Cerca

Martedì 28 Febbraio 2017 | 01:48

RIETI

Discarica abusiva scoperta a Castelfranco dai "Volontari per forza"

discarica abusiva castelfranco

Gomme, divani, bottiglie di ogni genere ed epoca. E ancora frigorifero e pezzi di quello che ha l'aria di essere stato un vecchio televisore. E poi rifiuti di ogni genere e dimensioni abbandonati in una piazzola nei pressi di villa Rosati a Castelfranco lungo via Tavola d'Argento che collega la terminillese a Castelfranco. Una vera e propria discarica abusiva a cielo aperto concentrata in alcune decine di metri quadrati "anche se in realtà i rifiuti sono disseminati ovunque, anche nella fitta vegetazione". I volontari per forza guidati dall'infaticabile Benito Rosati sono tornati in azione in una delle aree più belle dal punto di vista paesaggistico e naturale a due passi dal capoluogo: le colline di Castelfranco. "Abbiamo scoperto quasi casualmente questa discarica - spiega Arianna, attivista di Volontari per forza - e abbiamo deciso di intervenire subito. Uno spettacolo indecente che dimostra la mancanza di senso civico di alcuni cittadini. Così abbiamo deciso di entrare in azione cercando di ripulire, per quanto possibile, quell'area. Abbiamo avvertito il Comune, l'Asm e la polizia municipale affinchè prendessero i provvedimenti del caso". Una volta entrato in azione il gruppo degli ambientalisti reatino è stato avvicinato da molti residenti che hanno segnalato il "continuo via-vai di auto ma anche furgoni che, soprattutto la notte, arrivano e scaricano ogni cosa. Anche materiali inerti provenienti da chissà quali cantieri" tengono a ribadire i volontari per forza. "La nostra azione - conclude Arianna - continuerà ancora, ce la stiamo mettendo tutta per sensibilizzare i reatini al rispetto dell'ambiente ma ovviamente speriamo di non rimanere soli in questa battaglia".

Più letti oggi

il punto
del direttore