Alessandro Mezzetti

RIETI

Club morosi con il Comune, l'opposizione sfiducia l'assessore Mezzetti

11.11.2015 - 22:34

0

Come anticipato dal Corriere di Rieti già da qualche settimana, è stata depositata dai gruppi di minoranza la mozione di sfiducia nei confronti dell’assessore ai lavori pubblici, ed ex assessore allo sport, Alessandro Mezzetti. La vicenda, lo ricorderete, è quella della morosità di alcune società sportive e, in relazione ai rapporti di Mezzetti con la Fortitudo che figurava nell’elenco delle compagini morose diffuso dal consigliere di maggioranza Simone Miccadei, la minoranza partì all’attacco con Mezzetti che, proprio dalle pagine del nostro giornale, respinse ogni accusa, sostenendo che negli anni di guida dell’assessorato allo sport non ricopriva alcun incarico in seno alla società di volley. “Il comportamento dell'assessore è diametralmente opposto a quello che dovrebbe tenere un amministratore pubblico che abbia realmente a cuore l'interesse di una collettività e non quello privato – ribadiscono Sebastiani, Gerbino, Nobili, Fabbro, Rinaldi e Sanesi, firmatari del documento - Aver agevolato un’associazione sportiva in cui l’Assessore ricopre la carica di general manager, omettendo di versare al Comune quanto dovuto e permettendo l’accumulo di un debito di 29mila euro, avrebbe dovuto indurre chiunque amministri la cosa pubblica a rassegnare spontaneamente le dimissioni. Mezzetti non lo ha ritenuto opportuno. Glielo chiediamo noi attraverso una mozione di sfiducia”. Secondo il centrodestra “Mezzetti si è distratto dai propri doveri di vigilanza lasciando, di fatto, la sua società libera di non versare quanto dovuto per l'utilizzo del Palaleoni”. Mezzetti fa sapere di aver dato mandato ai propri legali per le opportune tutele e, nel merito della vicenda, ribadisce di non aver avuto incarichi in Fortitudo dal 2012 al 2015, critica le precedenti gestioni dello sport del centrodestra, rivendica la propria correttezza e trasparenza.

IL SOSTEGNO DEL PD - In relazione alla mozione di sfiducia all'Assessore Mezzetti il Pd di Rieti ha diffuso una nota nella quale sottolinea "l'ottimo lavoro che l'assessore ha fatto nei due anni precedenti, quando aveva la delega allo sport, il cui operato è oggi sotto gli occhi di tutti. Le illazioni del gruppo della minoranza sono fuori luogo e, sono la dimostrazione di quanto poco siano stati e siano vicino alle persone. Le società sportive del nostro territorio sono da sempre una realtà sociale e di formazione per i nostri bambini e per i nostri ragazzi ed anche una realtà socio-economica che negli anni ha portato il nome di Rieti non solo in Italia ma anche nel Mondo. E' chiaro a tutti, ma forse un po' meno al gruppo di minoranza, delle grandi difficoltà economiche che le società sportive stanno affrontando, continuando comunque a fare il loro lavoro con abnegazione e passione, insegnando ai ragazzi lo spirito di squadra, il sacrificio, l'accettazione della sconfitta e la gioia della vittoria. Conoscendo pienamente il mondo dello sport e la gestione delle società sportive, in questi anni il lavoro dell'Assessore Mezzetti ha avuto come obiettivo trovare soluzioni, aiuti e supporto, mettendosi sempre dalla parte del cittadino. Nessuno è rimasto indietro e nessuno ha avuto trattamenti di favore. Si è lavorato affinché tutte le famiglie potessero avere il supporto formativo per i loro ragazzi e i nostri concittadini avere quel momento ludico e di appartenenza fondamentali per la vita di una comunità".

LA FORTITUDO RIETI - In serata è arrivata anche la nota della Fortitudo a firma del presidente Andrea Pietraforte: "In merito alle precedenti dichiarazioni sui presunti debiti delle società sportive reatine nei confronti del Comune, mi trovo a voler esprimere una personale opinione sull’accaduto, nonché dare supporto e “fiducia” all’assessore Mezzetti. Sembra infatti che la mia società e quella dei miei colleghi sportivi, sia stata presa di mira senza motivo e anzi con tono accusatorio e discriminatorio.Non riesco a trovare motivazione a tali accuse se non quella di una subdola strategia politica che, per colpire una figura istituzionale a qualcuno scomoda, usi noi società come mezzo e come pretesto per tale fine con lo scopo di screditare qualcuno, mettendo le società sulla pubblica gogna. In particolare la mia società presa ancora più nel mirino, semplicemente perché una persona spende il proprio sacrosanto tempo libero, in una passione che dura da decenni. In qualità di presidente - continua Pietraforte - non mi sono mai sentito “preferito” per questo motivo. Anzi. Lasciatemi ammettere che proprio per il “distacco” che l’assessore ha posto tra “lavoro e hobby”, il volley è sempre rimasto indietro. Questo vuol dire mettere di tasca propria i soldi per tenere in vita una realtà sportiva. E se sopravviviamo noi, lo dobbiamo grazie alle nostre tasche, tra cui anche quelle personali dell’assessore, che ogni mese ci infilano le mani e tirano fuori quanto possono per sbarcare il lunario. Mi permetto quindi di chiedere gentilmente di mostrarmi dove sia una preferenza nei nostri confronti. Mentre chiedo umilmente ai paladini della verità di usare cautela su cifre non rispondenti a verità e neanche minimamente vicine a quanto riportato perché sono mesi che scrivo lettere agli uffici comunali ed esattamente all’ufficio impianti sportivi senza avere risposta sulla nostra reale situazione per aver effettuato lavori che non sono mai stati detratti dimostrando la volontà di arrivare ad una determinazione e se qualcuno ci darà risposta vi renderete conto che siamo ben lontani dalle cifre su cui vi state nascondendo e sarò pronto a saldare personalmente quanto giustamente dovuto come ho sempre fatto".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Operai morti intossicati a Milano, indagine per omicidio colposo

Operai morti intossicati a Milano, indagine per omicidio colposo

Milano (askanews) - Omicidio colposo plurimo. Il legale rappresentante della e il responsabile della sicurezza della Lamina spa di Milano saranno indagati per la morte dei tre operai rimasti uccisi nel pomeriggio del 16 gennaio da vapori e gas tossici che potrebbero essersi sprigionati durante la pulizia del forno della fabbrica. Un atto dovuto uqlello della procura per permettere agli inquirenti ...

 
Operai morti a Milano, sciopero cittadino metalmeccanici e corteo

Operai morti a Milano, sciopero cittadino metalmeccanici e corteo

Milano (askanews) - La segretaria generale di Milano della Fiom-Cgil, Roberta Turi, ha annunciato oggi che in seguito alla morte di tre lavoratori avvenuta ieri alla Lamina Spa di Milano, Fiom-Fim-Uilm hanno proclamato per venerdì prossimo due ore di sciopero dei lavoratori metalmeccanici delle aziende del capoluogo lombardo (e un'ora per quelle della Lombardia) e indetto un corteo che da piazza ...

 
Dentro le civiltà precolombiane: "Il mondo che non c'era"

Dentro le civiltà precolombiane: "Il mondo che non c'era"

Venezia (askanews) - Una mostra per raccontare, per la prima volta insieme, tutte le civiltà precolombiane del centro e sud America, attraverso la collezione di oggetti e reperti d'arte, ma non solo, raccolti negli anni da Giancarlo Ligabue. "Il mondo che non c'era", allestita nelle magnifiche sale di Palazzo Loredan a Venezia, è un vero e proprio viaggio alla riscoperta di un universo, portato ...

 
Altro

Borsa, Milano resiste

La Borsa di Milano resiste ai venti ribassisti che da lunedì hanno iniziato a soffiare sui mercati europei e chiude la seduta in leggero rialzo, sopra i 23.500 punti. Gli altri indici sono tutti negativi, nonostante l’andamento di Wall Street, oggi di nuovo intorno ai 26mila punti. Sul Ftse Mib è in spolvero Moncler, che guadagna oltre il 3 per cento. In forte calo Bper (-1,95%), e Tim (-1,6%).

 
Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Cinema

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Leonardo DiCaprio e Quentin Tarantino di nuovo insieme. La star di Hollywood sarà nel cast del nuovo film del regista dopo aver collaborato nel 2012 per Django Unchained. Sul ...

13.01.2018

Al teatro Flavio Vespasiano l'anteprima nazionale di "Mediterranea"

RIETI

Al teatro Flavio Vespasiano l'anteprima nazionale di "Mediterranea"

Torna la grande danza al teatro Flavio Vespasiano con l’anteprima nazionale di “Mediterranea”. Lo spettacolo è in programma mercoledì 10 gennaio alle 21.   “Mediterranea” ...

08.01.2018