Consulenze in Comune, Cicchetti: "Sconcertante, non ero più sindaco"

RIETI

Consulenze in Comune, Cicchetti: "Sconcertante, non ero più sindaco"

22.11.2015

0

Si dice sorpreso dalle “anticipazioni di stampa” sulla notizia “di un rinvio a giudizio da parte della sezione regionale della Corte dei Conti”. Antonio Cicchetti non ci sta ad essere “a distanza di ben tredici anni”, tirato in ballo “per l'affidamento al dottor Latini dell'incarico annuale di consulenza e assistenza al Comune di Rieti per il controllo di gestione”. Ad Antonio Cicchetti “sconcerta la disarmante infondatezza dell'addebito poiché, nel periodo preso in esame dalla Corte dei Conti, “non ero più sindaco della città. E nella successiva funzione di assessore ai lavori pubblici, esercitata per soli diciassette mesi prima delle mie irrevocabili dimissioni, non avrei potuto essere il solitario artefice di quanto deliberò l'intera Giunta”. Cicchetti adesso spera in una sollecita celebrazione dell'udienza dove “potrò ricostruire gli eventi e certificare la mia correttezza, mai sottoposta in trentasei anni di presenza nella pubblica amministrazione a censura penale. La doverosa attività di accertamento della Corte dei Conti - conclude Antonio Cicchetti - non può costituire elemento di sospensione, sine die, dell'impegno amministrativo di chi ha sempre servito onestamente lo Stato e la sua comunità, né influire, con esasperanti ritardi, sul futuro assetto politico della città che è ormai vicina alla celebrazione di nuove elezioni”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Karim Mihoual e sua moglie Hanane Tardane abitano all'interno delle Case Bianche di via Salomone a Milano con i loro tre figli. In occasione della sua visita in città, Papa Francesco ha bussato alla loro porta: "Io sono musulmano, ma per me lui è un santo. Ha bevuto il latte con noi e abbiamo parlato della nostra condizione qui nelle case popolari. Quando è andato via gli ho baciato la mano", ...