amianto in via torretta

RIETI

Sversamento illegale di rifiuti, i cittadini chiedono maggiori controlli

26.10.2015 - 12:29

0

Una città sempre più sporca. Almeno stando alle sempre cerscenti segnalazioni che animano anche il dibattito sui social network. Nel mirino delle telecamere dei “reporter di strada” finiscono i rifiuti accumulati sia nelle zone periferiche quanto nel centro cittadino. Anzi l’obiettivo viene puntato anche verso coloro che vanno a smaltire i rifiuti di ogni genere nel quartiere o, in qualche caso, nei Comuni confinanti. Accade in Sabina così come a Rieti dove alcune strade del nucleo industriale si stanno trasformando in discariche a cielo aperto. In particolare il via-vai si registra nelle ore notturne quando cioè, con il favore delle tenebre - come direbbe qualcuno - è più facile disfarsi dei rifiuti ingombranti. Ecco allora che vecchi mobili, poltrone malridotte e materassi malandati e maleodoranti vengono lasciati nel primo spiazzo utile magari accanto a cassonetti già straripanti di rifiuti. Il problema è stato sollevato sempre da queste pagine già diverse volte dai residenti di quelle zone di confine costretti a subire la maleducazione di chi neanche abita da quelle parti. Nelle settimane scorse alcune ammistrazioni comunali (Cittaducale e Fara in Sabina, in particolare) avevano deciso di affrontare il problema aumentando i controlli e sanzionando i trasgressori colti sul fatto. A quanto pare, però, gli avvisi non hanno sortito alcun effetto visto che nelle zone di confine territoriale la situazione non è migliorata. Insomma lo sversamento illegale dei rifiuti continua e forse anche più di prima tra l’indifferenza generale. Quello dei rifiuti abbandonati è uno dei disservizi più sentiti dai cittadini in quanto fa da cartina tornasole sulla gestione amministrativa della città. E la polemica, come detto, corre sul web e si amplifica a dismisura. Le foto che vengono pubblicate stanno a dimostrare che poco o nulla si è fatto in questo senso: dal centro storico ai quartieri più periferici fino alle frazioni è un continuo segnalare di intere zone ricoperte dalla sporcizia e da rifiuti di ogni genere. Persino da pericolose lastre di eternit abbandonate da qualcuno chissà da quanto tempo. E’ altrettanto vero che l’assenza di adeguati controlli da parte delle autorità preposte mette in condizioni quei cittadini con scarso senso civico e privi di educazione ad agire in modo sconsiderato magari anche scaricando i rifiuti a ridosso di edifici scolastici o in luoghi frequentati dai bambini. “Per questo è necessario - fanno sapere alcuni residenti della Piana Reatina - che Comune, vigili urbani e Asm facciano la loro parte affinchè si ponga fine a questo scempio”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Governo, Di Maio: nulla è perduto ma mai tavolo a quattro

Governo, Di Maio: nulla è perduto ma mai tavolo a quattro

Roma (askanews) - "Nulla per me è perduto, nulla si chiude ma non possiamo andare oltre determinati limiti già tracciati perchè siamo il M5s e sono sicuro che per la tenuta di una forza politica come questa, nella nostra storia negare determinate questioni significa essere ipocriti o tradire il mandato elettorale". Lo ha detto Luigi Di Maio, capo politico del M5S, al termine delle consultazioni ...

 
Manutencoop: tre pilastri per la sostenibilità

Manutencoop: tre pilastri per la sostenibilità

Bologna (askanews) - Istruzione di qualità, città sostenibili, energia pulita e accessibile: Manutencoop - il principale operatore italiano attivo nell'Integrated Facility Management - ha scelto di indirizzare le proprie azioni di CSR su questi tre specifici obiettivi tra quelli indicati dall'Agenda 2030 dell'ONU. Nel corso dell'Incontro a Bologna, de "le Rotte della sostenibilità", l'operatore ...

 
Austria, pediatra Asperger "collaborò attivamente" con i nazisti

Austria, pediatra Asperger "collaborò attivamente" con i nazisti

Vienna (askanews) - Nelle stanze di qusto spazio, lo Spiegelgrund di Vienna, che oggi è un museo e un memoriale, vennero consumati crimini atroci. Ai quali come oggi si è scoperto, collaborò anche il pediatra austriaco Hans Asperger. Come rivela uno studioso di medicina dell'Università di Vienna, Herwig Czech, lo scienziato che ha prestato il nome alla omonima sindrome, avrebbe infatti ...

 
Il Museo Piaggio si allarga: nuovi spazi e nuove collezioni

Il Museo Piaggio si allarga: nuovi spazi e nuove collezioni

Pontedera (askanews) - Il Museo Piaggio di Pontedera va oltre Vespa e si rinnova nelle dimensioni e nella ricchezza delle sue collezioni. Sono stati già 600 mila i visitatori in 18 anni per quello che è uno dei luoghi espositivi più grandi d Europa dedicati alle due ruote. L aumento della superficie espositiva deriva dall apertura di due spazi completamente nuovi, nati dal recupero e dal restauro ...

 
Successo del concerto di primavera del Musì Trio al teatro di Sant'Agostino

ANTRODOCO

Successo del concerto di primavera del Musì Trio al teatro di Sant'Agostino

Ha preso il via la rassegna musicale Primavera in Musica 2018 con il concerto del Musi’ trio di Maria Rosaria De Rossi (Soprano), Sandro Sacco (Flauto traverso) e Paolo ...

09.04.2018

Al Flavio Vespasiano concerto dei musicisti del conservatorio di Santa Cecilia

RIETI

Al Flavio Vespasiano concerto dei musicisti del conservatorio di Santa Cecilia

Gli artisti della sede delocalizzata di Rieti del Conservatorio di Musica di Santa Cecilia di Roma saranno i protagonisti dell’appuntamento in programma domenica 8 aprile ...

06.04.2018

Al Flavio in scena il Laboratorio teatrale del liceo classico “Varrone”

RIETI

Al Flavio in scena il Laboratorio teatrale del liceo classico “Varrone”

Dopo il successo dello scorso anno, torna in scena il Laboratorio Teatrale del Liceo classico “Varrone”, con lo spettacolo “Δεινός (il mistero dell’essere umano) - ...

06.04.2018