San Camillo de' Lellis

RIETI

De Lellis, dalla Regione via libera a due nuovi primari

21.12.2015

0

Via libera dalla Regione Lazio all’indizione di due avvisi pubblici per la copertura di due posti di direttore di Struttura Complessa nelle discipline di Chirurgia Generale ed Oncologica e Oncologia Medica. Le assunzioni saranno possibili grazie ad una deroga specifica che consente di superare i vincoli della normativa sul blocco del turn over della Regione Lazio, come è noto in piano di rientro. “Il provvedimento risponde ad alcune delle esigenze più urgenti segnalate dall'Azienda sanitaria locale - sottolinea il direttore generale della Asl di Rieti Laura Figorilli - il processo di sviluppo e di valorizzazione della filiera oncologica in corso nella nostra azienda non può subire rallentamenti e discontinuità, soprattutto in un momento che ha visto la recente riattivazione e la messa a regime su tutto il territorio provinciale dei programmi di screening oncologici. Poter assumere un nuovo direttore di oncologia - continua la manager - ci permette di non disperdere l'eredità lasciata dal dottor Capparella, di continuare la tradizione che qualifica il de’Lellis e di dare un nuovo slancio ad un’attività che riveste un'importanza fondamentale per la Asl di Rieti e per tutta la comunità”.

REFRIGERI E MITOLO “Come da impegni presi nei mesi scorsi, la Regione Lazio conferma la propria attenzione per il territorio Reatino e per la Asl alla quale è stata autorizzata l’assunzione in deroga di due unità per ricoprire il ruolo di direttore di struttura complessa per Chirurgia Generale ed Oncologica e per Oncologia Medica. Una decisione importante, questa, che come evidenziato dall’azienda sanitaria locale e più volte dalle associazioni di volontariato territoriali, consentirà di colmare il vuoto lasciato in un settore centrale per la medicina territoriale e rilanciare l’attività delle strutture preposte per il futuro. Nei prossimi mesi si procederà comunque a livello regionale a stabilizzazioni e nuove assunzioni per personale medico e non, e questo per rimarcare il percorso intrapreso dall’ente regionale che ha iniziato a mettere a frutto le politiche fatte fino ad oggi in materia sanitaria”. Lo dichiarano in una nota il consigliere regionale Daniele Mitolo e l’assessore regionale Fabio Refrigeri   

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Karim Mihoual e sua moglie Hanane Tardane abitano all'interno delle Case Bianche di via Salomone a Milano con i loro tre figli. In occasione della sua visita in città, Papa Francesco ha bussato alla loro porta: "Io sono musulmano, ma per me lui è un santo. Ha bevuto il latte con noi e abbiamo parlato della nostra condizione qui nelle case popolari. Quando è andato via gli ho baciato la mano", ...