terminillo - assemblea rieti-virtuosa

RIETI

Terminillo, restano le divisioni sul progetto di rilancio

15.11.2015 - 18:46

0

Sul futuro del Terminillo restano evidenti le divisioni. E’ quanto emerso dal dibattito organizzato dal Movimento civico Rieti Virtuosa nell'ambito del ciclo di assemblee pubbliche “Voce ai cittadini” che ha chiamato a raccolta esponenti politici, di enti ed associazioni tutti chiamati ad esprimersi sul futuro della ex montagna di Roma anche se tutti con punti di vista diametralmente opposti. L'obiettivo di Rieti Virtuosa doveva essere quello di “far emergere la realtà dei fatti in merito ad uno dei temi “caldi” del dibattito cittadino, in questo caso il futuro del monte Terminillo, in modo da evitare che argomenti fondamentali per lo sviluppo del territorio restino confinati per anni alla chiacchiera superficiale o strumentale che, generalmente non produce altro risultato se non quello di creare tifoserie avversarie, senza mai arrivare alla soluzione dei problemi”.
Ma invece il problema è che anche dopo l’affollato dibattito una soluzione unica che possa soddisfare tutti non è stata trovata. In particolare il Cai ha ribadito la sua posizione parlando di sviluppo della montagna in chiave europea grazie ad un territorio vario e prezioso, il Comune di Rieti resta convinto che “la strada per lo sviluppo sostenibile per un Terminillo museo e un Terminillo circuito sciistico può essere solo un Parco naturale”. Di parere diverso, invece, il battagliero sindaco di Leonessa e membro del Consorzio Smile, Paolo Trancassini che ha invece ribadito le ragioni e le motivazioni che stanno alla base del progetto di rilancio del Terminillo Stazione Montana un progetto che sta meglio ed ha ripreso a camminare in Regione. Poi la stoccata alle associazioni ambientaliste presenti in sala e da sempre contrarie al progetto Tsm. “A chi è pronto a celebrare il funerale del progetto di rilancio del Terminillo - sottolinea il sindaco di Leonessa TRancassini - consiglio di aspettare perché è vero che il paziente non è stato bene ed è anche stato curato male ma ha un gran fisico e sicuramente ce la farà”.
Insomma le posizioni sul futuro del Terminillo restano diverse e ovviamente diametralmente opposte tra loro e la strada che porta ad una soluzione come prevedibile non sembra sia stata ancora trovata.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Papa Francesco in Cile a tavola con i Mapuche

Papa Francesco in Cile a tavola con i Mapuche

Roma, (askanews) - Papa Francesco a tavola con alcuni membri del popolo indigeno Mapuche a Temuco, nella regione dell Araucania, in Cile. Prima del pranzo nella casa delle suore della Santa Croce Madre de la Santa Cruz Bergoglio ha pregato insieme agli indigeni, poi si è seduto accanto a una donna. Dopo aver mangiato si è intrattenuto a parlare con alcuni indios e si è concesso alle foto di rito ...

 
La mafia cinese nel traffico delle merci su strada: 33 arresti

La mafia cinese nel traffico delle merci su strada: 33 arresti

Prato (askanews) - E' di 33 arresti il bilancio dell'operazione "China Truck" svolta dalla polizia, su delega della Procura Distrettuale Antimafia di Firenze, a Prato e in varie città italiane ma anche all'estero. Gli arrestati sono accusati di associazione a delinquere di stampo mafioso. L'operazione ha sgominato un'organizzazione mafiosa cinese che agiva oltre che in Italia, in vari Paesi ...

 
Chef Tomei: piatto del carnevale? Riso alle seppie alla Darsena

Chef Tomei: piatto del carnevale? Riso alle seppie alla Darsena

Milano (askanews) - "Intanto partiamo da un presupposto: il carnevale e il cibo si assomigliano perché sono due cose dove si gode 'carnalmente'. Perché il cibo non è aria fritta o filosofia, ma è un godimento materiale. Poi come tutti i godimenti materiali arricchisce l'anima. Quando si fa all'amore, poi, si sta bene anche nell'anima. Giusto?! Mi sembra un discorso che fila!". Parola di chef. ...

 
Rigopiano, la tragedia il 18 gennaio 2017: morirono 29 persone

Rigopiano, la tragedia il 18 gennaio 2017: morirono 29 persone

Roma, (askanews) - Rigopiano, un anno dopo. Il 18 gennaio segna la data della tragedia avvenuta nel comune di Farindola, in Abruzzo, quando una slavina si è staccata da una cresta sovrastante e ha investito l'albergo Rigopiano-Gran Sasso Resort. Morirono 29 persone. In queste immagini, diffuse dal Soccorso Alpino, si ripercorre la tragedia, ma anche i salvataggi degli uomini impegnati nelle ...

 
Al teatro Flavio Vespasiano "Il berretto a sonagli" di Pirandello

RIETI

Al teatro Flavio Vespasiano "Il berretto a sonagli" di Pirandello

Matinée per le scuole e spettacolo serale per uno dei capolavori di Luigi Pirandello, “Il berretto a sonagli”, commedia, quella che andrà in scena al Flavio Vespasiano, ...

17.01.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Cinema

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Leonardo DiCaprio e Quentin Tarantino di nuovo insieme. La star di Hollywood sarà nel cast del nuovo film del regista dopo aver collaborato nel 2012 per Django Unchained. Sul ...

13.01.2018