angolo della fortuna

RIETI

All'Angolo della Fortuna "Euro Jackpot" da 27mila euro

10.11.2015

0

La “Dea Bendata” versione europea bacia la città di Rieti con una vincita da 27mila euro. E’ la cifra che si sono aggiudicati i 42 sistemisti che venerdì sera hanno acquistato una quota del sistema redatto da Luciano De Panfilis, proprietario della tabaccheria “L’angolo della fortuna” situato in via Palmegiani nel popoloso quartiere di Campoloniano.

Un 5+0 al Jackpot da 27.027,10 – complessivo ovviamente di tutte le vincite correlate – grazie alla combinazione 2, 4, 8, 22 e 24 (euronumeri 3 e 9) che ha fruttato ben 650 euro per ciascun giocatore, 35 dei quali originari di Rieti, i restanti 7 appartenenti a coloro che hanno acquistato le quote residue on line.

“Giochiamo questo sistema ormai da anni – sono le parole di Luciano De Panfilis (nella foto) – ma mai prima d’ora eravamo riusciti a centrare una vincita di questa dimensione. Peccato che di solito il 5+0 paga dai 120mila ai 300mila euro e quella di venerdì è stato uno dei premi più bassi per questa categoria di vincita. Ma come si dice in questi casi “chi si accontenta gode”: è una sorta di tredicesima anticipata che avrà fatto sicuramente piacere a chi li ha potuti incassare”.

Ma la caccia al “colpo grosso” dalle parti de L’Angolo della Fortuna non si esaurisce di certo qui ed è lo stesso Luciano De Panfilis a specificare come “il nostro sistema continuerà a vivere e ad essere giocato. Potrebbe addirittura subire delle implementazioni qualora ci fossero ulteriori richieste e chissà che alla fine la perseveranza non porti a Rieti un bel gruzzoletto di soldi…”

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Karim Mihoual e sua moglie Hanane Tardane abitano all'interno delle Case Bianche di via Salomone a Milano con i loro tre figli. In occasione della sua visita in città, Papa Francesco ha bussato alla loro porta: "Io sono musulmano, ma per me lui è un santo. Ha bevuto il latte con noi e abbiamo parlato della nostra condizione qui nelle case popolari. Quando è andato via gli ho baciato la mano", ...