teatro potlach

FARA SABINA

Grande successo del Teatro Potlach nella tournee americana

12.11.2015 - 13:19

0

Lo scorso 12 settembre il Teatro Potlach di Fara Sabina è sbarcato negli Stati Uniti per una lunga e proficua tournée, che ha toccato prima la Pennsylvania e poi il Texas. Il Potlach ha infatti aperto la stagione del Touchstone Theatre di Bethelhem con il suo spettacolo “I primi 100 anni di Edith Piaf”, un viaggio musicale nella Francia degli anni 30-50  attraverso le canzoni di Edith Piaf. Lo spettacolo è stato presentato in 3 lingue (inglese per i dialoghi, francese e italiano per le canzoni) e nei quattro giorni di rappresentazione ha riempito la platea del teatro. Il pubblico è rimasto entusiasta, e dopo lo spettacolo in moltissimi si sono fermati per fare domande e considerazioni con l’attrice Nathalie Mentha e il regista Pino Di Buduo.

Nel frattempo l’ensamble del Teatro Potlach si è fatto conoscere alla cittadina di Bethelhem (distante circa un’ora da Philadelphia) anche con diverse dimostrazioni di lavoro e workshops nella High School locale, specializzata nelle arti, e presso il Moravian College, arrivando a lavorare con più di 150 studenti.

Durante la permanenza si sono anche rafforzarti i rapporti di amicizia e collaborazione con il Touchstone Theatre, conosciuto nel 2013  a Shanghai, presso l’International Experimental Theatre Festival. Il Touchstone era stato poi ospite del Teatro Potlach a Fara Sabina, nel giugno 2014, per partecipare al Festival Laboratorio Interculturale di Pratiche Teatrali. Da allora il Touchstone considera l’ensamble del Teatro Potlach come propri maestri, tanto che nell’ultimo anno ha fatto adottare ai propri attori il training fisico del Potlach, appreso durante il Festival Laboratorio. 

Il 21 Settembre il Teatro Potlach ha proseguito la sua tournée in Texas, a San Antonio. Qui è stato ospite nello Stieren Theater della Trinity University, presso il dipartimento di “Human Communication and Theatre”. Anche in questo caso lo spettacolo “I primi 100 anni di Edith Piaf” ha fatto da apri fila alla stagione del teatro ospitante, e ha replicato il successo avuto in Pennsylvania. Il lavoro si è fatto poi particolarmente intenso quando sono stati chiamati gli studenti dell’università a collaborare in prima persona nella costruzione del grande progetto “Città Invisibili”: uno spettacolo itinerante, multidisciplinare e multimediale che il Teatro Potlach, dal 1991, ha portato in tutto il mondo.

Per la costruzione di “Città Invisibili” l’ensamble del Teatro Potlach ha lavorato singolarmente con oltre 50 studenti, per un totale di più di 60 partecipanti allo spettacolo. Sono stati inoltre offerti dei workshop sul training fisico, sulla costruzione di una partitura fisica e vocale, e sul training vocale. Lo spettacolo, che si è svolto nelle serate dell’8 e del 9 Ottobre, si è rivelato la punta di diamante della tournée: in mille sono accorsi ad assistere alla performance, che ha completamente trasformato l’intero edificio teatrale della Trinity University e i suoi cortili con fari, proiezioni, teli, scritte e candele. Il pubblico si è tuffato nel percorso che permetteva di visitare dai sotterranei ai laboratori di pittura o scenografia, fino a passare all’interno della sala teatrale passando per il palco.

L’11 ottobre il Teatro Potlach è tornato in Italia, e il pomeriggio stesso è stato insignito del premio “Oliva d’Oro” 2015 dell’Associazione Arte 2000, per “il suo impegno culturale e di avanguardia, per l'attività di ricerca e sperimentazione teatrale nel territorio reatino e di allestimento di spettacoli in Italia e all'estero”. Nel 2016 il Potlach compirà 40 anni di attività, e saranno numerosissime le attività sia nel territorio, sia in tutta Italia e all’estero.

 

 

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Applausi e abbracci, l'arrivo di Gabriele Del Grande in Italia

Applausi e abbracci, l'arrivo di Gabriele Del Grande in Italia

Bologna (askanews) - Gli abbracci della sua famiglia e gli applausi di amici e colleghi hanno accolto l'arrivo di Gabriele Del Graned all'aeroporto di Bologna. Il giornalista è arrivato in mattinata in Italia dopo essere stato rilasciato dalle autorità turche che quasi due settimane fa lo avevano fermato al confine con la Siria, trattenendolo senza un'imputazione precisa. Ad accogliere Del Grande ...

 
Del Grande libero, Alfano: presunto riscatto? Non dite follie

Del Grande libero, Alfano: presunto riscatto? Non dite follie

Bologna (askanews) - "Noi avevamo il compito di riportare a casa Gabriele, missione compiuta". Con queste parole il ministro degli Esteri Angelino Alfano ha salutato il ritorno a casa di Gabriele Del Grande, accogliendolo all'aeroporto di Bologna, dove è atterrato dopo il suo rilascio da parte delle autorità turche. "Ringrazio il collega della Turchia e il governo turco perchè anche nei momenti ...

 
Chi è Macron, l'outsider che ha conquistato la Francia

Chi è Macron, l'outsider che ha conquistato la Francia

Parigi (askanews) - "Nè di destra nè di sinistra", ministro della Repubblica per due anni ma fuori dai giochi di partito, di ispirazione liberale in economia, di sinistra sulle questioni sociali. E' con questo profilo da outsider che Emmanuel Macron ha conquistato la Francia. La candidatura dell'ex ministro dell'economia nel governo Valls era stata sottovalutata: 39 anni, nessuna esperienza ...

 
Chi è Marine Le Pen, la donna che ha resuscitato l'estrema destra

Chi è Marine Le Pen, la donna che ha resuscitato l'estrema destra

Parigi (askanews) - Esattamente 15 anni dopo suo padre, Marine Le Pen è riuscita a riportare il Front national al centro della politica francese. Che il candidato del partito di estrema destra raccogliesse così tanti consensi da superare il primo turno non accadeva dal 2002, quando Jean Marie Le Pen arrivò al ballottaggio, che poi perse, con Jacques Chirac. La sconfitta al secondo turno contro ...