vescovo pompili in visita al centro polifunzionale ater villa reatina

RIETI

Il vescovo Pompili in visita alla struttura polifunzionale Ater di Villa Reatina

21.12.2015

0

Questa mattina il vescovo Domenico Pompili, ha visitato la Struttura Polifunzionale di Villa Reatina, in un incontro promosso dall’Ater di Rieti per gli auguri natalizi, che ha visto il coinvolgimento delle classi quarte della Scuola Primaria del quartiere. I ragazzi si sono esibiti in una serie di canti, scambiando poi gli auguri con le famiglie, i dipendenti Ater e la cittadinanza presente. Alla manifestazione hanno partecipato il Commissario Straordinario dell’Ater di Rieti Eliseo Maggi, il Sindaco di Rieti Simone Petrangeli, il Vice Prefetto Vicario Paolo Grieco, e la Dirigente Scolastica, Paola Testa. L’occasione è stata utile per far conoscere la struttura, recentemente inaugurata, che già oggi ospita uno sportello informativo dell’Ater, lo sportello di segretariato sociale del Comune di Rieti, alcune lezioni dell’Università di Roma La Sapienza, e a breve sarà a disposizione delle Associazioni e dei Comitati che hanno risposto ad un bando pubblicato dall’Ater. Gli intervenuti hanno segnalato la centralità del quartiere di Villa Reatina nella vita del Capoluogo, sottolineando l’importanza di strutture utili allo svolgimento di iniziative culturali e all’organizzazione di momenti di incontro e confronto, auspicando e annunciando ulteriori interventi a livello di opere pubbliche nella zona. L’incontro si è chiuso con la benedizione e le parole di sostegno del Vescovo Pompili che ha voluto richiamare l’attenzione su valori come giustizia sociale e imparzialità, da tenere sempre presenti anche nell’azione delle Istituzioni.   

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Karim Mihoual e sua moglie Hanane Tardane abitano all'interno delle Case Bianche di via Salomone a Milano con i loro tre figli. In occasione della sua visita in città, Papa Francesco ha bussato alla loro porta: "Io sono musulmano, ma per me lui è un santo. Ha bevuto il latte con noi e abbiamo parlato della nostra condizione qui nelle case popolari. Quando è andato via gli ho baciato la mano", ...