Protezione civile, al via la settimana dedicata all'addestramento alla sicurezza nelle scuole

RIETI

Protezione civile, al via la settimana dedicata all'addestramento alla sicurezza nelle scuole

15.11.2015

0

Da domani, lunedì 16, prende il via la “settimana dedicata all'addestramento alla sicurezza nelle scuole”. Addestrarsi per evitare di venir colti di sorpresa da eventuali pericoli derivanti da terremoti o incendi. La Protezione Civile scende in campo, per il settimo anno consecutivo, con l’iniziativa “Sicuri a scuola, sicuri nella vita” e che prevede il coinvolgimento di oltre centoventi classi della scuola primaria e circa tremila alunni, che spaziano dai bambini delle materne ed elementari, fino agli adolescenti delle medie, distribuiti su 19 edifici scolastici della città.  "Molto importanti – sottolinea Crescenzio Bastioni, responsabile del C.E.R. Protezione Civile e promotore dell’iniziativa – saranno le prove di evacuazione dei plessi scolastici, in cui simuleremo il verificarsi di una forte scossa sismica o l’improvviso propagarsi di un incendio a scuola, in modo da testare il grado di preparazione di insegnanti e bambini e verificare l’efficacia dei piani di emergenza delle singole scuole”.  I Volontari di Protezione Civile del C.E.R. saranno affiancati dai Volontari del Gruppo comunale di Rivodutri e da quest’anno l’iniziativa vede la prestigiosa collaborazione del Centro Studi di Protezione Civile CESISS, oltre al consueto e importante supporto dell’Ufficio Scolastico provinciale.

 Le scuole di Rieti che hanno aderito alla settimana della sicurezza scolastica sono:

- Istituto comprensivo Giovanni Pascoli, guidato dalla preside Liviana Bolognini.

- Istituto comprensivo di Villa Reatina, guidato dalla preside Paola Testa.

- Istituto comprensivo Minervini-Sisti, guidato dalla preside Carla Felli.

- Istituto comprensivo Angelo Maria Ricci, guidato dalla preside Domenica Pedica.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Karim Mihoual e sua moglie Hanane Tardane abitano all'interno delle Case Bianche di via Salomone a Milano con i loro tre figli. In occasione della sua visita in città, Papa Francesco ha bussato alla loro porta: "Io sono musulmano, ma per me lui è un santo. Ha bevuto il latte con noi e abbiamo parlato della nostra condizione qui nelle case popolari. Quando è andato via gli ho baciato la mano", ...