comune di cittaducale

Comune di Cittaducale

CITTADUCALE

Dopo 40 anni approvato il nuovo Piano Regolatore Generale

23.10.2015 - 21:22

0

Il Comitato regionale per il Territorio, organismo al quale spettano le valutazioni in ordine alla regolarità degli strumenti urbanistici adottati dai Comuni, nella giornata di giovedì 22 ottobre ha licenziato il PRG di Cittaducale concludendo il complesso iter tecnico avviato nel lontano 2007 con l’adozione del documento da parte del Consiglio comunale. La prassi prevede ora l’invio di una nota ufficiale al Comune da parte dello stesso organismo tecnico, documento che sarà recepito formalmente nel corso della prima seduta utile del Consiglio. La presa d’atto comunale sarà poi inviata nuovamente in Regione che a sua volta provvederà, concludendo definitivamente la procedura, a deliberare l'approvazione. 

“Con questa approvazione concludiamo finalmente un lungo e proficuo lavoro - spiega il sindaco Roberto Ermini -. Si tratta di uno strumento di straordinaria importanza che consentirà all'amministrazione comunale di migliorare e ammodernare il Comune dal punto di vista infrastrutturale, dei servizi e della salvaguardia ambientale. Senza dimenticare il contributo all'economia e all'occupazione. Questo strumento a lungo atteso consentirà finalmente di dotare Cittaducale di servizi fondamentali, soprattutto in quelle frazioni ad oggi più carenti. Numerose e importanti le conseguenze positive per tutto il Comune. Ad esempio, non sarà più necessario ricorrere agli espropri per realizzare parchi, scuole, edilizia residenziale pubblica, sedi sportive, luoghi d’incontro e socialità. Il nuovo strumento, inoltre, attraverso la riscossione degli oneri concessori, permetterà alle casse comunali di introitare milioni di euro che saranno reinvestiti proprio nella realizzazione di opere pubbliche e servizi. Ulteriori effetti positivi si determineranno per le aree di pregio dal punto di vista ambientale e naturale, che saranno maggiormente salvaguardate. Per questo grande risultato desidero ringraziare l'assessorato regionale all'urbanistica, i tecnici interni ed incaricati, i miei consiglieri e tutti coloro che a vario titolo si sono attivati in questi tre anni per centrare questo obiettivo. Si tratta - conclude il sindaco Ermini -di uno dei risultati più importanti della nostra amministrazione che lascerà un segno indelebile nella storia del nostro Comune”.

 

E’ quanto dichiara il Sindaco di Cittaducale, Roberto Ermini.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Parigi (askanews) - La Francia si presenta alle urne per l'elezione del nuovo presidente con l'incubo incombente del terrorismo islamista e nel segno dell'incertezza. Mentre il voto per il primo turno ha già avuto inizio all'estero, con St. Pierre e Miquelon che hanno dato il via alle elezioni alle 8 del mattino locali, precedendo Guyana e Antille, l'esito finale resta più che mai incerto. ...

 
Ania, "scatola nera" in auto per polizze e servizi migliori

Ania, "scatola nera" in auto per polizze e servizi migliori

Napoli (askanews) - Al convegno "Black Box" svoltosi a Napoli il 22 aprile 2017 con il patrocinio del Comune, si è parlato di "scatola nera", un congegno elettronico che non viaggia più solo sugli aerei ma sempre più spesso anche sulle auto. Si tratta di un dispositivo elettronico che registra una grande quantità di dati sulla condotta e lo stile di guida di un assicurato, uno strumento utile per ...

 
Orrore in Egitto: video di soldati che uccidono uomini disarmati

Orrore in Egitto: video di soldati che uccidono uomini disarmati

Il Cairo (askanews) - In queste drammatiche immagini, la realtà di una guerra feroce e senza esclusione di colpi. Nel video postato in rete da attivisti dell'opposizione egiziana si vedono soldati in divisa che uccidono a sangue freddo persone disarmate per poi inscenare una falsa ricostruzione al fine di far credere che le vittime siano morte in combattimento. Le esecuzioni sommarie sarebbero ...