesareo, alle ore 21 di sabato 19 maggio, tornano ...

16.05.2018