Cerca

Sabato 25 Febbraio 2017 | 10:01

LEONESSA

Sono quindici cavalli travolti e uccisi da bus del Cotral: "Impatto inevitabile e devastante"

cavallo morto (archivio)

E’ salito a 15 il numero di cavalli travolti e uccisi da un autobus della Cotral sabato seralungo la strada provinciale 13 che da Leonessa collega la frazione di Terzone all’altezza del bivio di Sangiovinale anche se il bilancio è destinato a salire perché, a detta della proprietaria, ne mancarebbero all’appello altri. Almeno due-tre. Infatti al di là degli animali travolti e uccisi sul colpo (almeno 8) gli altri sono deceduti nella notte per la gravità delle ferite riportate o abbattuti perché agonizzanti. Altri invece sono stati ritrovati a qualche centianio di metri dal luogo dello schianto forse perché ormai feriti a morte e sotto choc si sono trascinati nei campi. In ogni caso resta la testimonianza dei primi soccorritori che si sono trovati di fronte una scena cruenta con i cavalli devastati dall’impatto con l’autobus e la strada trasformata in un lago di sangue. Resta almeno il sollievo per le poche persone a bordo dell’autobus che non hanno riportato conseguenze serie se non qualche lieve contusione. Discorso a parte per l’autista, il 53enne M.A. originario della zona, il quale rimasto incastrato al posto di guida dopo lo scontro è stato prima liberato grazie all’intervento dei vigili del fuoco e quindi trasferito da una ambulanza del 118 in codice rosso al de’Lellis. Le sue condizioni comunque non destano preoccupazioni. In ogni caso si indaga per chiarire meglio la vicenda dai contorni ancora poco chiari. Infatti, il luogo dell’incidente, dista parecchi chilometri dalla azienda di allevamento di cavalli situata tra Terzone e Trognano, frazione di Cascia quindi al confine con la provincia di Perugia. I carabinieri hanno raccolto la testimonianza della titolare dell’allevamento che avrebbe riferito che il recinto (delimitato da filo elettrico a basso voltaggio) era stato aperto, forse manomesso da qualcuno. Da lì sarebbero usciti i cavalli che hanno prima attraversato la campagna circostante finendo sulla Sp 13 che hanno percorso al galoppo nella direzione opposta a quella dell’autobus. Lo schianto è stato inevitabile come avrebbe raccontato l’autista ai primi soccorritori. Resta da capire perché i cavalli corressero così al galoppo sulla strada andando incontro alla morte. I cavalli deceduti sono stati seppelliti ieri in un’area individuata dal sindaco di Leonessa Paolo Trancassini così come prevede la legge.

Più letti oggi

il punto
del direttore